Aperitivo a Grado

Arte e musica per gli shopping Days del 13 14 15

facebook

Unire le forze per valorizzare il centro città creando una proficua sinergia tra commercio, mondo economico, culturale e istituzionale. Parte da queste premesse l’intesa che coinvolge, già a partire dai prossimi Shopping days di domani 13, 14 e 15 novembre, Comune di Udine, Confcommercio Udine e Banca Popolare di Cividale. Un intesa che si concretizza per la prima volta attraverso iniziative culturali promosse in collaborazione e grazie al sostegno dei tre diversi enti.
In occasione degli Shopping days autunnali, infatti, che animeranno la città di Udine per questo fine settimana, i Musei Civici e le Gallerie di Storia e Arte saranno aperti per una serata speciale all’insegna dell’arte e della musica. L’evento, organizzato dalle società cooperativa Sistema Museo e realizzato grazie alla collaborazione dagli assessorati alla Cultura e al Turismo e con il contributo di Confcommercio Udine e della Banca di Cividale, avrà luogo sabato 14 novembre dalle ore 19.00 alle ore 23.00.
Per l’occasione il Castello si trasformerà in un contenitore di piccoli eventi musicali, che animeranno in contemporanea le varie sale della Pinacoteca e permetteranno ai visitatori di scoprire il museo in una veste insolita. Il tutto con l’accompagnamento delle guide di Sistema Museo che illustreranno una scelta di opere appartenenti alla collezione.
“Il musei – afferma l’assessore comunale alla Cultura, Luigi Reitani, costituiscono una fondamentale risorsa per la nostra città e rappresentano un volano imprescindibile per il rilancio del centro storico. La nostra città, i suoi musei e palazzi storici – prosegue – , costituiscono per noi una marcia in più rispetto ai grandi centri commerciali che assediano la città e dobbiamo quindi capire che è necessario valorizzare il ricco patrimonio artistico e culturale anche in termini turistici ed economici”.
Un impegno condiviso anche da Confcommercio Udine, da sempre impegnato nel rilancio economico cittadino. Per questo motivo, un pacchetto di 250 biglietti di entrata all’evento, comprensivi di visita guidata e di bicchiere di benvenuto, sono stati offerti in omaggio ai clienti dei negozianti aderenti a Confcommercio Udine, mentre ulteriori ticket saranno acquistabili direttamente presso la biglietteria del Castello al prezzo promozionale di 3,50 euro, anziché 5. “Assieme all’assessorato alla Cultura – spiega il presidente del mandamento udinese, Pietro Cosatti –, stiamo operando un gioco di squadra che ci consente di concretizzare risultati soddisfacenti per entrambi. L’auspicio è che, allargando Shopping days ad altre iniziative, riusciremo a ottenere traguardi commercialmente apprezzabili, tanto più importanti in una fase delicata per il nostro settore, in particolare in città”.
Proprio per questo motivo, anche le realtà finanziarie della regione hanno colto l’importanza di un sostegno al rilancio dell’economia locale. “La Banca di Cividale, – interviene Sergio Paroni, responsabile relazioni esterne dell’istituto cividalese – è presente a Udine con sei filiali ed è convinta sostenitrice di questa iniziativa, visto che è particolarmente richiesta della cittadinanza. Il nostro obiettivo – conclude – è dare un’iniezione di fiducia soprattutto in questo momento di crisi economica”.
Tornando al programma della serata, un bicchiere di benvenuto e la musica della chitarra flamenca di Michele Pucci accoglieranno i visitatori al loro ingresso al Museo. Formatosi come autodidatta nella chitarra classica suonando in varie formazioni venete di rhytm’n’blues, funky, blues acustico nel frattempo, Pucci si è poi dedicato allo studio della chitarra flamenca, collaborando con ballerine, chitarristi e “cantaores” della scena flamenca italiana e internazionale.
Fiore all’occhiello dell’iniziativa, al centro della Galleria, nella splendida cornice del salone del Parlamento, andrà in scena l’animazione di tango argentino a cura del maestro argentino Hugo Samek docente della scuola ‘Dansa y Vida’ e allievo in passato di artisti del calibro di Carlos Gavito, Focho, Osvaldo e Coca Cartery e Ruben de Pompeya.
Nelle sale della Pinacoteca risuoneranno invece le note dell’arpa di Laura Pandolfo, formatasi al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine e membro stabile della prestigiosa orchestra “Ventaglio d’arpe”, una formazione unica nel suo genere composta da 22 arpe e diretta dalla professoressa Patrizia Tassini.
Durante tutta la serata sarà attivo un servizio di bus navetta con partenza da piazza Libertà e uno spazio custodito per il deposito delle shopping bags consentirà agli ospiti una visita più “leggera”.
Poiché le visite guidate saranno effettuate a gruppi di 20-30 persone, con partenza in orari prefissati, i visitatori interessati sono pregati di confermare la propria presenza al numero 199151123 (fino a domani, venerdì 13, dalle 9.00 alle 17.00) o al numero 0432 271980 (solo per la giornata di sabato 14 dalle 9.00 alle 17.00) o, ancora, inviando una mail a [email protected] Nella giornata di domani, venerdì 13, inoltre, anche le sei filiali udinesi della Banca di Cividale metteranno a disposizione i propri sportelli per informazioni e prenotazioni (gli uffici sono aperti come sempre dalle 8.20 alle 13.15 e dalle 14.35 alle 15.30).
Per ulteriori informazioni consultare il sito www.sistemamuseo.it.

Gli artisti coinvolti:

Hugo Samek – maestro della scuola di tango Dansa y Vida (Salone del Parlamento)
Nato a Buenos Aires si forma presso l’Academia de Susana Miler e Maria Plazaola e diventa parte del corpo docente del 2002. La sua formazione vanta rinomati maestri tra cui Carlos Gavito, Focho, Osvaldo e Coca Cartery, Ruben de Pompeya. Ballerino e musicista dal 2004 tiene corsi di tango, milonga e vals in Italia e all’estero. Il suo stile invita a scoprire i segreti della milonga porte?a e ad acquisire elementi tecnici fondamentali e di ampliare il proprio vocabolario coreografico.

Laura Pandolfo – arpa (sala IV)
Ha frequentato dall’età di quattro anni il corso di orientamento musicale e poi di arpa presso l’istituto di Musica “Città di Gorizia” fino al 2005, quando è stata ammesa al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali conseguendo sempre ottimi risultati. É stata diretta dai Maestri Remo Vinciguerra e Valter Sivilotti durante numerosi “Music masterclasses”, prendendo parte all’Orchestra dei Ragazzi di Gorizia. Ha partecipato all’Orchestra dell’Istituto di Musica di Gorizia diretta dal Maestro Carlo Grandi. Dal settembre 2005 è membro stabile della prestigiosa orchestra “Ventaglio d’arpe” del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine, una formazione unica nel suo genere composta da 22 arpe e diretta dalla Prof.ssa Patrizia Tassini. Con questa Orchestra ha potuto suonare in importanti sedi concertistiche come lo studio radiofonico di “Radio Vaticana” in diretta mondiale. Suona inoltre nell’Orchestra dei Fiati del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine sotto la direzione del Maestro Massimo Grespan e nell’Orchestra “Academia Symphonica” del Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine, diretta dal Maestro Pier Angelo Pelucchi.

Michele Pucci – chitarra (atrio)
Si forma come autodidatta nella chitarra classica suonando in varie formazioni venete di rhytm’n’blues, funky, blues acustico nel frattempo, si dedica allo studio della chitarra flamenca, collaborando con ballerine, chitarristi e “cantaores” della scena flamenca italiana e internazionale, sia in concerto che in stages (Carmen Amor, Miguel Angel, Timo Lozano, Eva Moreno, La Chiqui, Josè Salguero, Manuela Carretta, Rina Garavelli, Elena Vicini, ecc…). Trasferitosi in Friuli, all’attività di concertista affianca vari altri progetti musicali insieme all’attrice Sandra Cosatto. Dal 2003 il Centro Servizi e Spettacoli di Udine e poi l’Ente Teatrale Italiano producono i suoi progetti musicali legati alle fiabe di Andersen. Su proposta del Centro Servizi e Spettacoli di Udine, nel 2003 ha partecipato come solista ad un progetto musicale nelle carceri di Tolmezzo (UD) e Pordenone. Attualmente collabora in particolare con il violinista folk Giulio Venier (varie partecipazioni a festivals in Italia, Austria, Croazia, Slovenia, Svizzera), insieme al gruppo stiriano “Aniada a Noar”; col quartetto etnofolk veneto “La Frontera” (tre Cd all’attivo, “Oltre le frontiere”, 2001; “Mar Bianco”, 2004; “Ferme tes yeux”, 2007) con concerti in tutta Italia, Croazia e Francia; col gruppo folk friulano “La Sedon Salvadie”. Per quanto riguarda il Flamenco, collabora attivamente con varie formazioni in Italia ed all’estero, ed è particolarmente impegnato in questo ambito col gruppo “Mimbrales”, oltre a effettuare concerti da solista (Folkest 2003 e 2004; Soul&Strings Festival, 2003; varie altre rassegne in Italia). In questo ambito ha accompagnato in stages e concerti artisti molto noti della scena flamenca internazionale (Carmen Amor, Miguel Angel, Timo Lozano, Eva Moreno, La Chiqui, Josè Salguero, Manuela Carretta, Rina Garavelli, Elena Vicini, etc…). Ha inoltre aperto concerti di artisti di fama internazionale tra cui The Chieftains e Carlos Nunez.

392