Bearzi

Assestamento: Regione conferma misure per lavoro, scuola e famiglie

Fondi anche per sostegno economia e ripresa post Covid

Trieste, 28 lug – Oltre a quelli previsti a sostegno del
lavoro, delle famiglie e della scuola, che costituiscono
l’ossatura dell’assestamento di bilancio del valore di circa 30
milioni di euro, la Giunta presenterà tramite specifici
emendamenti ulteriori interventi e misure per rilanciare
l’economia regionale e sostenere la comunità nella delicata fase
di ripresa conseguente all’emergenza Covid-19.

È quanto confermato dall’assessore regionale alle Finanze a
margine dei lavori dell’odierno Consiglio regionale che ha
segnato l’avvio della discussione e dell’esame della legge di
assestamento di bilancio della Regione Friuli Venezia Giulia.

La manovra tiene conto delle incognite ancora legate alla spesa
sanitaria il cui budget, tra costi diretti e indiretti supera i
170 milioni di euro ed è condizionata dal riconoscimento da parte
del Governo delle somme impiegate per il contrasto al
Coronavirus. Una condizione che, considerata la recente chiusura
degli accordi economici tra Stato e Regione con i quali sono
stati assegnati al Friuli Venezia Giulia 538 milioni di euro,
porta la Giunta a mantenere un atteggiamento prudenziale e di
cautela rispetto all’utilizzo dei fondi, atteggiamento pienamente
coerente con il giudizio di parifica recentemente espresso dalla
Corte dei Conti sul rendiconto 2019.

In particolare viene confermato l’investimento di 9 milioni di
euro per il lavoro e l’istruzione, dei quali 2 milioni rivolti a
una nuova misura voluta dal governatore per le agevolazioni alle
aziende del Friuli Venezia Giulia che assumono dipendenti, con
incentivi a fondo perduto stimati in 10mila euro a lavoratore. Un
milione sarà destinato invece alle politiche del lavoro e
istruzione a favore dei disoccupati nei cantieri, mentre 700mila
euro contribuiranno al contenimento delle rette per i servizi
della prima infanzia. A questi provvedimenti si aggiunge quello
per la riduzione delle spese degli studenti per il trasporto
pubblico locale del valore di 3 milioni di euro, che consentirà
di estendere il beneficio anche alle tratte urbane dal prossimo
settembre.

Sul fronte della cultura 1,4 milioni di euro serviranno alla
ripresa in sicurezza dell’attività teatrale e 1,5 milioni al
finanziamento dell’accordo di programma per la realizzazione del
parco dei dinosauri di Duino-Aurisina.

Accanto ai 2,6 milioni di euro per la viabilità vengono erogati 2
milioni alle Camere di commercio per il rifinanziamento della
legge 30 e 2 milioni all’Autorità di sistema portuale del mare
Adriatico orientale per spese di funzionamento e infrastrutture
mentre 500mila euro serviranno per lo scorrimento delle
graduatorie su infissi e fotovoltaico. Infine, 7 milioni sono
stati stanziati per realizzare il Festival olimpico della
gioventù europea che la nostra regione ospiterà nel 2023.
ARC/CCA-MA/al

Powered by WPeMatico

facebook
134