PopSockets

Assicurazione camper: come funziona?

camper

Se recentemente si è acquistato un camper e, a maggior ragione si è novizi, è bene sapere che deve essere coperto da polizza assicurativa anche se si utilizza il camper solo per una parte dell’anno e la scelta del contratto più adeguato merita un’attenta riflessione.

Come assicurare il camper
Il camper è un veicolo per cui è necessario contattare l’agenzia presentando il libretto di circolazione del camper, la patente di guida e un documento di identità. Si può optare per un’assicurazione specifica, cioè un’assicurazione per camper adeguata all’utilizzo che si fa di esso, ma se è nuovo conviene assicurarlo contro tutti i rischi.

Le compagnie di assicurazione raccomandano almeno due garanzie:
– la garanzia che copre il furto o il tentato furto del camper e il suo contenuto;
– la protezione antincendio, che copre incendi interni o esterni e danni causati da grandine e fulmini.

È importante notare che i contratti di assicurazione sui camper non coprono gli gli eventuali oggetti sistemati fuori dal mezzo, come biciclette, tavole da surf, abiti e altri oggetti, così come elementi di valore come gioielli e denaro. Occorre valutare se sono coperti gli accessori esterni (pannello solare, portabiciclette ecc.).

Costo dell’assicurazione
Assicurare un camper è costoso, ma non in modo eccessivo e il suo prezzo dipende ovviamente da diversi criteri quali:
– la marca e il modello;
– il suo valore;
– eventuali vincoli e obbligazioni sul camper;
– il profilo anagrafico dell’assicurato.
L’assicurazione di base di un camper può partire da 450 € all’anno, ma in relazione al suo valore e al livello di protezione, potrebbe arrivare anche a 800-1000 €.

Tipi di assicurazione
I contratti assicurativi, come leggiamo in questa pagina http://www.polizzeonline.net/polizza-camper, tendono ad essere simili, sia per ragioni normative che per motivi legati alla concorrenza commerciale, ma possono esserci tuttavia alcuni dettagli da approfondire:

– l’elenco preciso di ciò che è coperto (veicolo, problematiche relative al congelamento, varie attrezzature, contenuto del camper, persone, aree geografiche interessate o escluse, ecc.);
– il livello della garanzia di soccorso stradale;
– le possibili estensioni da selezionare in base alle reali esigenze;
– modulazioni di garanzie in base all’uso del veicolo (totale dei chilometri percorsi abitualmente, periodo di mancato utilizzo, ecc);
– assistenza e relativi componenti (veicolo, persone, assistenza legale, ecc.).

Copertura assicurativa per l’estero
Per molti assicuratori, questo extra è già incluso nella formula base ma per essere al sicuro, è meglio approfondire con l’assicuratore. Al fine di dimostrare la protezione assicurativa straniera, è necessaria la “carta verde”.

Inattività del camper
Spesso l’utilizzo del camper è stagionale, ad esempio da aprile a ottobre. Durante la fase di inattività, si può prendere in considerazione l’ipotesi di variare il contratto con la cosiddetta “polizza di riposo”, soggetta a determinate condizioni riguardanti lo stato di inattività. Vale a dire che occorre valutare le condizioni di rischio che sono ovviamente differenti tra un camper parcheggiato in un garage o in un altro luogo sicuro, oppure su una strada pubblica.

Tipi di assicurazione
– La polizza assicurativa contro terzi è un contratto di assicurazione per risarcire i terzi che sono stati danneggiati dal camper assicurato, sia che lo si stia guidando sia che risulti fermo. Il danno al camper o ai suoi occupanti non è coperto quando la responsabilità ricade su di loro.
– L’assicurazione aggiuntiva “danni e collisioni” copre le collisioni con un pedone, un altro veicolo o un animale. L’unica restrizione è che la vittima o il suo proprietario devono essere identificati affinché siano applicabili.
– L’assicurazione integrativa “Tutti gli incidenti” copre le collisioni con un veicolo mobile o un elemento fisico fisso.
– L’assicurazione complementare contro gli incendi e i furti copre i rischi legati al fuoco, ai furti parziali o totali.
– L’assicurazione “tutti i rischi” che copre tutte le assicurazioni sopra citate.

È importante:
– determinare le proprie esigenze secondo l’uso che si fa del camper;
– richiedere una copia della bozza di contratto con gli allegati e le note informative che descrivano precisamente le garanzie, le esclusioni e gli obblighi dell’assicurato;
– leggere tutti i documenti ricevuti, approfondire le clausole restrittive e chiedere spiegazione dei passaggi ambigui o dei termini non sempre molto chiari.
– è opportuno chiedere diversi preventivi a varie compagnie assicurative e confrontarli prima di effettuare la scelta più completa e adeguata.

facebook
2.015