Udine

Auto blu: Ballaman condannato a un anno. “Non mi ricandiderò”

13 aprile 2012 – L’ex presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Edouard Ballaman, autosospesosi dalla Lega Nord, e’ stato condannato per peculato d’uso a un anno di reclusione per l’uso improprio dell’auto blu, con la concessione delle attenuanti generiche. Al termine della lettura della sentenza, Ballaman non ha voluto commentare la condanna. All’uscita dall’aula, l’ex esponente leghista, che nella lunga attesa aveva conversato con i giornalisti, non ha rilasciato alcuna dichiarazione e se n’e’ andato. Edouard Ballaman, autosospesosi dalla Lega Nord, e’ stato interdetto dai pubblici uffici per un anno. Lo ha deciso il Tribunale di Trieste, come pena accessoria alla condanna a un anno di reclusione per peculato nell’abuso dell’auto blu. Nasce da un dossier anonimo di una ”fonte attendibile” pubblicato dal quotidiano Messaggero Veneto l’indagine che ha portato al processo per peculato contro l’ex presidente leghista del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Edouard Ballaman, poi autosospesosi dalla carica e dal partito. Nel documento venivano elencati una serie di episodi dal 2008 al marzo 2010, in cui Ballaman avrebbe utilizzato l’auto di servizio, con tanto di autista, per finalita’ non istituzionali. Tra di essi alcuni viaggi a Caorle (Venezia), dove Ballaman possiede una casa per le vacanze, e in localita’ dove si svolgevano iniziative o incontri politici della Lega Nord. C’erano tragitti per ”impegni professionali” verso la casa della fidanzata e attuale moglie a Camponogara (Venezia) e verso aeroporti del Nord Italia, non collegati a impegni istituzionali. Tra questi anche una trasferta all’aeroporto per il viaggio di nozze. Dall’aprile del 2010, Ballaman aveva rinunciato all’auto blu, ottenendo il rimborso chilometrico previsto per i consiglieri regionali; essendo residente a Pordenone, riceve 3.200 euro al mese. Dopo una settimana dalla comparsa del dossier, Ballaman si era dimesso dalla presidenza del Consiglio e si era sospeso dalla Lega Nord, aderendo al gruppo Misto. Oltre alla Procura della repubblica di Trieste, anche il Procuratore Generale della Corte dei Conti regionale, Maurizio Zappatori, aveva avviato un’inchiesta conclusa con la condanna al risarcimento dei danni all’erario calcolati in poco piu’ di diecimila euro.

Edouard Ballaman e’ stato condannato per la gran parte dei 38 viaggi non istituzionali che il Pm ha presentato al Giudice. E’ stato invece assolto per cinque trasferte, per cui il giudice non ha ravvisato il reato: in particolare, quello a Milano per la partita Padania-Tibet del 7 maggio 2008, un incontro a Pontida del 31 maggio 2008, due incontri politici a Reana del Rojale (Udine) del 15 giugno 2009 e del 12 marzo 2010 e un incontro privato a Milano con Umberto Bossi, del 2 novembre 2009. Il Tribunale di Trieste ha inoltre accolto la richiesta del pm di assolvere Ballaman per altri tre viaggi: la visita a Milano per la prima del film ‘Barbarossa’ e due tragitti con l’autista Marculli, considerato che il testimone non e’ stato sentito e non si conosce la ragione dei viaggi.

”Ballaman non e’ uno della Lega. Si e’ autosospeso, come faccio a dire che e’ della Lega?”. E’ il primo commento all’ANSA del segretario regionale del Carroccio del Friuli Venezia Giulia, Pietro Fontanini, alla notizia della condanna per peculato d’uso dell’ex presidente del Consiglio regionale. ”Non do giudizi – ha continuato Fontanini – le sentenze non vanno commentate, ma rispettate”.

Edouard Ballaman non ha intenzione di ricandidarsi al Consiglio regionale o in altre cariche elettive. Ad annunciare l’intenzione e’ stato lo stesso ex esponente leghista, conversando con i cronisti in attesa della sentenza che poi lo ha condannato per l’uso dell’auto blu. ”Sono stufo del mondo della politica attuale”, ha detto Ballaman. A chi gli chiedeva se si ricandidera’ – Ballaman siede ancora in Consiglio regionale nelle file del gruppo Misto – l’ex leghista ha risposto: ”No. Bisogna avere motivazioni forti per fare politica, e in questo momento non le ho”. Sempre nell’attesa della sentenza, Ballaman e’ tornato sui possibili ‘mandanti’ del dossier anonimo con i suoi viaggi in auto blu. Si trattava di una anticipazione dei veleni che hanno poi messo in difficolta’ la Lega a livello nazionale? ”In misura molto piu’ piccola – ha risposto – ho solo preso il doppio dei voti di quello che doveva prenderli…”. (testi ansa)

facebook
851