Autostazione Udine: Honsell scrive alla Tofina

BusInt12Il Comune di Udine si impegna a reperire, tramite soggetti pubblici o privati, un contributo una tantum per evitare un’imminente chiusura dell’autostazione, avviando nei prossimi mesi un percorso di valutazione per l’acquisto dell’immobile. È quanto emerge da una lettera inviata oggi 24 settembre dal sindaco di Udine Furio Honsell alla Tofina srl, attuale proprietario della struttura da tempo in contrasto con la Provincia di Udine per il rinnovo della convenzione scaduta lo scorso 20 luglio. “La città di Udine non può permettersi di restare senza autostazione – sottolinea il primo cittadino –. Per questo motivo riteniamo di doverci adoperare per raccogliere un contributo straordinario in favore di Tofina, con la prospettiva di avviare una valutazione per l’acquisto dell’immobile da qui a 12 mesi”.

Per l’amministrazione comunale, infatti, l’acquisizione della struttura da parte del Comune resta la soluzione da percorrere. “Come già detto – spiega l’assessore alla Pianificazione territoriale Mariagrazia Santoro – prima di concludere una trattativa è necessario ovviamente procedere a una valutazione del valore immobiliare del complesso da parte di un soggetto terzo e super partes, anche in funzione delle autorizzazioni e certificazioni previste dalla normativa vigente”. L’intervento del Comune si è reso necessario vista l’importanza che questo servizio pubblico riveste non solo per la città di Udine, ma anche per la provincia e per l’intera regione. “Riteniamo infatti – prosegue il sindaco Honsell – di dover garantire concretamente il soddisfacimento delle esigenze della collettività in relazione alla sicurezza, alla mobilità urbana ed extraurbana. Un intervento del Comune che, allo stato attuale, diventa indispensabile perché l’autostazione è, per usare un termine giuridico, indefettibile”. La lettera indirizzata a Tofina è stata spedita anche, per conoscenza, al Prefetto, alla Saf e alla Provincia, con la quale sono stati presi già dei contatti informali in merito.

Lascia un commento

852