Udine

Autovia Venete: incorporata Bazzera, Melò confermato

Logo_Autovie_Venete31 gennaio 2012 – Due assemblee, una di seguito all’altra, oggi a Trieste nella sala convegni di Friulia, in via Locchi, la prima relativa alla fusione, per incorporazione di Bazzera srl in Spa Autovie Venete e la seconda per confermare a Dario Melò l’autorizzazione a proseguire, fino al 31 gennaio, le attività riguardanti il reperimento delle risorse economiche per la terza corsia della A4. Società interamente controllata da Autovie Venete, Bazzera srl, presieduta da Lucio Leonardelli e proprietaria dei terreni (circa 30 ettari) sui quali insiste l’omonima area di servizio,  era entrata a far parte del portafoglio di Autovie in seguito alla fusione, per incorporazione, di Autovie e Servizi. L’incorporazione in Autovie rappresenta quindi un ulteriore tassello del processo di alleggerimento della struttura societaria della Concessionaria, avviato per contenere i costi e razionalizzarne l’assetto. Il passaggio è stato duplice, con l’assemblea di Bazzera srl che ha approvato la fusione, seguito dall’assemblea straordinaria di Autovie con analogo ordine del giorno. “L’operazione – ha chiarito il presidente della Concessionaria Emilio Terpin – non comporta modifiche allo statuto di Autovie, né aumenti di capitale”. I lavori sono poi proseguiti, sotto forma di assemblea ordinaria, per ratificare l’autorizzazione – espressa in dicembre –  dal Consiglio di Amministrazione di Autovie, alla prosecuzione, fino al 31 gennaio 2012, dell’incarico affidat o al consigliere Dario Melò. Dal settembre 2011, infatti, Melò, già ad di Autovie poi passato a direttore generale di Autostrade Parchi spa del Gruppo Toto, aveva mantenuto il ruolo di Consigliere con la delega a seguire le attività inerenti al reperimento delle risorse finanziarie fino al 31 dicembre 2011. Un compito che anche in precedenza aveva seguito in prima persona, affiancato dal presidente Emilio Terpin e da un apposito gruppo di lavoro costituito con la finanziaria regionale Friulia Spa. L’ulteriore proroga di un mese a Melò, ha richiesto un nuovo passaggio, ovvero l’autorizzazione da parte dell’Assemblea dei soci, come previsto da una precisa norma del Codice Civile (la numero 2390). L’assemblea di oggi, presieduta da Emilio Terpin, Presidente di Autovie Venete dunque, era stata convocata proprio per questo e, all’unanimità, ha deliberato in tal senso. Parere favorevole, del resto, era stato già espresso dall’azionista di maggioranza Friulia Spa. E proprio da Friulia, rappresentata dal direttore generale Zanchetta, è venuto un ringraziamento alla disponibilità dimostrata da Melò e al supporto fornito in questi mesi.
Sono due i nominativi, indicati dal Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete per il nuovo Cda della Venezia Padova, la cui assemblea è convocata per venerdì tre febbraio. Si tratta di Ernesto Pezzetta e Albano Faccin, consigliere di Autovie e già vice-presidente della Venezia Padova. Nessuna novità, contrariamente a quanto apparso di recente sulla stampa, relativamente alle quote (il 22,3%) detenute da Autovie Venete. Il Consiglio di Autovie, nella seduta di oggi (lunedì 30 gennaio) ha anche approvato un bando di gara per la realizzazione di ulteriori pannelli a messaggio variabile sulla A28 (importo complessivo 1 milione 332 mila euro).

facebook
1.022