Bearzi

Autovie Venete: traffico regolare verso mete balneari

Mantengono l’appeal le località balneari dell’Alto Adriatico, nonostante la crisi: nel primo week end di luglio, sulla rete di Autovie Venete, la distribuzione dei flussi di traffico lo conferma: buoni i transiti in arrivo dalla A23 verso il nodo di Palmanova, con discreta presenza di vetture con targa straniera. La media oraria, alle 11 in questo tratto è di circa 2 mila mezzi che diventano 2 mila e 500 dopo il nodo fra A23 e A4. Di questo flusso circa 1.700 escono al casello di Ronchis (Latisana) per dirigersi verso Lignano o Bibione. Anche al casello di San Donà di Piave – uscita principale per chi è diretto verso Jesolo – il movimento è notevole, con brevi code a tratti. Altrettanto vivace il traffico in direzione Trieste, con leggeri rallentamenti in prossimità della barriera. Il divieto di circolazione per i mezzi pesanti di massa superiore alle 7,5 tonn oggi è in vigore dalle 7 alle 24,00, domani invece, scatterà un’ora più tardi. Per Autovie Venete, l’intensità del traffico dovrebbe mantenersi costante per tutta la giornata, mentre per domani qualche rallentamento sarà possibile in uscita ai caselli di Latisana, San Stino di Livenza e San Donà di Piave per gli spostamenti dei pendolari della vacanza. Loscorso week end (29-30 giugno) è stato registrato un lieve incremento nei volumi di traffico rispetto allo stesso fine settimana del 2012: transiti passati da 297.565 a 299.819 (+0,76%).

facebook

Lascia un commento

492