Aperitivo a Grado

Autunno impegnativo per Giusy Concina

facebook

giusy3
Giusy Concina, un nome che evoca subito l’avventura, difficili traversate di deserti in condizioni davvero estreme per il fisico umano e viaggi in solitario epici. Dopo le “ fredde fatiche” di inizio anno in Canada, Russia e Svezia, con temperature che hanno sfiorato i trenta gradi sotto zero, Giusy si prepara ad affrontare la seconda parte della stagione 2010 con un autunno davvero “caldo”, infatti la sportiva carnica stà allestendo e preparando tre grandi imprese, la prima nella Federazione Russa da San Pietroburgo a Sochi e così visitare in anteprima il sito delle olimpiadi 2014 attraversando steppe e lande desolate nel territorio ex sovietico;

(PURTROPPO DI QUESTO RAID GIUSY ORA NON HA ANCORA CERTEZZA, VISTE LE TRAGEDIE CLIMATICHE DI QUESTI GIORNI) il secondo evento che Giusy stà cantierando si svolgerà in Egitto nel mese di ottobre, e toccherà località fiabesche del deserto bianco quali Siwa ed Abu Mingar alla scoperta di tradizioni popolari in via di estinzione e di fantastiche località raggiungibili solamente con un veicolo ben attrezzato ed ovviamente condotto con grande perizia ed esperienza per concludersi al porto di Alessandria con il reimbarco del veicolo utilizzato per quest’impresa; dopo queste imprese, davvero mozzafiato e faticose, Giusy non cercherà certamente il riposo, ma si metterà subito al lavoro per coronare il suo sogno, la Dakar, che al momento attuale pare ancora molto lontana, ma alla quale non è certamente esclusa
una sua partecipazione, dopo quella del 1999 molto incoraggiante per la sportiva friulana, che ama ricordare le proprie origini in qualunque località planetaria essa si trovi.

Giusy è inoltre organizzatrice di due manifestazioni molto importanti in Carnia, molto ben considerate dai turisti e dalle autorità locali, ovvero l’Eco Tour Carnia che permette di mostrare a chi provenga da lontano i luoghi migliori della Carnia appunto, luoghi inaccessibili con le normali vetture ma raggiungibili lungo piste e tratturi aperti al transito veicolare, solo grazie ai 4×4, e del Raduno Carnia 4×4 memorial Titta Concina che da 19 anni ricorda una guardia forestale perita in servizio, ospitando fuoristradisti da tutta Italia e dall’estero e permettendo così la conoscenza di angoli meravigliosi ma nascosti della nostra regione.

659