pannello solare
In vista del via libera definitivo al Regolamento per la concessione dei contributi ai soggetti privati per l’installazione di impianti solari termici che dovrebbe arrivare entro la fine di marzo, per l’assessore provinciale all’energia Stefano Teghil «è necessario che chi è interessato prenda visione in tempo del bando appena sarà pubblicato, considerando che in aprile dovrebbero aprirsi i termini per poter presentare domanda di contributo. Infatti a parità di requisiti, varrà il criterio cronologico». E per conoscere nel dettaglio il nuovo regolamento sarà sufficiente telefonare allo 0432/279816.
Dopo l’approvazione da parte della Giunta provinciale, il documento dovrà passare all’esame della competente commissione provinciale e, entro la fine di marzo, del Consiglio. Alla Regione, che ha già trasferito alla Provincia per questo capitolo 154 mila euro, spetterà l’ultimo ok. Entro la fine di aprile, dunque, sarà aperto il Bando per poter beneficiare dei contributi per installare nuovi impianti solari. «Continua la politica energetica della Provincia – spiega Teghil – volta a incentivare la diversificazione delle fonti energetiche alternative. Oltre al bando che sta per partire, ve ne sono altri che si stanno consolidando: a marzo scadranno i termini del terzo bando sulle biomasse e, entro la fine di quest’anno, sarà attivato un bando sperimentale sulla geotermia. A breve, inoltre – prosegue Teghil –, la Provincia implementerà con ulteriori 500 mila euro il capitolo del bando tuttora aperto (scadenza fine maggio) sul risparmio energetico legato allo standard CasaClima per il quale è già stato stanziato un milione di euro». L’azione della Provincia mira dunque ad agevolare le fonti energetiche alternative ma soprattutto ad agevolare il risparmio. «Attraverso lo stanziamento di contributi importanti in un settore messo a dura prova dal particolare momento di congiuntura economica come quello dell’edilizia – ha sottolineato Teghil – la Provincia contribuisce concretamente alla ripresa del settore. Non solo: si tratta di un contributo alle famiglie che oltre alla possibilità di vedere ridotta la spesa di costruzione godranno poi di un notevole risparmio della bolletta energetica. Non più contributi a pioggia dunque – conclude Teghil – ma incentivi che effettivamente incidano sul potere d’acquisto delle famiglie».
Nel dettaglio, il regolamento disciplina le procedure per la concessione dell’incentivo per l’installazione di nuovi impianti solari termici. L’incentivo, erogato in conto capitale, è rivolto a soggetti privati che intendano installare presso la propria abitazione, sul territorio della provincia, nuovi impianti di questo tipo. Gli incentivi sono concessi per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per uso domestico. I soggetti che possono fare richiesta devono essere proprietari o comproprietari di immobili destinati a prima casa. Il limite massimo di spesa ammissibile è pari a 6 mila euro, l’incentivo in conto capitale è determinato nella misura del 50% della spesa ammissibile.

Lascia un commento

441