Bearzi

Barcolana 2012 – 6/14 ottobre

Trieste, 5 giugno 2012 – Guarda al Nord Europa, la Barcolana di Trieste. La regata in  programma dal 6 al 14 ottobre 2012, punta quest’anno a nuovi mercati, e trova sostegno in
sponsor e supporter per promuoversi all’estero. Oggi si è svolta nella sede di Trieste delle  Assicurazioni Generali la cerimonia di “unveiling” del nuovo manifesto della regata, realizzato in  collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera, e nell’occasione il presidente della  Società velica di Barcola e Grignano ha illustrato alla stampa il nuovo corso della Barcolana e  alcune delle novità che caratterizzeranno questa edizione dell’evento, la numero 44, in  programma domenica 14 ottobre sul tradizionale percorso di 16,5 miglia e preceduta da una  settimana di eventi collegati a terra e in mare.

  • 6-7 ott / BARCOLINA – La regata per la classe Optimist
  • 6-7 ott / BARCOLANA FUN – Windsurf, Sup e sfide su Elan 210
  • 11-12 ott / TROFEO ARETUSA – Regata dedicata alla classe Dragoni
  • 12-13 ott / BARCOLANA DI NOTTE JOTUN – Sfide notturne tra Ufo
  • 12-14 ott / “KING OF THE WIND” – Sfide su Elan 210
  • 13 ott / BARCOLANA CLASSIC – Regata dedicata alle barche d’epoca
  • 13 ott / BARCOLANA METEOR CUP – Regate monotipo
  • 13 ott / LEGA NAVALE RACE – Per le barche iscritte alle sezioni della LNI
  • 14 ott / BARCOLANA – Coppa d’Autunno, ore 10

GLI EVENTI: CAMBIA IL FINE SETTIMANA DEL 6-7 OTTOBRE – Il calendario degli eventi  collegati B44 sarà presentato entro fine luglio, sono confermati gli eventi a terra: Bfestival,  Bjazz e BdiCarta. E’ definito nel dettaglio il calendario del primo fine settimana, quello del 6-7  ottobre, che presenta alcune importanti novità: la Barcolina, dedicata ai giovani velisti della  classe Optimist, “trasloca” dalle Rive a Barcola, per rispondere alle esigenze di sicurezza e di  logistica necessarie, a terra e in acqua, a gestire oltre quattrocento Optimist. Lungo le Rive,  invece, si organizzerà un nuovo evento, Barcolana Fun, dedicato alle nuove espressioni del  mondo della vela: saranno protagonisti nel Villaggio Barcolana, che si inauguerà sabato 6  ottobre, i windsurf (Classe Techno 293 e Slalom), ma anche i kytesurf, che da Rio 2016  diventeranno classe Olimpica nella specialità maschile, e i piccoli catamarani che a breve, per  effetto del nuovo format della Coppa America, diventeranno imbarcazioni conosciute e amate.

UNA REGATA SEMPRE PIU’ MULTIMEDIALE – Grazie all’accordo stretto con Insiel, e al  sostegno dell’azienda triestina Contact, che sponsorizzerà la webtv della Barcolana, la regata  si accinge a diventare sempre più “multimediale” e aperta alle nuove tecnologie: la webtv della  Barcolana, in particolare, nata quattro anni fa come prima webtv per un evento velico in Italia,  diventa oggi uno degli elementi di maggiore attrazione per raccontare la particolarità di questa  regata e far vivere, in diretta, “l’esperienza Barcolana”.

BLUE ECONOMY IN BARCOLANA – Tra gli obiettivi di marketing per il 2012, quello di portare  in Villaggio Barcolana la “Blue Economy”, promuovere cioè le aziende che a Trieste  appartengono alla filiera della nautica. Capofila la Jotun, con la quale la Barcolana collabora  già da anni, che in questa edizione presenterà durante l’evento l’accordo internazionale per la  produzione di un brand di vernici ad alta tecnologia nel segmento di mercato dello yachting.

REGOLAMENTO BARCOLANA: SICUREZZA E PROTESTE TRA LE NOVITA’ – Sul fronte  tecnico della regata, il percorso così come disegnato nel 2010 resta invariato. Per la terza  edizione consecutiva, infatti, gli organizzatori hanno scelto di mantenere il posizionamento  delle boe, che negli ultimi due anni ha mostrato di funzionare, in particolare con vento di Bora.  Le novità – annunciate dal direttore sportivo Altomare, Daniele Robba – riguardano invece la  sicurezza in mare e all’ormeggio, con specifici piani di evacuazione dall’ormeggio sulle Rive in  caso di maltempo, e una revisione del sistema delle proteste. “Assieme al responsabile di  giudici e comitato di regata, prof. Tullio Giraldi – ha spiegato Robba – stiamo revisionando il  sistema di gestione delle proteste, affinché sia di più semplice gestione sia per noi  organizzatori che per chi è chiamato in udienza”. La novità riguarda la possibilità di essere  avvisati via sms sia della protesta attivata che della convocazione, e di sveltire, qualora  possibile, con un “comitato di conciliazione” la protesta prima di arrivare davanti ai giudici. Le  soluzioni proposte, che verranno illustrate nel dettaglio nel Bando di Regata – così come una  serie di informazioni tecniche sulla sicurezza in mare e all’ormeggio – sono state in parte  mutuate dalla regata di Cowes, in Inghilterra.

facebook

Lascia un commento

832