barcolana 2011
Trieste, 09 ottobre 2011 – Si è conclusa, con la dirompente vittoria dei favoriti Esimit Europa 2, la 43esima Barcolana, la regata più amata ed affollata dell’intero Mediterraneo.
Se l’aspetto sportivo ha fatto della Barcolana uno tra gli eventi europei più rilevanti, non sono da tralasciare le numerose attività culturali e musicali che hanno impreziosito ulteriormente il programma dell’intera manifestazione, elevandone il livello qualitativo e soddisfando anche dal punto di vista dell’accoglienza le migliaia di persone accorse a Trieste negli ultimi giorni.

Nella prima fase di questa 43esima Barcolana si è distinta particolarmente “Barcolana Jazz”, la nuova rassegna musicale organizzata con il supporto tecnico di Casa della Musica e la collaborazione della Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse e la Fondazione CRTrieste, che ha proposto i concerti di alcuni tra i gruppi più raffinati ed eleganti della regione (Musique Boutique, Shipyard Town Jazz Orchestra, Bandorkestra e tanti altri), alternati a nomi di spicco del panorama jazzistico internazionale come la cantante afrocubana Jayla Brown. Giovedì 6 ottobre nel Villaggio Barcolana si è tenuta un’autentica serata evento condotta da Charlie Gnocchi e Andro Merkù: “Cuffie d’Oro”, il primo gran premio nazionale della comunicazione radiofonica e non solo che ha portato a Trieste grandi protagonisti del mondo radiofonico, giornalistico e televisivo italiano. L’inviato di Striscia la Notizia, Moreno Morello, il giornalista e presentatore Alfonso Signorini, lo storico dj Federico l’Olandese Volante e tantissimi altri.

Da mercoledì 5 a sabato 8 ottobre, pregiate firme del panorama letterario nazionale (Giovanni Lattanzi, Enzo Maiorca, Mario Dentone, Ambra Gaudenzi, Claudio Ernè e Tiziana Oselladore) hanno incontrato il pubblico di “Barcolana di Carta”, la rassegna culturale di punta della Barcolana che per la sua terza edizione ha rinnovato la collaborazione con la Marina Militare e aperto una nuova finestra, sul cinema, grazie alla partnership con il festival internazionale dei Cortometraggi e delle Opere Prime, Maremetraggio.

Infine il “Barcolana Music Festival”, la colonna sonora ufficiale della regata. Nella prima serata, condizionata dal maltempo che ha colpito gran parte della penisola italiana, si sono esibiti il carismatico cantante britannico Dan Black e gli eclettici The Go! Team. Serata pirotecnica invece ieri in Piazza Unità d’Italia che ha visto oltre 10mila persone accorrere per la grande vigilia della Barcolana, vietata ai deboli di cuore! Dopo le apprezzate performance dell’emergente trio pop dei Bivio H e della grintosa triestina Dorina, è partito il boato per l’esibizione di Raf, uno tra gli interpreti nazionali più amati degli ultimi trent’anni che si è diviso in un repertorio tra nuovi brani dell’ultimo album “Numeri” e successi storici indimenticabili come “Self Control”, “Sei la più bella del mondo”, “Ti pretendo” e tantissimi altri.
Poco dopo le 22:30, grazie alla sensibilità del cantautore pugliese, ìl momento più toccante dell’intera serata: Raf ha dedicato la sua famosa canzone “Gente di Mare” al marittimo triestino Eugenio Bon e dalla Barcolana si è levato un fortissimo grido d’affetto alle famiglie dei cinque marinai italiani nelle mani dei pirati somali da otto mesi. Uno scenografico spettacolo di fuochi d’’artificio sul mare, offerto da Assicurazioni Generali, ha dato simbolicamente il via alla 43esima Barcolana.

Foto: Simone Di Luca

facebook
706