telegram

Riportiamo un intervista di Filippo Fois andata in onda su Telefriuli a Mario Codognato, firmatario delle azioni legali per interrompere le attività del Barcollo a UdineCodognato dichiara al microfono di Fois  che il giorno della manifestazione Udine Viva musica e schiamazzi sono proseguiti fino alle 3 di notte, quando in seguito a una chiamata ai carabinieri la situazione si è calmata.

Durante il pomeriggio inoltre i 3 carri con dj hanno stanziato davanti al Barcollo per quasi un ora. Una signora che abitava li vicino ha dovuto richiedere l’intervento dei carabinieri perchè il rumore era tale che si stavano per rompere i vetri delle finestre. Codognato continua spiegando che è tra i promotori dell’azione legale per riporare l’attività del bar  dentro i limiti del regolamento comunale. Il giudice del riesame ha fatto applicare l’ordinanza di chiusura. Le motivazioni e i termini sono scritti sul cartello sula porta del locale

Alla domanda “come risponde ai giovani che contestano la perdita di socialità” risponde:
“sono tutte balle, a Udine e nel centro storico non mancano certo i centri di aggregazione. In via Mercatovecchio e in Via Sarpi ci sono 3 locali notturni tra cui il Contarena che ha tutto lo spazio per intrattenere la gente
secondo alcuni studi, Udine è la città con la maggior densità di locali in tutta Italia”

Codognato fa notare inoltre che come si può vedere in certi filmati su Youtube, (cercando la barola Barcollo + Udine) la  tendenza del locale è quella di farne una discoteca

E voi come la pensate ? Ditecelo con un commento o partecipando al nostro sondaggio

Locali chiusi per schiamazzi e orari: che si fa?

View Results

591