europa - cus brescia 26 01 2010 dEUROPA SAGER – CUS BRESCIA: 3 – 2 (al Tie Break); 9 – 8
Due incontri nei quali è eufemistico dire “sconsigliati ai deboli di cuore”, tanto emozionanti sono stati. Due incontri che hanno divertito il numeroso pubblico presente, e alla fine delle due sfide ci sono state scene di entusiasmo indescrivibile da parte dei giocatori locali. Nel primo incontro da dimenticare il primo inning, per l’Europa, la difesa locale commette due errori lasciando passare in vantaggio il Brescia. La reazione dei friulani si concretizza nel 3° inning, quando Matteo Calligaro viene spinto a punto da un’ottima valida sull’esterno centro di Olivo Michele. Ma la formazione lombarda risponde al 6° inning, mettendo a segno ben 3 valide, tra cui un lungo doppio, che la difesa bianco-verde riesce ottimamente ad arginare prendendo un solo punto. Di nuovo pareggio nel 7° inning, con Davide Portelli che beneficia di una base ball per poi arrivare a punto grazie a un lancio pazzo del rilievo Daniel Newman. Le schermaglie tra le due compagini continuano fino al 10° inning, che si conclude con un nulla di fatto e quindi si va al tie break (per regolamento, si costruisce la situazione di un eliminato, due uomini in base, uno in prima e uno in seconda), che i friulani gestiscono ottimamente e con la determinazione che solo una squadra affiatata può avere, chiudendo il loro turno in difesa con un doppio gioco di pregevole fattura. Nell’attacco successivo Mattia Rigonat viene portato a punto da un wild pitch di Newman e alla volata di sacrificio di Michele Olivo, il che significa vittoria, sofferta ma meritata. Il secondo match comincia in maniera davvero positiva per i friulani, che nel primo turno di battuta totalizzano ben 7 punti, con 7 valide e 2 basi su ball. Poi la squadra si adagia erroneamente, incamerando solo un punto, e venendo raggiunta a quota 8 punti dagli avversari, i quali rispondono al primo inning esplosivo dell’Europa totalizzando anch’essi 7 punti. Nell’attacco dello stesso inning la compagine di Castions delle Mura batte a casa il 9° punto, che si rivelerà decisivo. Infine solo due inning di contenimento per la formazione bianco-verde, che esplode in una gioia incontenibile dopo l’ultima eliminazione al volo effettuata da un buon Dario Basello, esterno centro nell’occasione. In questa partita si è notato un netto miglioramento della squadra in battuta, basti confrontare le circa 12 valide contro le sole 4 valide del match precedente. Bene Colussi Mauro, con un 3 su 4 e un triplo lunghissimo, e Olivo Michele, con un ottimo 2 su 3.
ALTRI RISULTATI: Tomasin Padova – Avigliana Bees, 8-7, 14 – 6; Dragons di Castelfranco – Ares Milano 4 – 15, 4 – 13; New Black Panthers Rajo Rho 11 – 6, 8 – 7; Oltretorrente – Iglesias 20 – 0, 11 – 1.
La Classifica:  Tommasin Padova 833, New Black Panthers 765, Ciemme- Oltretorrente 588, Europa Sager 556, Dragons Castelfranco Veneto 188.
SERIE C1 BASEBALL
DRAGONS SAN GIORGIO – DUCKS STARANZANO 5 – 11

A cinque giornate dalla fine del campionato solo i Ducks possono perderlo, la matematica non da ancora ragione a loro, ma visto come stanno giocando e come riescono con caparbietà a vincere partite molto importanti non si può immaginare chi li fermerà. Contro i Dragons hanno saputo prima far sfogare gli avversari e successivamente con un bel crescendo vincere la gara. Gara molto sentita lo si vedeva dalle espressioni dei giocatori friulani, la posta in palio era importantissima ci si giocava un’ intera stagione; parte bene il San Giorgio va subito in avanti per 1 a 0. Successivamente lo Staranzano comincia a aggredire, in attacco, gli avversari nel terzo inning e cominciano a trovare il tempo a Rossetto, vanno sul 3 a 1. La replica dei padroni di casa li riporta nuovamente in vantaggio: 4 a 3 alla fine del terzo inning. Ma è un fuoco di paglia, la squadra bisiaca continua a trovare valide importanti (10 a 2 alla fine dell’incontro) e scappa via e per il San Giorgio non c’è più nulla da fare, più di così sabato non poteva ottenere. Onore ai Ducks che nella partita più importante della stagione si son fatti trovare pronti, decisi a vincere.
DRAGBEARS SAN LORENZO – TIGERS CERVIGNANO 7 – 9.
Passo decisivo dei Tigers di Cervignano verso la salvezza. Battono i Dragbears che ora sono sempre più soli in fondo alla classifica. È stata una partita con molti colpi di scena, alla fine ha visto prevalere la squadra friulana che ha dato continuità alla sua azione per tutti i 9 inning. L’inizio dell’incontro è tutto a favore dei friulani, 5 a 1 nel secondo inning grazie alle valide di Burg e Ceccotti, la reazione degli isontini si concretizza tra il 4° e 5° inning con due tripli ribaltano il punteggio. Ma non è finita, prima arriva il pareggio, e nell’ultimo inning si scatena Corrado  che con una battuta doppia fa volare i Tigers a + 2 dagli avversari. Nell’ultimo spicchio di gara è il giovane Varin (5 strike out) a contenere le mazze avversarie per una preziosa vittoria. Da segnalare il ritorno sul monte di Michele Zuiani, fermo da un paio di mesi, 6 strike out al suo attivo.
JUNIOR ALPINA DI TRIESTE – WHITE SOX BUTTRIO 14-2
White Sox perdono malamente contro Junior Alpina. La partita inizialmente sembrava preannunciare una vera battaglia. Infatti, è il Buttrio che passa in vantaggio nel primo inning, quando, con i primi tre battitori, riesce a caricare le basi. Ci pensa quindi De Martin a portare il primo punto a casa con una volata di sacrificio sull’esterno destro. Purtroppo i battitori successivi non riescono a fare contatto con la mazza gettando al vento la buona occasione per aumentare il bottino. Poi i buttriesi neutralizzano il primo attacco dei triestini per trovarsi così in vantaggio alla fine del primo inning per 1 a 0.  Ma è nel secondo inning che l’incontro prende la svolta decisiva. La squadra della Junior Alpina inizia ad inanellare valida dopo valida che messe assieme a tre basi su ball concesse, chiudono l’inning dopo aver marcato otto punti sul tabellone costringendo Battilana, il lanciatore partente dei White Sox, ad abdicare. Nell’ inning successivo, con ormai la squadra friulana demoralizzata, entrano altri cinque punti per i triestini grazie anche ad un paio di errori commessi dalla difesa buttriese. La partita quindi non ha più storia e a metà del settimo inning l’incontro si conclude per manifesta inferiorità dei White Sox con il punteggio di 14 a 2.
LA CLASSIFICA: Staranzano Ducks 900, Alpina Junior 700, Dragons di San Giorgio 600, Tigers Cervignano, White Sox Buttrio 333, Dragbears San Lorenzo Isontino 100.

Lascia un commento

616