Benzina: confronto a Bruxelles su agevolazioni carburanti

benzina
Le agevolazioni per l’acquisto di benzina e gasolio introdotte in Friuli Venezia Giulia con la legge regionale 14 del 2010 sono state il tema al centro di un confronto, ieri a Bruxelles, tra la presidente della Regione, Debora Serracchiani, e gli assessori alle Finanze, Francesco Peroni, e all’Energia, Sara Vito, con alti dirigenti e tecnici della Direzione generale fiscalità e unione doganale della Commissione europea (cosiddetta Dg Taxud), Unità C3 “Controllo dell’applicazione del diritto dell’UE e degli aiuti di Stato e fiscalità indiretta” e unità C2 “Imposte indirette diverse dall’Iva – tassazione energetica ed ambientale”. Nei mesi scorsi la Commissione aveva notificato alla Regione una procedura di infrazione per supposta violazione della direttiva 2003/96/CE su commercio e aiuti di Stato, ritenendo che in Friuli Venezia Giulia si applicasse di fatto una riduzione della accisa sui carburanti. Come riferisce Peroni, si è trattato di un incontro “franco e costruttivo, servito per esaminare in maniera approfondita l’intera questione, precisando le rispettive posizioni”. “Abbiamo ribadito, fornendo tutte le opportune motivazioni, anche giuridiche – spiega Vito – che l’agevolazione introdotta dal Friuli Venezia Giulia non consiste in una riduzione dell’accisa, per cui la misura non viola la concorrenza e può a nostro giudizio essere ammissibile”. In sostanza, “la questione rimane aperta: manteniamo l’interlocuzione e restiamo pronti a illustrare ancora le motivazioni che abbiamo espresso, affinché possano rientrare le contestazioni che ci sono state mosse”, precisa la presidente Debora Serracchiani, spiegando che ora la DG TAXUD formulerà sulla vicenda un parere motivato, “sul quale ci riserviamo un ulteriore approfondimento”.

482