Bertossi attacca Honsell

bertossiDopo un lungo silenzio l’ex assessore regionale alle attività produttive, Enrico Bertossi torna alla carica contro l’amministrazione Honsell rea, a suo dire, di annunciare e poi smentire provvedimenti e di vagare in uan confusione che squalifica la città

“E’ ormai sotto gli occhi di tutti lo stato di confusione in cui versa l’ attuale amministrazione comunale di Udine. La grossolana e incessante campagna mediatica del sindaco, fatta di annunci ad effetto,  smentiti affermando l’esatto contrario talvolta persino il giorno dopo, ha ormai rivelato a pieno una politica che sta portando la città al declino”.
E’ questa la posizione ufficiale del gruppo consiliare e dell’ associazione Friuli Futuro su questo primo anno e mezzo di amministrazione Honsell che ha lasciato scontenti e sconcertati anche i cittadini udinesi che lo avevano votato.
“Abbiamo assistito ad annunci su tutto, dalla lotta alla zanzara tigre alla chiusura del campo nomadi di via Monte sei busi, dalla riapertura di via Stringher al nuovo stadio, dalla presunta autonomia del consiglio del Teatro per sostituire il valentissimo direttore Mirabella ai nuovi orari dei dipendenti: un elenco che potrebbe continuare all’ infinito. In realtà, solo di annunci poi clamorosamente smentiti si trattava”.
La città intanto continua il suo inesorabile declino nel più assoluto isolamento:

a.. l’invasione di zanzare non cessa e anzi, visto il pericolo di contagio del virus “febbre del Nilo” già segnalato nel vicino Veneto, dove addirittura sono state attivate imponenti misure di precauzione, diventa un reale rischio per la salute pubblica oltre che un disagio, nonostante la dichiarazione del sindaco del 23 aprile 2008 che diceva testualmente:”Predisporrò una lotta serrata alla zanzara tigre, che infesta ancora troppe zone di Udine e provoca forti disagi mettendo a rischio la salute dei bambini”.

b.. il campo nomadi versa in condizioni sempre peggiori dopo le incredibili posizioni del sindaco che il 17 maggio 2008 dichiarò: “Il campo nomadi di via Monte Sei Busi deve essere sgomberato” , smentendosi come al solito il 23 agosto 2008 dicendo che: “Il campo nomadi non sarà sgomberato. Proviamo a costruire una politica di integrazione”.

c.. via Stringher a 20 km all’ ora è riuscita a far sghignazzare e indignare non solo la città ma tutto il Friuli: residenti, pedoni, ciclisti, automobilisti, commercianti, esercenti incredibilmente tutti all’unisono contro una soluzione che scontenta tutti.

d.. dove sono finiti i lavori di ammodernamento dello stadio così tante volte evocati?

e.. come si fa ad annunciare i nuovi orari dei dipendenti comunali, magari senza averli consultati, e rimangiarsi tutto il giorno dopo?

f.. quando finirà questo incredibile balletto sulla sostituzione di Mirabella, decisa a tavolino a livello politico a quanto si legge, che ha indignato e irritato tutta la città?

Quando finiranno, in generale, questi annunci e le varie manifestazioni di piazza a cui il sindaco tiene tanto e si incomincerà a lavorare seriamente per il bene della città?
Se la mancanza di idee e lo sfilacciamento della maggioranza che lo ha eletto non consentono al sindaco Honsell di applicarsi, forse occorre proporgli di prendere seriamente in considerazione l’idea di dimettersi andando alle urne per chiedere un nuovo consenso ai cittadini udinesi, verificando sul campo e non con dichiarazioni autoincensanti il giudizio degli elettori.

Il Presidente
dott. Enrico Bertossi
Il Capogruppo consiliare
avv. Alberto Bertossi

Lascia un commento

874