Ritorna a Bibione l’appuntamento con il beach volley dai grandi numeri: 200 campi da gioco, più di 2.000 squadre e più di 8 mila pallavolisti, ra cui molti professionisti, provenienti da tutta Europa, Australia e Stati Uniti. 150 persone di staff per gestire gare, tabelloni, arbitraggi e aree ospitalità.
Bibione(VE) 25 maggio 2011 – Appuntamento irrinunciabile a Bibione quello della 16esima edizione della Beach Volley Marathon, il più conosciuto, spettacolare e partecipato evento sportivo open della specialità. Nell’arenile di fronte alle Terme, per tre giorni, in 220 campi si sfideranno migliaia di pallavolisti. I prossimi appuntamenti sono: sabato 9 e domenica 10 luglio con la Night Edition del Volley ; Venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 settembre con la beach Volley Marathon.
Nel corso della tre giorni saranno disputati due distinti tornei: venerdì 27 il torneo per specialisti 2×2 M/F; mentre sabato 28 e domenica 29 il torneo è rivolto agli appassionati di ogni livello di gioco, con le categorie il 3×3 M/F e 4×4 Misto. Un modo per offrire ai partecipanti un confronto agonistico diversificato e maggiore spettacolo anche a turisti ed appassionati della disciplina, perché la maratona del volley da spiaggia è un evento che emoziona e sorprende. Esaltante vedere dalla passeggiata del lungomare migliaia di palloni che ballano. Anche i professionisti si fanno contagiare dagli amatoriale giocatori di serie A happenining del beach volley
Di grande impatto scenografico la distesa dei campi da gioco disegnati sulla sabbia e migliaia di giocatori che gareggiano simultaneamente. Oltre 4000 è il numero medio di incontri previsti nelle giornate di gioco.

Divertimento e allegria proseguiranno anche al tramonto con coinvolgenti party on the beach, per poi spingersi a ritmo di musica nelle migliori discoteche della località balneare o nel centro della città, dove molti locali rimarranno aperti in coincidenza della Notte bianca.
Un palinsesto sulla Beach Volley Marathon andrà in onda sul programma sportivo di Sky Sport.

Lascia un commento

392