Biblioteche, librai e lettori per diffondere la cultura del libro

libri

Un patto tra i vari soggetti coinvolti nelle iniziative di promozione della lettura per coordinare azioni, progetti, idee per stimolare sempre di più la diffusione di libri tra i giovani e non solo. Questo è il ”Patto per la lettura”, che sarà approvato, su iniziativa dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in occasione della quarta edizione della Notte dei Lettori (17 giugno 2017).

Il patto, vero e proprio strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura, nasce da un’esperienza pluriennale verso le giovani generazioni della Biblioteca Civica Joppi attraverso le sue sezioni e le Biblioteche di Quartiere, dall’adesione del Comune di Udine ai tre progetti dell’accordo multisettoriale per la promozione della lettura in età 0/18 ”Leggiamo”, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dall’inserimento nel 2017 di Udine nell’elenco delle ”Città che leggono” da parte del Centro per il libro e la lettura e infine dall’organizzazione di ben quattro edizioni de ”La notte dei lettori”, manifestazione nata da un’idea del Comune di Udine con la preziosa collaborazione delle librerie della città e curata dall’Associazione culturale Bottega Errante.

«Il Patto per la lettura della Città di Udine – afferma l’assessore alla Cultura Federico Pirone – fa propria la convinzione che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società, uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale della città». Un filo che unirà istituzioni, biblioteche, librerie, case editrici, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, professionisti della promozione della lettura, e tutti coloro che condividono questa visione.

Sottoscrivendo il Patto, i soggetti coinvolti si impegnano a riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti (favorendone l’accesso in particolare alle famiglie con bassi consumi culturali), consolidare le abitudini di lettura di bambini e ragazzi ma anche anziani e favorire le occasioni di incontro fra i lettori, gli autori, gli editori, i librai e le biblioteche supportando la rete territoriale per la promozione della lettura.

Per realizzare gli obiettivi del Patto sarà costituito un Tavolo di Coordinamento composto da diverse figure in rappresentanza dei vari ambiti della filiera del libro che definiscano gli obiettivi comuni, verifichino l’andamento delle attività programmate, istituiscano dei tavoli tematici e promuovano azioni atte a favorire la più ampia adesione.

libri

Un patto tra i vari soggetti coinvolti nelle iniziative di promozione della lettura per coordinare azioni, progetti, idee per stimolare sempre di più la diffusione di libri tra i giovani e non solo. Questo è il ”Patto per la lettura”, che sarà approvato, su iniziativa dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in occasione della quarta edizione della Notte dei Lettori (17 giugno 2017).

Il patto, vero e proprio strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura, nasce da un’esperienza pluriennale verso le giovani generazioni della Biblioteca Civica Joppi attraverso le sue sezioni e le Biblioteche di Quartiere, dall’adesione del Comune di Udine ai tre progetti dell’accordo multisettoriale per la promozione della lettura in età 0/18 ”Leggiamo”, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dall’inserimento nel 2017 di Udine nell’elenco delle ”Città che leggono” da parte del Centro per il libro e la lettura e infine dall’organizzazione di ben quattro edizioni de ”La notte dei lettori”, manifestazione nata da un’idea del Comune di Udine con la preziosa collaborazione delle librerie della città e curata dall’Associazione culturale Bottega Errante.

«Il Patto per la lettura della Città di Udine – afferma l’assessore alla Cultura Federico Pirone – fa propria la convinzione che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società, uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale della città». Un filo che unirà istituzioni, biblioteche, librerie, case editrici, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, professionisti della promozione della lettura, e tutti coloro che condividono questa visione.

Sottoscrivendo il Patto, i soggetti coinvolti si impegnano a riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti (favorendone l’accesso in particolare alle famiglie con bassi consumi culturali), consolidare le abitudini di lettura di bambini e ragazzi ma anche anziani e favorire le occasioni di incontro fra i lettori, gli autori, gli editori, i librai e le biblioteche supportando la rete territoriale per la promozione della lettura.

Per realizzare gli obiettivi del Patto sarà costituito un Tavolo di Coordinamento composto da diverse figure in rappresentanza dei vari ambiti della filiera del libro che definiscano gli obiettivi comuni, verifichino l’andamento delle attività programmate, istituiscano dei tavoli tematici e promuovano azioni atte a favorire la più ampia adesione.

Powered by WPeMatico

615

Biblioteche, librai e lettori per diffondere la cultura del libro

libri

Un patto tra i vari soggetti coinvolti nelle iniziative di promozione della lettura per coordinare azioni, progetti, idee per stimolare sempre di più la diffusione di libri tra i giovani e non solo. Questo è il ”Patto per la lettura”, che sarà approvato, su iniziativa dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in occasione della quarta edizione della Notte dei Lettori (17 giugno 2017).

Il patto, vero e proprio strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura, nasce da un’esperienza pluriennale verso le giovani generazioni della Biblioteca Civica Joppi attraverso le sue sezioni e le Biblioteche di Quartiere, dall’adesione del Comune di Udine ai tre progetti dell’accordo multisettoriale per la promozione della lettura in età 0/18 ”Leggiamo”, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dall’inserimento nel 2017 di Udine nell’elenco delle ”Città che leggono” da parte del Centro per il libro e la lettura e infine dall’organizzazione di ben quattro edizioni de ”La notte dei lettori”, manifestazione nata da un’idea del Comune di Udine con la preziosa collaborazione delle librerie della città e curata dall’Associazione culturale Bottega Errante.

«Il Patto per la lettura della Città di Udine – afferma l’assessore alla Cultura Federico Pirone – fa propria la convinzione che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società, uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale della città». Un filo che unirà istituzioni, biblioteche, librerie, case editrici, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, professionisti della promozione della lettura, e tutti coloro che condividono questa visione.

Sottoscrivendo il Patto, i soggetti coinvolti si impegnano a riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti (favorendone l’accesso in particolare alle famiglie con bassi consumi culturali), consolidare le abitudini di lettura di bambini e ragazzi ma anche anziani e favorire le occasioni di incontro fra i lettori, gli autori, gli editori, i librai e le biblioteche supportando la rete territoriale per la promozione della lettura.

Per realizzare gli obiettivi del Patto sarà costituito un Tavolo di Coordinamento composto da diverse figure in rappresentanza dei vari ambiti della filiera del libro che definiscano gli obiettivi comuni, verifichino l’andamento delle attività programmate, istituiscano dei tavoli tematici e promuovano azioni atte a favorire la più ampia adesione.

libri

Un patto tra i vari soggetti coinvolti nelle iniziative di promozione della lettura per coordinare azioni, progetti, idee per stimolare sempre di più la diffusione di libri tra i giovani e non solo. Questo è il ”Patto per la lettura”, che sarà approvato, su iniziativa dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, in occasione della quarta edizione della Notte dei Lettori (17 giugno 2017).

Il patto, vero e proprio strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura, nasce da un’esperienza pluriennale verso le giovani generazioni della Biblioteca Civica Joppi attraverso le sue sezioni e le Biblioteche di Quartiere, dall’adesione del Comune di Udine ai tre progetti dell’accordo multisettoriale per la promozione della lettura in età 0/18 ”Leggiamo”, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dall’inserimento nel 2017 di Udine nell’elenco delle ”Città che leggono” da parte del Centro per il libro e la lettura e infine dall’organizzazione di ben quattro edizioni de ”La notte dei lettori”, manifestazione nata da un’idea del Comune di Udine con la preziosa collaborazione delle librerie della città e curata dall’Associazione culturale Bottega Errante.

«Il Patto per la lettura della Città di Udine – afferma l’assessore alla Cultura Federico Pirone – fa propria la convinzione che la lettura, declinata in tutte le sue forme, sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società, uno strumento straordinario per l’innovazione e lo sviluppo economico e sociale della città». Un filo che unirà istituzioni, biblioteche, librerie, case editrici, autori e lettori organizzati in gruppi e associazioni, scuole e università, imprese private, associazioni culturali e di volontariato, professionisti della promozione della lettura, e tutti coloro che condividono questa visione.

Sottoscrivendo il Patto, i soggetti coinvolti si impegnano a riconoscere l’accesso alla lettura quale diritto di tutti (favorendone l’accesso in particolare alle famiglie con bassi consumi culturali), consolidare le abitudini di lettura di bambini e ragazzi ma anche anziani e favorire le occasioni di incontro fra i lettori, gli autori, gli editori, i librai e le biblioteche supportando la rete territoriale per la promozione della lettura.

Per realizzare gli obiettivi del Patto sarà costituito un Tavolo di Coordinamento composto da diverse figure in rappresentanza dei vari ambiti della filiera del libro che definiscano gli obiettivi comuni, verifichino l’andamento delle attività programmate, istituiscano dei tavoli tematici e promuovano azioni atte a favorire la più ampia adesione.

Powered by WPeMatico

615