Bearzi

vino-rosso 20
Secondo uno studio condotto dal Ministero della Salute, negli ultimi 10 anni è aumentato il numero di persone che consumano bevande alcoliche al di fuori dei pasti con un aumento notevole delle donne che si concedono qualche drink di troppo senza badare troppo all’occasione. Questo fenomeno è detto “binge drinking” che significa bere in maniera compulsiva e colpisce in modo particolare le ragazze al di sotto dei 16 anni. Forse un motivo è quello legato al fatto che bere fa perdere i freni inibitori, oppure che tenere il bicchiere di un cocktail oppure una bottiglia di birra in mano fa sentire più grandi, ma l’alcol è diventato anche per i più giovani mezzo per nascondere problem sociali e relazionali.
Fino a qualche anno fa si pensava fossero i Paesi del Nord Europa quelli dove un cicchetto era permesso, adesso anche in Italia si brinda se c’è un motivo e anche se non c’è.

Quello che sorprende dei dati forniti dal ministero è che si stà assistendo ad una triplicazione delle ragazze che consumano alcol rispetto agli ultimi 15 anni. Se poi vogliamo considerare anche il sesso forte si parla di oltre un milione e 200mila giovani, tra gli 11 e i 24 anni, che mettono a rischio la propria salute solo perchè l’alcol li attrae un pò troppo.

Iil 20% dei casi di intossicazioni da troppo alcol riguarda ragazzi al di sotto dei 14 anni, un’età in cui dovrebbero essere di moda merendine e succhi di frutta… Si beve per divertirsi, per sentirsi più grandi, senza conoscere le conseguenze di un gesto che sembra semplice e leggero

facebook

Lascia un commento

625