Bollette, conoscerle per risparmiare: i consigli e le cose da sapere

Bollette, conoscerle per risparmiare: i consigli e le cose da sapere

Le bollette rappresentano per molte persone un costo non da poco, e un peso notevole sul bilancio economico di ogni famiglia. Soprattutto quando si parla di stagioni come l’inverno e l’estate, visto il consumo energetico necessario per attivare il riscaldamento e gli impianti di climatizzazione.

Spesso rimaniamo sorpresi dal totale delle voci di spesa, anche perché non riusciamo a mettere in atto alcune routine positive, commettendo degli sbagli che alla fine impattano parecchio sul totale dei costi in bolletta. Fra le prime cose da fare bisognerebbe capire la bolletta e, poi, intervenire per ridurre gli sprechi.

Conoscere la bolletta per risparmiare

Prima di vedere i suggerimenti specifici su come risparmiare, dunque, il primo step è quello di capire a fondo cosa ci comunica la nostra bolletta e come analizzare l’attuale contratto. Per fortuna, online si trovano alcuni consigli e guide, come ad esempio quella di Wekiwi per capire come leggere la bolletta della luce.

Un caso concreto sono le tariffe biorarie che, a dispetto di quanto si possa pensare, alla fine oggi non si rivelano poi così convenienti. Nello specifico, alcuni studi hanno dimostrato che la monoraria consente di risparmiare di più, intorno al 7,7%, anche se ovviamente tutto dipende dalle nostre abitudini di consumo, e dal numero di membri in famiglia.

Per risparmiare, poi, occorre fare molta attenzione al consumo degli elettrodomestici, specialmente se non dotati di una classe energetica alta. In genere si consiglia di investire nell’acquisto di nuovi dispositivi: una spesa che verrà recuperata nel breve periodo, portando molti vantaggi in bolletta. In secondo luogo, l’uso delle multi-prese è utile per spegnere i dispositivi insieme ed evitare lo stand-by, che consuma comunque energia. Un altro suggerimento utile è quello di non posizionare mai il forno vicino al frigo, perché quest’ultimo risentirebbe del calore emanato dal primo.

Consigli su gas, riscaldamento domestico e risparmio

Tutto parte da una corretta manutenzione degli impianti, necessaria per risparmiare sui consumi di gas, e lo stesso discorso vale per le varie componenti dei caloriferi, come nel caso delle valvole. In secondo luogo, si consiglia di non alzare troppo le temperature in casa, fermandosi intorno ai 19-20 gradi. Non bisogna coprire i termosifoni, ed evitare quella che è un’abitudine per tanti italiani, ovvero stendere sopra di essi i panni ad asciugare o ostacolarli posizionando di fronte gli stendini.

Anche la tecnologia può darci una mano d’aiuto, e in tal caso si parla della domotica e dei termostati smart: questi dispositivi, infatti, ci permettono di gestire in maniera più intelligente il riscaldamento, così da ridurre i consumi, adeguandoli alla situazione specifica di ogni ambiente domestico. In conclusione, i modi per risparmiare sono davvero tanti.

362