Bologna Udinese 0-2 La galleria FOTO

di natale esultanza-1

Dopo quattro sconfitte di fila e un periodo nerissimo, finalmente Francesco Guidolin può respirare: “E’ una vittoria che ci voleva, siamo tutti più sollevati”, dice al termine della partita a Bologna. Il successo rinfranca gli animi e il tecnico ha così anche modo di dire che non crede al ritiro a fine anno del capitano dei friulani, Antonio Di Natale, in gol su rigore: “Credo che ne abbia parlato in un momento di sconforto, credo che siano state parole di un ragazzo che ha avuto un attimo di scoramento. Secondo me non si ritira. E’ un rompiballe – ha aggiunto – ma la sua classe è unica”. Guidolin è soddisfatto perché ha visto “una risposta di squadra”. L’Udinese, infatti “è in una situazione a cui non è abituata. Forse abbiamo fatto l’errore, inconsciamente, di non pensare che ogni partita che si vince in serie A è un’impresa”. Il tecnico ringrazia per la fiducia che la società e Pozzo gli hanno rinnovato, anche a prescindere da come finiva l’anticipo del Dall’Ara: “Sono cose che so, perché sono quelle che ci diciamo in privato. Per me conta il bene dell’Udinese. In quattro anni ho portato la squadra in Europa quattro volte, due in Champions. Ora navighiamo in acque diverse. E’ chiaro che mi piacerebbe essere io quello che porta fuori la barca fuori dalla tempesta, ma qualsiasi cosa succeda, mi sento friulano a vita”. Per Davide Ballardini, dopo tre pareggi, è la prima battuta d’arresto da quando è subentrato a Pioli: “Non meritavamo di perdere”, è il suo commento finale. Ma, ha aggiunto, “noi dobbiamo essere fin da subito quelli che siamo stati dopo i primi 20′, da quel momento ho visto una sola squadra in campo. L’Udinese avrà fatto sì e no due tiri in tutta la partita”. E il rigore concesso ai friulani? “Molto fiscale. Ma non ne voglio parlare, ci sta che un arbitro quando decide sbagli”. I fischi e le contestazioni alla società? “Bisogna che tutte le componenti tirino dalla stessa parte”.

Udinese batte Bologna 2-0
Bologna (3-5-1-1): Curci 6.5, Antonsson 5.5, Natali 6, Cherubin 6 (29’st Christodoulopoulos sv), Garics 5 (15’st Moscardelli 6), Kone 5, Perez 5.5, Pazienza 5, Morleo 5, Diamanti 6, Bianchi 5 (23’st Acquafresca 5.5). (16 Malagoli, 32 Stojanovic, 75 Crespo, 6 Sorensen, 22 Mantovani, 4 Krhin, 13 Laxalt, 99 Cristaldo). All.: Ballardini 5.
Udinese (3-5-1-1): Scuffet 6, Hertaux 6, Danilo 6.5, Domizzi 6.5, Basta 6, Badu 6.5, Allan 6 (1’st Pinzi 5.5), Lazzari 6, Pereyra 6, Fernandes 6 (21′ st Lopez 6.5), Di Natale 6.5 (29’st Maicosuel 6). (30 Kaleva, Bubnjic, 19 Douglas, 4 Naldo, 18 Jadson, 13 Milnar, 9 Muriel, 94 Zielinski). All.: Guidolin 6. Arbitro: Calvarese di Teramo 5. Reti: nel pt 15′ Di Natale su rigore, nel st 47′ Nico Lopez. Recupero: 0 e 4′.
Angoli: 5-4 per l’Udinese. Ammoniti: Allan, Kone, Pinzi per gioco scorretto, Domizzi, Cherubin e Moscardelli per proteste. Spettatori: 15.227 (di cui 13.295 abbonati) per un incasso di 148.765 (di cui 124.954 rateo abbonati).

I GOL – 15′ pt: Un pallone a campanile e Pazienza si appoggia su Lazzari che cade al limite dell’area: per Calvarese è rigore e Di Natale trasforma con un rasoterra alla destra di Curci, che aveva indovinato l’angolo. – 47′ st: Contropiede di Maicosuel che si avvicina all’area con la difesa del Bologna completamente sbilanciata, il brasiliano serve Nico Lopez che infila il raddoppio nel recupero.

scuffet udinese-1 bologna udinese-11 bologna udinese-10 bologna udinese-7 bologna udinese-8 bologna udinese-9 bologna udinese-6 bologna udinese-3 bologna udinese-4 bologna udinese-5 bologna udinese-2 bologna udinese-1 tifosi udinese calcio-1

777