Webcam

Bullismo: dodicenne in ospedale ancora per alcuni giorni

bullismo

Resterà ricoverata in ospedale ancora per alcuni giorni la ragazzina che lunedì mattina si è lanciata dalla finestra della propria camera. Lo si apprende da fonti vicine alla famiglia.
A rendere necessaria la degenza, nel reparto di Pediatria, sono due ordini di ragioni. Occorre innanzitutto valutare con attenzione le conseguenze delle fratture agli arti che la piccola si è procurata nella caduta da circa quattro metri; nonè infatti ancora scartata l’opzione chirurgica per ricomporre una delle ferite più gravi. In seconda analisi, c’è la necessità di avviare una terapia di supporto psicologico, nella quale saranno coinvolti anche i genitori, profondamente segnati dall’accaduto.

Nei device utilizzati dalla dodicenne che due giorni fa tentato il suicidio lanciandosi dalla finestra di casa, al secondo piano, non sarebbero state trovate tracce di minacce o riferimenti a particolari aggressioni fisiche, esplicite manifestazioni di pericolo o di bullismo. E’ quanto emerge dai rilievi effettuati dalla Polizia Postale di Trieste.
Gli investigatori hanno invece notato una sorta di spaccatura nel gruppo di ragazzini che facevano parte della classe: tra quelli più inseriti e maggiormente rispettati dai compagni e coloro che, secondo la definizione della stessa ragazzina, facevano parte degli ‘sfigati’ e quindi venivano in qualche modo emarginati.
Gli agenti di polizia tenderebbero anche ad escludere che qualche adulto sia venuto a conoscenza delle inquietudini così profonde della ragazzina, che avrebbe invece condiviso il suo stato d’animo solo con un paio di amiche più strette.

Fonte: ANSA

facebook
512