Bearzi

Business Meets Art 2015 presenta E-STRAORDINARIO

businessmeetsart

In occasione della terza edizione dell’evento internazionale Business Meets Art, inserito nel più ampio progetto Young people business e che si terrà a Udine dal 28 al 30 gennaio 2015, ospite d’eccellenza sarà la Fondazione Ermanno Casoli con il suo progetto di maggior successo E-STRAORDINARIO, che dal 2011 ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

E-STRAORDINARIO è un progetto formativo della Fondazione Ermanno Casoli, da sempre impegnata nell’ideazione e promozione di progetti grazie ai quali l’arte contemporanea incontra il mondo dell’impresa. I workshop vengono creati pensando al mondo dell’impresa, in cui l’artista e l’arte contemporanea sono al centro del processo formativo. Tra le importanti realtà imprenditoriali nazionali coinvolte nei workshop creativi dalla Fondazione Casoli, troviamo Elica, la Business School de Il Sole24ORE, il gruppo Farmaceutico Angelini, il gruppo Bricocenter Srl e molti altri.

A gennaio, il laboratorio formativo arriverà per la prima volta a Udine. Location d’eccezione il museo del Castello, grazie al patrocinio del Comune di Udine e alla partnership con i Civici Musei. 20 sono i posti aperti ad imprenditori, manager e artisti che saranno condotti in un percorso formativo volto a far vivere ai partecipanti un’esperienza concreta di gioco di squadra e di collaborazione tra ruoli diversi; attraverso la metafora dell’arte i partecipanti saranno accompagnati in un percorso unico e ricco di riflessioni.

Il laboratorio coinvolge l’artista Francesco Arena, e sarà curato da Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione E. Casoli, in collaborazione con Piero Tucci, senior partner della società M&D, specializzata in formazione e sviluppo delle risorse umane. L’incontro fra Business Meets Art e la Fondazione Casoli è avvenuto durante la seconda edizione convegno. Come sottolinea Marcello Smarelli, «Con E-STRAORDINARIO la Fondazione Ermanno Casoli ha inaugurato ormai 5 anni fa un percorso unico a livello nazionale e non solo. Grazie al supporto e al coraggio di Elica, principale sostenitore della Fondazione, abbiamo potuto sperimentare con successo i benefici che la presenza di un artista nel contesto aziendale può portare. In questi anni molte aziende si sono rivolte a noi per favorire il miglioramento degli ambienti di lavoro, segno tangibile che il mondo della cultura e dell’impresa possono dialogare e ottenere benefici reciprocamente. L’invito da parte di Business Meets Art non fa che confermare il valore della nostra azione e dell’esperienza di E-STRAORDINARIO in particolare».

Ricordiamo che le iscrizioni per il bando BMA AWARDS chiuderanno il 15 dicembre.

facebook
379