Bearzi

Buttrio: Kickoff learning

I camp sportivi dedicati al calcio si stanno affermando come le migliori vacanze estive per gli adolescenti italiani. Il dato dei partecipanti è in costante crescita e l’opportunità, da non lasciarsi scappare, arriva anche in Friuli Venezia-Giulia. O meglio, si parte dal Friuli ma si sbarca a Burnley, nel Lancashire, per una vacanza all’insegna del calcio e dello studio dell’inglese.

Un’abbinata vincente che permetterà ai giovani partecipanti, dagli 11 ai 16 anni, di vivere la realtà di un club di prima fascia, studiare l’inglese e conoscere una cultura diversa, ma anche di migliorare le abilità calcistiche grazie al contributo di un certo Paolo Poggi, coadiuvato dal suo staff.

Il tutto, in un Camp dedicato che durerà due settimane, dal 7 al 20 luglio.

L’idea è venuta ad un giovane imprenditore con la passione del calcio, Matteo Romano, udinese classe ’82, che dopo aver approfondito all’estero – in Australia e Gran Bretagna – le dinamiche del marketing sportivo, ha deciso di dare corpo alla sua idea.

Per farlo ha chiesto la collaborazione di personaggi autorevoli nel loro campo: a partire da Paolo Poggi, indimenticato campione bianconero attualmente in forza all’area tecnica del Mantova, che con il suo staff si prenderà cura della preparazione tecnico-tattica dei calciatori in erba.

Per la parte in inglese invece Kickoff si avvarrà invece dei servizi di Irene Revelant e della sua Business Voice, punto di riferimento a livello nazionale per le traduzioni professionali e per l’insegnamento dell’inglese a tutti i livelli.

Con una piccola curiosità: anche la parte dedicata allo studio della lingua infatti sarà “in tema” e verterà intorno all’ambito calcistico e a quello sportivo in generale. Così i ragazzi non dovranno sorbirsi le classiche lezioni frontali anche durante le vacanze.

L’esperienza più bella la vivranno sicuramente muovendosi, studiando e allenandosi nel campus dove si allena la prima squadra del Burnley, giocando negli stessi campi, utilizzando gli stessi spogliatoi. Insomma, sarà davvero un’esperienza da “Championship” per vivere a stretto contatto con l’ambiente professionistico e magari farsi un’idea del calcio inglese, grazie anche al torneo con le squadre locali.

Il tutto senza dimenticare lo studio, cui sarà dedicato il pomeriggio, e un’alimentazione sana, appositamente curata dalla nutrizionista Sara Fabris di Domus Medica, che si occupa anche dei menù di squadre professionistiche, ad esempio dell’Udinese.

I movimenti dei ragazzi fra allenamenti, partite, gite e studi saranno sotto l’occhio costante di un operatore televisivo e di un intervistatore, che seguiranno passo dopo passo le giornate, registrando impressioni e commenti, con l’intento di realizzare una sorta di “reality” dell’esperienza: un modo per rendere il ricordo ancora più indelebile e per favorire lo scambio di contatti fra i partecipanti anche tramite i social.

Non mancheranno momenti di puro divertimento e socializzazione come una obbligatoria visita all’Old Trafford e al museo del Manchester United, distante meno di un’ora di macchina, oltre che di parchi divertimento nelle vicinanze.

Per chi volesse rimanere in Italia, Kickoff organizza due “city camp” anche a Buttrio e a Marcon (provincia di Venezia). Tutte le informazioni sulle tre possibilità si trovano sul sito kickofflearning.com

facebook

Lascia un commento

591