CAFC: attenzione alle truffe da parte di chi approfitta dell’emergenza per commettere reati

Nessun tecnico Cafc entra nelle case dei cittadini in questo periodo di emergenza da Covid-19. A causa del virus sono infatti state sospese tutte le letture e tutte le manutenzioni alle utenze finali. Coloro che stanno mandando messaggi, whatsapp e citofonano spacciandosi per tecnici CAFC per entrare nelle case sono truffatori.

Ad avvisare la cittadinanza sulle gravi truffe in corso da parte di chi, approfittando dell’emergenza, vuole commettere dei reati è il CAFC allertato dai cittadini che hanno contatto il call center dedicato ad emergenze/guasti 800.903.939, attivo 24 ore su 24, tutti i giorni.

Gli unici due motivi per cui CAFC interagisce direttamente con i cittadini, in questa fase emergenziale, è l’attivazione dell’utenza e il disservizio (nel caso cioè in cui manchi l’acqua), mentre tutte le altre attività a contatto con la popolazione sono sospese fino a nuova comunicazione. Ovviamente continua il lavoro di CAFC negli impianti seguendo tutti i protocolli di sicurezza, come prosegue l’attività ordinaria di CAFC: sono garantire tutte le pratiche mediante accesso telefonico o via web e gli utenti possono contattare il call center amministrativo 800 713 711 per svolgere iter di natura amministrativa.

I cittadini hanno segnalato a CAFC due persone che hanno citofonato qualificandosi come tecnici CAFC (falsi) che chiedevano di vedere dove fossero posizionati i contatori in funzione di una futura sostituzione (in garage). Questi truffatori, fra l’altro, avevano detto, stando al racconto dei cittadini, di conoscere i loro nomi e cognomi e pure quello della madre che abita accanto. Per fortuna il cittadino ha sospettato si trattasse di un tentativo di truffa visto il periodo e per l’assenza della scritta CAFC nel furgone da cui erano scesi i due malintenzionati.

Cafc denuncia anche un altro messaggio-truffa, firmato da tale Ercole, arrivato via sms ad alcuni cittadini che recita quanto segue:

“Buongiorno, spero stiate tutti bene in questo periodo così difficile, vi disturbo per chiedervi la lettura del contatore dell’acqua che non ho ancora ricevuto. Resto in attesa di una foto tramite WhatsApp e vi porgo un cordiale saluto”. Ercole

CAFC ribadisce a tutti i cittadini di non rispondere a questi messaggi, di segnalare  immediatamente al Call center emergenze 800903939, di non aprire a nessuno e di contattare le forze dell’ordine per denunciare i fatti.

411