Calcio: Bolzonello, stadio Fontanafredda sarà ok per Pordenone

Trieste, 30 nov – “Con questo stanziamento finalizzato alle
opere di adeguamento dello stadio Omero Tognon di Fontanafredda
andiamo a risolvere il problema legato delle condizioni del
Bottecchia, lo storico impianto del Pordenone calcio, che da anni
ospita le partite dei ramarri in deroga alle disposizioni della
Lega Pro”.

Lo ha detto oggi a Trieste il vicepresidente del Friuli Venezia
Giulia, Sergio Bolzonello, a margine dell’approvazione da parte
del Consiglio regionale dello stanziamento all’Unione
territoriale intercomunale (Uti) del Noncello di 1,5 milioni di
euro per i lavori all’impianto sportivo di Fontanafredda e la
realizzazione di un nuovo campo di calcio sintetico. La cifra si
somma ai 500mila euro già stanziati nella legge di assestamento.

Il Pordenone, come ha sottolineato Bolzonello, sta giocando le
partite al Bottecchia grazie alla deroga che scade alla fine di
questa stagione agonistica, quindi a giugno del 2018.

“A questo punto – secondo il vicepresidente della Regione – due
erano le strade: o costruire un nuovo stadio oppure cercare
qualche soluzione alternativa”.

“Ritenendo – ha spiegato Bolzonello – che i considerevoli costi
per l’eventuale realizzazione di un nuovo impianto debbano essere
esclusivamente a carico dei privati e non degli enti pubblici,
abbiamo colto l’opportunità offerta dalle favorevoli condizioni
strutturali dello stadio di Fontanafredda, che con opportune
modifiche può diventare idoneo a ospitare le partite fino alla
serie B”.

In considerazione del fatto che al termine dei lavori l’impianto
sarà destinato esclusivamente al Fontanafredda e al Pordenone, il
nuovo rettangolo di gioco sintetico, come ha rimarcato il
vicepresidente, diventa indispensabile per tutte le formazioni
giovanili che attualmente utilizzano il campo del Tognon.
ARC/GG/fc

Powered by WPeMatico

879