Calcio femminile: Tavagnacco sbanca Verona

brumanaL’Upc Tavagnacco sbanca Verona imponendosi per 4 reti a 1. Una vittoria meritata per le friulane, che così riscattano la sconfitta patita all’andata. Per le gialloblu a segno Camporese, Parisi, Dri, Clelland e Brumana.

Primo tempo con due reti e continui capovolgimenti di fronte. Parte meglio il Tavagnacco, che all’8’ ci prova con Dri dalla distanza, ma la sua conclusione è debole. Al 10’ Parisi libera Camporese sulla fascia che crossa al centro per Clelland: la scozzese tenta la deviazione di tacco ma Ohrstrom devia in angolo.
All’11’ ancora Dri ci prova da fuori area, al volo, ma la palla va alta. Al 14’ si vede in avanti il Verona, con Ledri, ma il suo tiro è fuori misura. Al 25’ è Sardu a rendersi pericolosa, ma la sua conclusione a incrociare sfiora il palo. Il vantaggio del Tavagnacco arriva al 27’, con Camporese che su cross si fa trovare in area e con un bel colpo di testa che non lascia scampo a Ohrstrom.
La rete ‘sveglia’ le padrone di casa, che cominciano a produrre gioco. Al 30’ è Ramera a sfiorare il pareggio, con una botta da distanza ravvicinata su cui Penzo è attenta. Al 35’ Fuselli sigla l’1 a 1: la numero 11 delle padrone di casa, lanciata in contropiede (su sospetta posizione di fuorigioco) supera il portiere del Tavagnacco con un preciso rasoterra. La squadra di casa spinge e va vicina al raddoppio al 39’ con Baldo e al 40’ con Fuselli.
In chiusura di tempo, al 43’, si rivede in avanti il Tavagnacco con Clelland, ma il suo tiro è debole.

La ripresa si apre con il gol del Tavagnacco: all’8’ Parisi su punizione fa partire un ‘missile’ dai 25 metri che non lascia scampo al portiere del Verona. Il Tavagnacco preme e al 13’ le friulane segnano il terzo gol con la neo diciottenne Dri, che senza timori reverenziali fa partire una conclusione dal limite dell’area superando Ohrstrom. Il Tavagnacco dilaga al 27’ con un rasoterra di Clelland, lanciata a rete da Sardu. Il Verona è alle corde e ancora Parisi ci prova al 35’ dalla distanza, ma la sua conclusione finisce alta. La partita si chiude nel migliore dei modi, al 49’, con un gol della capitano Paola Brumana.

912