Carabinieri Udine sequestrano 7 kg di cocaina

cocaina
Circa sette chili di cocaina nascosti in un vano ricavato in un pianale di un furgone. Il carico, che al dettaglio avrebbe fruttato con la vendita circa 300 mila euro, è stato intercettato dai Carabinieri della Compagnia di Udine a Feletto Umberto il 3 marzo scorso. Il conducente del mezzo, un cittadino moldavo di 40 anni residente a Francoforte con passaporto israeliano, V.I., è stato arrestato con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti. La droga era celata in sacchetti di cellophane contornati da pacchi di caffè per ingannare eventuali cani antidroga. Il nascondiglio si azionava applicando la corrente elettrica a dei morsetti installati all’interno del furgone.

La droga è stata scoperta nel corso di un’attività di controllo del territorio messa in atto negli ultimi tempi dai Carabinieri della Compagnia di Udine in cui è incappato anche il furgone Volkswagen Transporter. Ad attirare l’attenzione dei militari dell’Arma è stato il passaporto israeliano in possesso del conducente del mezzo, un moldavo residente in Germania. Il nervosismo mostrato dall’uomo ha fatto il resto. Sono stati quindi approfonditi i controlli al mezzo anche con l’intervento dei Carabinieri del Ros di Udine per avviare le indagini anche in campo antiterroristico. Gli accertamenti sul passaporto sono ancora in corso, ma sembra si tratti di un documento regolare. L’ingente quantitativo di droga è stato scoperto in un vano ricavato nel sottoscocca del furgone. I militari dell’Arma ritengono che alla partenza dalla Germania, la notte stessa del controllo o al massimo il giorno precedente, il carico di droga potesse essere ancora più sostanzioso. I circa sette chili di cocaina non occupavano infatti tutto lo spazio ricavato nel nascondiglio. Parte dello stupefacente potrebbe essere stato ceduto dunque durante il tragitto.

715