Aperitivo a Grado

Career day all’Università di Udine. 1100 partecipanti e 2000 colloqui

facebook

4 colloqui di lavoro e consegna cv nelle postazioni aziendali del Career Day

Si è chiusa con un bilancio di circa 1100 partecipanti, più di 2000 colloqui di lavoro effettuati e altrettanti curriculum vitae consegnati alle aziende la prima edizione del Career Day dell’Università di Udine. La fiera del lavoro dell’ateneo friulano ha visto la presenza negli spazi del polo scientifico di 40 aziende nazionali e internazionali alla ricerca di laureandi e laureati per coprire 60 opportunità professionali. Oltre ai colloqui di lavoro, i partecipanti hanno potuto assistere alle presentazioni aziendali, usufruire di consulenze orientative, di un servizio di correzione e raccolta di curriculum vitae per posizioni lavorative ad assunzione immediata e a quattro seminari sul contratti di lavoro, sul colloquio professionale e sui corsi di lingua all’estero.

«La reputazione di una università – ha detto il rettore Alberto Felice De Toni, ha inaugurato la manifestazione – cresce nella misura in cui cresce il placement, cioè la sua capacità di far incontrare con successo i propri giovani talenti con le domanda di lavoro delle aziende».

«Il confronto con i reclutatori – ha evidenziato il delegato per il placement dell’ateneo, Marco Sartor – ha fatto emergere la necessità di una ibridazione dei contenuti delle lauree umanistiche e giuridiche con tematiche maggiormente di interesse per le imprese».

Per l’assessore al lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca della Regione Friuli Venezia Giulia, Loredana Panariti, «l’Università di Udine segna un punto importante nella rete di relazioni e interscambio che stiamo costruendo tra scuole, università, imprese, enti e tutti quelli che vorranno starci, perché la vera grande sfida dei nostri tempi è quella di saper investire nella conoscenza». Il vicepresidente della Fondazione Crup, Oldino Cernoia, ha sottolineato «l’importanza che riveste la partnership con l’Ateneo friulano nell’ambito del suo ruolo di attore primario di promozione e coesione sociale rivestito dalla Fondazione».

«Iniziative importanti come il Career Day – ha detto l’assessore ai centri per l’impiego, formazione professionale, attività produttive, energia e sicurezza della Provincia di Udine, Leonardo Barberio – rientrano negli sforzi che dobbiamo fare tutti per dare una speranza ai giovani che in questo momento sono quelli più in difficoltà». L’assessore all’innovazione e allo sviluppo economico del Comune di Udine, Gabriele Giacomini, ha invece evidenziato l’importanza del Career Day «perchè dà a tutti l’opportunità di partire dalla stessa base dando poi voce al proprie competenze, aspirazioni facendo emergere i meriti di ognuno».

Le aziende che hanno partecipato sono state: Abs, Advantech Time, Ahun, Alf Uno, Ali Energia, Arteventi, Automotive Lighting, Autostar, Azienda per i servizi sanitari n.3 “Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli”, Beantech, Card Tech, Colombin, CrediFriuli, Danieli & C. Officine Meccaniche, Datamind, Decathlon, Electrolux, Euroconsulting, Exact Lab, Facau, Ferriere Nord, Freud, Friuli Innovazione, Ikea, Info Solution, Insiel, Interna, Kpmg, Leroy Merlin, Lidl, Quid, Quin, Roncadin, Rosa Group, Safexpertise, Sereni Orizzonti, Sms Concast, Sms Meer, Stock Arredo, Umana, Wartsila.

705