Bearzi

foto wiener
Si presenta come un’antologia di celebri brani tratti dalle più popolari operette la nuova edizione del Carnevale d’amore, tradizionale spettacolo di teatro e danza che porta in scena un genere di assoluto rilievo del patrimonio culturale italiano, martedì 1 marzo alle ore 20.45, al teatro Nuovo “Giovanni da Udine”(prevendita dal 7 febbraio presso la biglietteria del teatro, tel. 0432.248418). L’iniziativa celebra il carnevale cittadino attraverso l’utilizzo di differenti stili coreografici ed è organizzata dall’Associazione Danza e Balletto in collaborazione con la Regione F.V.G. e ha il patrocinio artistico del Comune di Udine, della Fondazione CRUP e dell’Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe”. “Non solo operetta!”, questo il titolo del carnevale 2011, accoglie alcuni ospiti internazionali provenienti dalla Scuola di Balletto dell’Opera di Stato di Vienna diretta da Simona Noja (sovrintendete Manuel Legris) e il primo ballerino televisivo, di formazione friulana, Luca Condello, attuale solista dell’Ente Lirico Arena di Verona. La presenza di danzatori e coreografi provenienti dall’Austria, dall’Ungheria e dall’Italia fa parte di un percorso progettuale annuo che prevede scambi, stage e residenze coreografiche da febbraio in poi; infatti già il 28 del mese presso la sede sociale di Udine, Evelyn Teri, docente alla Scuola di Balletto dell’Opera di Stato di Vienna terrà uno stage di livello avanzato aperto a tutti gli studenti del territorio (info al n. 0432.601518). Tornando al programma, la serata porta in scena dieci nuove creazioni e debutti coreografati da Paola Galliussi Ceron, Elisabetta Ceron, Cinzia Pittia, Maria Victoria Ignomiriello (già prima ballerina Tulsa Ballet-USA), Evelyn Teri e Luca Condello. Quest’ultimo firma la residenza coreografica realizzata a Udine de “La Vedova Allegra” di Lehar di cui è interprete principale con i solisti del Gruppo Stabile Udinese (Adeb); la Scuola di Stato di Vienna presenta invece “Graduation Ball”con Shunsuke Miziu (drummer), Ayumi Janda, Carmela Gamarro, Barbara Castka, Clara Ehm, Alisa Hacker. Completano lo spettacolo gli interventi degli studenti della Scuola di danza “Ceron” sui testi di Marco Toso e sulle musiche arrangiate e composte da Marco Maria Tosolini docente del Conservatorio “Tartini” di Trieste.

Foto: Scuola di Ballo dell’Opera di Stato di Vienna

facebook

Lascia un commento

1.151