Telegram

Carniarmonie – 14/21 ago – programma

Densissima di appuntamenti la programmazione di Carniarmonie2009, la rassegna concertistica estiva itinerante che tocca i luoghi più suggestivi della Carnia. Manifestazione vetrina degli eventi musicali in montagna, al suo diciottesimo anno di attività, che grazie al sostegno della Regione FVG, dei comuni carnici guidati da Tolmezzo, di enti privati come la Fondazione Crup, la Banca di Cividale e l’Eurotech Group, cresce di anno in anno con eventi di sempre più grande spessore.
Settimana esilarante questa, caratterizzata da randez-vuos sonori cui certamente non si può  mancare.  Tutti gli appuntamenti sono ad entrata libera e l’inizio è sempre fissato per le ore 20.45.

Venerdì 14 agosto doppio appuntamento con i concerti di Carniarmonie! Alle ore 20.45 presso la Zona esterna Kursaal ad Arta Terme (in caso di maltempo all’Auditorium “Candoni” di Tolmezzo). l’attesissimo concerto della Stella del Jazz Jan Garbarek – evento perla della programmazione montana – che con  Rainer Bruninghaus al pianoforte,  Yuri Daniel al basso e Trilok Gurtu alle percussioni, darà via ad uno sfavillante concerto fatto di grandi opere e superbe improvvisazioni, assolutamente da non perdere!
Alle ore 20.45 nella Pieve di Santa Maria Assunta in Prato a Resia, i Fiati della Filarmonia del Friuli Venezia Giulia hanno preparato un esclusivo concerto per Carniarmonie, dal titolo Fiati all’Opera! Con Tiziano Cantoni al flauto, Enrico Cossio all’oboe, Maddalena D’Ambrosio al clarinetto, Andrea Liani al corno e Dario Braidotti al  fagotto, saranno le celebri Ouvertures delle opere di Mozart, Rossini, Bizet e Verdi, a deliziare l’uditorio amante della lirica e non solo.

Sabato 15 agosto alle ore 20.45 il Friuli Venezia Giulia Gospel Choir sarà all’Arena Esterna di Verzegnis con un programma tutto incentrato sulla musica di tradizione afro, spirituals, blues, gospel songs, fino a generi molto vicini al jazz e alla musica moderna, come la fusion e il pop. Diretti da Rudy Fantin, con la conduzione del coro affidata ad Alessando Pozzetto, la band composta da Alessandro Turchet al basso, Stefano Palaferri alla batteria e Marco Bianchi alla chitarra, darà adito al corposo coro di voci nel coinvolgente fascino della musica gospel.

Domenica 16 agosto alle ore 20.45 nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Forni di Sopra uno spettacolo dal titolo Musica dipinta e pittura sonora con l’Ensemble Dumblis e Puemas sotto la direzione di Sandro Bergamo. Musica dipinta è il recupero di una serie di brani musicali tardo rinascimentali e barocchi dipinti realisticamente e soprattutto leggibilmente in quadri di pittori del 600. Durante il concerto è prevista la proiezione dei quadri in cui i brani musicali sono contenuti. Pittura sonora, si riprendono alcuni brani del programma di Onomatopeia: natura e vita nella polifonia rinascimentale. Nel Rinascimento la voce umana fu lo strumento principe di ogni estetica musicale e di essa si fece un uso molto libero, usandone tutte le possibilità sonore ed espressive, tra cui la possibilità di imitare, con la voce, suoni e rumori della natura e della vita umana.

Lunedì 17 agosto alle ore 20.45 nella Chiesa di San Giacomo Maggiore a Sezza di Zuglio, l’atteso duo con il soprano Alexandra Wilson e il pianista Eddi De Nadai sarà in concerto con grandi composizioni classiche dell’Ottocento e Novecento. Il programma prevede Wagner:  Dich teure Halle (da Tannhäuser), Mahler : Liebst du um Schönheit (da Rückert Lieder), Ging heut Morgen über Feld (da Lieder eines fahrenden Gesellen), Strauss: Es gibt ein Reich (da Ariadne auf Naxos)3 Lieder:Allerseelen, Wiegenlied, Zueignung, Barber:  Solitary Hotel  –  Nocturne, Gershwin:  My man’s gone now (da Porgy and Bess) Summertime (da Porgy and Bess), Weill: My  Ship (da The Lady in the dark) September Song (da Knickerbocker Holiday),Bernstein:  Somewhere (da West Side Story).

Martedì 18 agosto
alle ore 20.45 nella Chiesa di Santa Maria Annunziata a Castoia di Socchieve, l’Orchestra Mitteleuropea con la direzione di Paolo Paroni sarà in concerto con grandi capolavori di Mozart, Chopin e Beethoven. L’Orchestra Mitteleuropea è una realtà di recente costituzione. Raccoglie l’eredità delle più recenti orchestre regionali radicandosi nel tessuto sociale del nostro territorio non precludendo collaborazioni e aperture verso i paesi che culturalmente ci sono affini da lustri: il nome infatti è frutto dell’idea di allargare i confini culturali grazie anche al contatto con talenti provenienti da nazioni che fanno e faranno parte della Comunità Europea. La nuova Europa che ha fatto diventare il Friuli Venezia Giulia non più paese di confine ma centrale appunto “mittel”, ci offre l’opportunità di diventare traino di un progetto che affonda radici nella tradizione musicale europea.
Le capacità professionali assodate di un gruppo ormai storico di musicisti della nostra regione trovano così un nuovo slancio in un progetto di matrice europea, dinamico e innovativo senza preclusioni verso la “nuova” musica con l’ambizione di diventare un’istituzione musicale di riferimento per l’area mitteleuropea.

Mercoledì 19 agosto alle ore 20.45 a Palazzo Veneziano di Malborghetto il Gruppo Fiati Musica Aperta diretto da Pieralberto Cattaneo, eseguirà un concerto con musiche del patrimonio musicale classico ottocentesco con Widor, Franck, Debussy, Faurè, Dubois, Donizetti, Rossini. Il Gruppo Fiati Musica Aperta fondato nel 1976 da Pieralberto Cattaneo, ha preso parte a importanti stagioni concertistiche in Italia e all’estero: Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Jugoslavia, Malta, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia U.S.A.. Opera anche nel campo della musica contemporanea, con prime esecuzioni assolute in concerti più volte trasmessi da RadioTre e dalle Radio tedesche e in due CD incisi per la TGE.

Giovedì 20 agosto alle ore 20.45 nella Chiesa di San Paolo Apostolo a Raccolana di Chiusaforte  con la direzione di Paolo Paroni sarà in concerto con grandi capolavori di Mozart, Chopin e Beethoven. Paolo Paroni nel corso della sua attività frequenta in pari misura l’opera ed il repertorio oratoriale, la musica antica ed il repertorio sinfonico romantico e contemporaneo essendo costantemente invitato a dirigere diverse e prestigiose orchestre sinfoniche e da camera di livello internazionale, a capo delle quali realizza altresì alcuni CD dedicati alla musica contemporanea. Da menzionare sono, tra gli altri, gli ingaggi presso storiche ed illustri istituzioni quali l’Orchestra Filarmonica Slovena, l’Orchestra della Radiotelevisione di Zagabria, l’Orchestra Filarmonica di Zagabria, la Capella Savaria, nota orchestra barocca presso la quale ricopre dal 2000 l’autorevole ruolo di “Direttore Ospite Principale”.

Venerdì 21 agosto alle ore 20.45 il celebre violoncellista Roberto Trainini sarà nella Chiesa di San Lorenzo a Villa Santina con un concerto che prevede come programma Bach,  Suite n. 1 in Sol Maggiore per violoncello solo BWV 1007, Suite n. 6 in Re Maggiore per violoncello solo BWV 1012. Hindemith,  Sonata op. 25 n. 3 per violoncello solo, Ysaye,  Sonata op. 28 per violoncello solo. Roberto Trainini dopo aver vinto numerosi premi nazionali (Vittorio Veneto 1990, 1°premio, Lorenzo Perosi-Biella 1993 e 1995, 1° premii, SMM Milano 1995 3°premio) nel 1996, grazie al conseguimento di una prestigiosa borsa di studio, si trasferisce in Svizzera per proseguire gli studi sotto la guida di Radu Aldulescu alla International Menuhin Music Academy, Gstaad. In questa prestigiosissima scuola é stato allievo per la musica da camera di Igor Oistrakh, Alberto Lysy, Yehudi Menuhin. Nel 1999 entra a far parte della classe per solisti di Wolfgang Mehlhorn alla Hochschule für Musik di Amburgo dove si diploma nel 2003 con il massimo dei voti e la menzione d’onore (“summa cum laude”) eseguendo il concerto di A.Dvorák op.104 con gli Hamburger Symphoniker. Perfezionatosi sotto la guida di Michel Strauss al Consevatorio Superiore di Parigi, Niklas Schmidt ad Amburgo, e Steven Isserlis a Prussia Cove, Inghilterra, dopo avendo partecipato con successo a rinomati concorsi internazionali (Markneuikirchen 2001, Elise Meyer -Amburgo 2001, Belgrado 2005 , Bonucci 2003 ) si é affermato come un completo violoncellista in quanto sia come camerista che come solista il suo repertorio spazia dal primo barocco alla musica contemporanea. Recente la sua partecipazione al Quartetto Scardanelli, e la sua frequente collaborazione con la compositrice Sofia Gubaidulina .Ha nel 2002 eseguito il “Noumi” per violoncello e pianoforte del compositore Serge Kaufmann in prima mondiale al Festival di Moulin d’Andé.
Membro dei Solisti di Salisburgo dal 2003 si é esibito in formazioni dal duo all’ottetto con musicisti quali Jörg Demus, Vladimir Mendelssohn, Elliot Fisk, Luz Leskowitz, David Geringas, Karl Leister, Jeremy Menuhin, e molti altri, in tutta Europa.
É dal 2003 primo violoncello dell’Opera di Lüneburg, dove vive tuttora.
Fondatore nel 2006 del Sestetto d’ Archi di Amburgo suona un violoncello M.I.Stadlmann 1780ca, Vienna.

Il sito www.carniarmonie.it e gli Infopoint di Turismo FVG Carnia offriranno ulteriori delucidazioni a chi volesse avere il programma dettagliato e informazioni su come raggiungere i luoghi dei concerti.

facebook

Lascia un commento

908