Case dell’acqua, dal 4 maggio di nuovo in funzione

Dal 4 maggio 2020 si riaprono le casette dell’acqua presenti sul territorio cittadino.

Il CAFC, espletate le necessarie verifiche, ha comunicato l’apertura non sussistendo motivi ostativi.

La fruizione del servizio dovrà avvenire nel rigoroso rispetto delle regole stabilite dalle Autorità al fine di contrastare il contagio, in particolare quelle relative alle distanze interpersonali, al divieto di assembramenti e all’utilizzo di mascherine e guanti.

In loco sono a disposizione le opportune raccomandazioni comportamentali.  

“Con riferimento all’oggetto, espletate le necessarie verifiche normative ed in accordo con il gestore Acquedotto Poiana S.p.A., per omogeneità di comportamento sul territorio provinciale, vi comunichiamo che a partire da lunedì 4 maggio 2020 provvederemo all’apertura delle case dell’acqua non sussistendo motivi ostativi a tale riapertura. Un tanto ci è stato ripetutamente sollecitato da diversi amministratori. Risulterà necessario che i fruitori di tale servizio rispettino come in altri luoghi il distanziamento sociale e la protezione individuale con mascherine e guanti. L’azienda metterà a disposizione in loco le opportune raccomandazioni comportamentali. Chiediamo cortesemente, per quanto possibile, di provvedere a vigilare anche attraverso la Protezione Civile Comunale al fine di evitare possibili assembramenti. Nel caso dovessero riscontrarsi situazioni anomale, siamo a disposizione per interrompere il servizio.”

343