Bearzi

Cavarzerani: struttura in quarantena per 14 giorni. Sarà sorvegliata h24

A seguito dei tre test positivi al covid-19 riscontrati tra i migranti ospiti della ex caserma Cavarzerani di Udine, dove al momento sono concentrati 500 richiedenti asilo, il sindaco del capoluogo friulano, Pietro Fontanini, ha firmato oggi un’ordinanza per “tutelare la salute dei cittadini”, che prevede la messa in quarantena della struttura per 14 giorni. L’ordinanza, in vigore da stamani, prevede anche che il perimetro dell’ex caserma situata alla periferia Est di Udine sia sorvegliato 24 ore su 24 dalle forze dell’ordine. “Con ogni probabilità – ha spiegato Fontanini – a presidiare il perimetro ci sarà anche l’esercito. Il prefetto di Udine – ha aggiunto – ha garantito la massima collaborazione.

Il triage di chi farà arrivo d’ora in poi nella struttura – ha inoltre fatto sapere – verrà eseguito nell’ex seminario di Castellerio in comune di Pagnacco alle porte di Udine”. Il sindaco ha spiegato che “con questa ordinanza, il sottoscritto, in quanto massima autorità sanitaria sul territorio comunale, ha voluto mettere in una forma di autotutela l’ex caserma Cavarzerani, salvaguardando così la salute di tutti i nostri concittadini”.

Fontanini ha anche ricordato che la quarantena è obbligatoria per tutti i cittadini positivi al virus o che siano entrati in contatto con persone contagiate. Intanto, sono stati posti in quarantena anche 15 agenti di polizia che hanno fermato il gruppo di migranti, tre dei quali sono poi risultati positivi e con i quali i poliziotti sono venuti a contatto.

facebook
1.201