Celtic-Udinese: formazione, difesa a 4?

arsenal-40C’ è grande curiosità intorno all’undici che Mister Guidolin schiererà per affrontare la seconda partita del girone di Europa League che vedrà i bianconeri opposti alla gloriosa e storica formazione del Celtic di Glasgow. Quello che sembra certo è che l’Udinese si presenterà sul campo del Celtic Park con ampio turnover. Lasciati a casa a riposare capitan Di Natale e Domizzi reduce da un infortunio, probabile che il tecnico friulano si affidi anche a un canbio di modulo. Rispetto al solito 3-5-1-1 infatti potrebbe essere varata una nuova formula con la difesa a 4, il centrocampo a 5 e un solo attaccante. Insomma una soluzione tattica analoga a quella proposta contro l’Arsenal a Londra.

La difesa qualora dovesse essere schierata a 4 potrebbe vedere schierati nuovamente Ekstrand a destra e Neuton a sinistra. La coppia centrale dovrebbe essere composta dai titolari Danilo e Benatia. Riproponendo la difesa a 4 gli esterni di centrocampo dovrebbero godere di maggiore autonomia in fase offensiva. Via libera quindi alle sgroppate di Basta a destra e dell’esordiente Pereyra  a sinistra a meno che il Mister non prediliga il più affidabile ma stanco Armero. I tre centrocampisti centrali sono forse la vera nebulosa che non sarà dissolta fino all’annuncio della formazione ufficiale. Le due mezzali potrebbero essere Badu sul centrodestra e Abdi sul centrosinistra con Doubai o la sorpresa Battocchio ad agire da centrale. Altra soluzione potrebbe essere quella di avanzare Abdi in ruolo di trequartista a supportare Fabbrini che è l’unica punta portata da Guidolin a Glasgow. Per il giovane talento pisano un ruolo inedito che potrebbe vederlo agire soprattutto come uomo sponda per gli inserimenti dei centrocampisti e per le volate delle ali.

Questa formazione prevederebbe il massimo possibile del turnover ma va detto che Guidolin potrebbe usare dall’inizio anche Pinzi, Asamoah e Isla anche se il mister in attesa di recuperare tutti gli infortunati potrebbe effettivamente affidarsi totalmente alle cosiddette seconde linee.

Il Glasgow dovrebbe schierarsi con un 4-2-3-1 per cui una maggiore densità a centrocampo con l’obiettivo di rubare palla prima che i trequartisti scozzesi possano incidere nell’uno contro uno che potrebbe mettere in grave imbarazzo la difesa friulana che ha dimostrato una certa perforabilità sugli esterni.

Udinese: 4-5-1 Handanovic, Ekstrand, Benatia, Danilo, Neuton, Basta, Badu, Doubai (Battocchio),  Abdi, Pereyra, Fabbrini

facebook
452