Bearzi

Centro Colibrì Margherita Hack al Città Fiera di Martignacco. Inaugurazione 22 Dicembre

colibrì
Domenica 22 dicembre alle ore 11.30 verrà inaugurata ufficialmente al pubblico e alla stampa l’Istituzione Scientifica CENTRO COLIBRI’ di MARGHERITA HACK alla presenza del Prof. Vittorio Sgarbi che in tale occasione assumerà la Presidenza del Centro che per tanti anni era stata affidata a Margherita Hack.

La cerimonia inizierà alle ore 11.30 presso la sala 9 del Cinema di Città Fiera di Udine.
L’istituzione scientifica Centro colibrì fondata da Margherita Hack nel Parco del Castello di Miramare a Trieste si è trasferita a Udine. L’ultima colonia di colibrì ex-situ del mondo ha finalmente una nuova casa.

Oggi l’Istituzione scientifica Centro colibrì rinasce, con fondi interamente privati, in una nuova sede altamente tecnologica con laboratori, aule di ricerca e una vera e propria foresta tropicale completamente isolata dall’ambiente esterno.
Nel 2012 fu firmato un accordo tra Margherita Hack e il filantropo Antonio Maria Bardelli che coinvolgendo le aziende del suo gruppo e il partner Corio rese possibile la realizzazione di questo nuovo Centro di ricerca all’interno dello stesso complesso commerciale denominato Città Fiera di Udine. Il Centro di ricerca nacque alla fine degli anni ’90 a Trieste per volontà del Ministero dell’Ambiente Italiano e dei Governi di Ecuador, Colombia e Peru?, oltre che della prof.ssa Margherita Hack che fu Presidente e legale rappresentante fino alla sua recente scomparsa. Era ed e? l’unica istituzione scientifica del mondo ad occuparsi dello studio e dell’allevamento dei colibrì: uccelli responsabili dell’impollinazione del 85% della foresta sudamericana, ma ad oggi ancora sconosciuti ed in via di estinzione.

Alcuni anni fa si parlo? molto del Centro colibrì poichè alcuni funzionari di Stato volevano chiuderlo.
A difesa del Centro colibrì scesero in campo la Presidenza della Repubblica dell’Ecuador, la consorte del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, il comico Beppe Grillo dedicando degli spettacoli al Centro colibrì che gli valsero la cittadinanza onoraria dell’Ecuador, la cantante Laura Pausini madrina del Centro colibrì e l’Università di Camerino.
Nonostante la volontà del Parlamento, di Ministri e Ambasciatori il Centro colibrì sembrava destinato a chiudere e non per motivi economici poichè il Centro si autofinanziava e costava allo Stato meno di un Museo Civico di Storia Naturale. Di fronte all’impotenza delle stesse istituzioni della Repubblica, poco prima che i colibrì venissero deportati a società private estere, dove sarebbero deceduti, intervenne il Prof. Vittorio Sgarbi che raccolse l’appello della prof.ssa Margherita Hack e ne parlo? con l’allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
Il prof. Sgarbi e il Presidente Berlusconi impedirono che il Centro colibrì venisse chiuso e salvarono la vita a questi preziosissimi e delicati animali.
Fu merito del prof. Sgarbi lo storico abbraccio tra Margherita Hack e Silvio Berlusconi. Dopo un anno dall’intervento del prof. Sgarbi la burocrazia freno? nuovamente il progetto e a questo punto, su richiesta di Margherita Hack, intervenne Antonio Maria Bardelli.

Il Centro colibrì non sara? una mostra aperta al pubblico e neppure un giardino zoologico: la visita degli ecosistemi e dei colibrì ospitati, sia da parte di singoli che di gruppi o scolaresche, sara? possibile diventando soci del Centro di Ricerca e previa prenotazione.

facebook
3.190