Bearzi

Chiasiellis – Brescia 0-3

Finisce tre a zero, con tante polemiche ma anche tanta speranza per il proseguo del campionato, partito in salita ma con ancora 25 partite da disputare. Brescia e Chiasiellis non hanno dato vita ad un incontro bellissimo, scarno di emozioni e di azioni offensive rilevanti da una parte e dall’altra. Il risultato infatti si sblocca alla mezz’ora quando l’arbitro assegna una punizione per un fallo di capitan Lavia, colpita da una pallonata di Sabatino mentre saltava di schiena. Punizione e ammonizione, che col proseguo del tempo peserà come un macigno. La specialista Boni si sistema il pallone e supera Caravilla mandano la sfera sotto la traversa. Nel secondo tempo la musica non cambia, i ritmi sono blandi e non si contano occasioni clamorose nonostante il possesso palla rimanga dalla parte delle lombarde, pur sempre abili a far girar la palla. Poco dopo il 30′ ancora un altro episodio controverso con protagonista Lavia, fino a quel momento migliore in campo. Cernoia si accentra mandando a terra il capitano biancoceleste, che da terra blocca involontariamente il pallone con un braccio un metro fuori dall’area. Seconda ammonizione e fallo. Boni sistema il pallone al limite dell’area quando si accorge con sorpresa che l’arbitro ha assegnato calcio di rigore…ovviamente la fantasista ex Bardolino non si fa pregare e spiazza Caravilla per la seconda volta. Il Chiasiellis in 10 prova a sfondare le linee avversarie, ma la tensione per i due episodi che fino a quel momento hanno segnato l’incontro non permettono alle tigrotte di poter fare il loro gioco. A pochi minuti dal triplice fischio è Rosucci a mettere il sigillo finale all’incontro, con un fendente sul palo lungo che non lascia scampo all’incolpevole Caravilla. Mister Franti a fine gara ha poche recriminazioni da fare alle sue, che alla prima ufficiale hanno comunque arginato una squadra che punta al vertice della classifica e hanno ingiustamente subito un passivo troppo pesante.

A.S.D. Chiasiellis:

Caravilla, Maglio (Cester), Gama, Donchi, Magrini, Lavia, Domenichetti, Del Prete, Mason, Vicchiarello, Miani (Cencig). All. Franti

A.C.F. Brescia:

Mori, Pedretti (Rolfi), D’Adda, Ferrandi (Rosucci), Schiavi, Gozzi, Cernoia, Paliotti, Sabatino, Boni, Alborghetti. All. Grilli

Arbitro: Antonello di Bassano del Grappa

Marcatrici: 27’, 31’ st Boni (rig), 41’ st Rosucci

Note: espulsa Lavia per doppia ammonizione, ammonita Del Prete per proteste; pubblico: 300 persone circa

facebook

Lascia un commento

353