Presentata la “nuova” Pallalcesto Amatori Udine

Presentazione Snaidero 2009-2010Ieri la Pallalcesto Amatori Udine – Snaidero Basket e l’atleta Christian Di Giuliomaria comunicano di aver consensualmente deciso di interrompere la loro collaborazione, oggi la nascita della “nuova” Pallalcesto Amatori Udine
La Snaidero Basket ringrazia il giocatore per i quattro anni passati assieme e coglie l’occasione per augurargli un futuro professionale ricco di soddisfazioni e in tanto è tutto pronto per presentare il 1 luglio la nuova società: la trimurti Pozzo – Snaidero – Blasoni presenterà domani presso il comune di Udine (il sindaco è stato il promotore del coinvolgimento dell’Udinese calcio) la nuova composizione societaria della scoietà che si iscriverà al cmapionato di A2. Saranno così presentati gli altir soci di minoranza che si sono buttati in questa nuova avventura del basket udinese.

Il nuovo GM sarà quasi sicuramente Teoman Alibegovic dopo che con l’intervista al Messaggero Veneto Andrea Fadini  ha fatto intendere che la sua presenza nell’organigramma della società non ci sarà.

Si riparte dunque da Alibegovic che riporterà il denaro sonante dell’Arfin (sponsor o socio?) e da un coach che molti dicono uscirà da dall’amabiente friulano. Martellossi, Ciani e Marcelletti sono i tre nomi più gettonati.

Quanto ai giocatori, salutato come detto Di Giuliomaria, rimane ancora in bilico Bernardo Musso mentre per il resto del roster sarà tutto da verificare anche se c’è chi vocifera che il ritorno di Alibegovic sia il viatico al ritorno di Joel Zacchetti, cresciuto sotto il nume tutelare di Teo, reduce da un’annata “difficile” a Varese

1 LUGLIO 2009

Il Salone del Popolo del Comune di Udine, all’interno di Palazzo D’Aronco, ha ospitato oggi alle 12.30 la conferenza stampa che ha segnato la nascita della “nuova” Pallalcesto Amatori Udine che parteciperà al prossimo campionato di Basket di Legadue. Il tema dell’incontro è stato la presentazione del nuovo assetto della società ed il primo a prendere la parola è stato il Sindaco di Udine, Furio Honsell, padrone di casa: “Questa è un’occasione storica – ha esordito il Sindaco – tante e tali sono le personalità presenti in questo momento che spero non crolli Palazzo D’Aronco. Per me è una grande soddisfazione presentare un progetto-modello che potrà aprire la strada a un nuovo modo di intendere l’imprenditoria sportiva. Oggi si realizza un sogno, abbiamo gettato le basi di un progetto serio e ringrazio il Presidente Gianpaolo Pozzo per la rapidità con cui ha capito, fin dalla prima telefonata che gli ho fatto subito dopo l’incontro con Edi Snaidero, che potevamo costruire tutti insieme qualcosa di importante”.
La parola, quindi, è passata all’Ingegner Edi Snaidero: “Nel momento stesso in cui ho  annunciato la mia intenzione di farmi da parte, avevo sottolineato che avrei fatto di tutto per mantenere il basket di vertice a Udine. Chiedevo, però, una proposta seria, che potesse durare nel tempo. Abbiamo sondato parecchie strade, Alessandro Zakelj si è dedicato a questo praticamente a tempo pieno e oggi nasce qualcosa di diverso, una nuova società con una partecipazione ampia, con vari soci uniti per non disperdere un progetto importante. Saremo in 3 soci con quote attorno al 20%, ossia Udinese Calcio, Sereni Orizzonti e Snaidero e altri soci con il 5,5%, ossia De Eccher, Vidoni, Gesteco, Imi, Bardelli, Idealservice. Manca ancora una piccola quota per raggiungere il 100% ma ciò non pregiudica la compagine che oggi inizia un percorso e che resta aperta all’ingresso di nuovi eventuali partecipanti. Di questa società resterò Presidente perché Pozzo in primis insiste che continui ad esserlo e perchè il CDA che stiamo definendo e i soci tutti mi stanno convincendo che questa sia la strada giusta. Non è mia intenzione oggi parlare della parte sportiva, posso solo anticipare che cercheremo di valorizzare i giovani della nostra regione, che vogliamo che sia un Progetto di tutti e che più che vincere ci interesserà creare un percorso che duri nel tempo”.
Prima di passare la parola a Gianpaolo Pozzo, Edi Snaidero ha voluto ringraziare tutti gli sponsor di questi 10 anni in arancione, quelli che la sosterranno in questo nuovo ciclo, le autorità presenti. Edi Snaidero ha portato anche i saluti del Presidente della Regione Renzo Tondo impossibilitato ad essere presente.
“Non è stato facile convincere Edi a tornare sui suoi passi – ha spiegato Gianpaolo Pozzo – la sua uscita avrebbe rappresentato un danno irreversibile e ci avrebbe obbligato a ricominciare tutto da zero. Siamo soddisfatti di questo risultato, abbiamo tutelato un valore come la Snaidero che non andava disperso e adesso diamo a Edi Snaidero carta bianca per ripartire, un simbolico 51% perché alla fine solo uno deve comandare anche in una compagine estesa come quella che abbiamo costituito. Saluto anche Massimo Blasoni che ricordo da giovane frequentare casa mia e che ora ritrovo come affermato imprenditore”.
E’ toccato al nuovo Vice-Presidente della PAU Massimo Blasoni chiudere il giro di interventi dei tre soci di maggioranza: “Proprio la vicenda della Snaidero deve rappresentare quasi un paradigma per il valore che si porta in dote: intorno allo sport si è riunita una cordata capace di mettere insieme tanti imprenditori importanti. Lo sport si è rivelato un motore capace di raggruppare tante persone, anche diverse tra di loro e non posso negare di essere contentissimo di far parte e di sostenere questa operazione. Perché, come ha detto lo stesso Presidente Pozzo, a Udine dire basket equivale a dire Snaidero”.
Prima di concedersi un brindisi all’Astoria in Piazza XX Settembre, sono intervenuti anche tutti i soci che hanno aderito al Progetto, ossia Giuliano Vidoni, i fratelli Luci per la Gesteco,  Attilio Imi della Pilosio, Enzo Gasparutti per l’Idealservice. Assenti per importanti impegni lavorativi De Eccher e Bardelli. Presente anche Migliorini per l’Unipol che sta valutando un probabile ingresso in società.

Presentazione Snaidero 2009-2010

facebook
1.254