Ciclofficina con lavaggio per e-bike a Trieste 

E’ stato inaugurata ieri (venerdì 4 marzo 2022) alla presenza delle Autorità e della stampa la prima Ciclofficina con lavaggio per e-bike a Trieste che ha sede in via Galatti 8. Sarà possibile, oltre che far riparare e lavare in un’apposita vasca il proprio mezzo a due ruote – sia tradizionale che a pedalata assistita – anche noleggiare un’e-bike o prenotare un viaggio su uno dei numerosi e suggestivi percorsi cicloturistici verso il Nord Europa e l’Istria.

La nuova struttura si propone infatti come un punto di riferimento per i ciclisti e i cicloturisti, residenti o di passaggio a Trieste, dove poter ottenere un servizio a 360°: dalle informazioni turistiche in collaborazione con una primaria Agenzia viaggi, alle prenotazioni per un viaggio su uno dei percorsi cicloturistici che partono e arrivano a Trieste e in regione e per percorsi turistici, in bici e non solo, ma dove trovare anche assistenza e far riparare o lavare il proprio mezzo – sia tradizionale che a pedalata assistita – o noleggiare una bicicletta di tipo e-bike. Tutto questo, con il contributo di esperti del settore, dalla meccanica all’assistenza post-vendita, che potranno consigliare al meglio gli interessati circa la soluzione migliore per le proprie esigenze: di lavoro, tempo libero o sport. Saranno in vendita anche accessori, manuali e guide dedicate.

L’obiettivo è quello di diffondere anche attraverso questa nuova struttura, particolarmente attesa in una città dove è sempre più forte la richiesta di bici ed e-Bike, la cultura del cicloturismo, pure tramite iniziative specifiche che verranno presentate a breve e portare a conoscenza di un pubblico sempre più vasto il tracciato denominato Via Bora, che, partendo da Sagrado, arriva a Muggia, per poi proseguire in Slovenia, fino a Pirano.

La Ciclofficina e l’attiguo Punto servizi nascono dall’esperienza della Trieste Greentour Srl., che già aveva inaugurato nel luglio scorso il primo Punto BIKE con colonnina SOS per il noleggio delle biciclette ordinarie e a pedalata assistita allestito presso il Ristorante al Tiglio in via Kosovel, 3 in Località Basovizza e a disposizione gratuitamente di tutti i ciclisti triestini e dei turisti che visitano l’altipiano.

Il Punto BIKE, realizzato dal Gal Carso grazie al Bando TS4 “RETE DI E-BIKE DI CARSO E ISTRIA” e gestito dalla società Trieste Green Tour S.r.l. è dotato di 10 prese per la ricarica delle e-Bike e di una colonnina S.O.S., al momento della sua posa in opera la prima e unica in tutto il Carso.  A quello di Basovizza seguirà il posizionamento di ulteriori postazioni simili finalizzate al primo intervento in caso di necessità su tutto il territorio dell’ex provincia di Trieste. 
Presso la Ciclofficina sarà possibile inoltre noleggiare o prenotare il nuovo servizio di Tour Turistici della NAVETTA ELETTRICA e-TUK ideato per scoprire le bellezze e tutto il fascino di Trieste in modalità ecologica e con particolare attenzione al rispetto dell’ambiente grazie alla Limo E-Tuk, navetta al 100% elettrica a zero impatto ambientale.
La navetta può trasportare quattro persone oltre al conducente e destinazioni e tour possono essere personalizzati su richiesta. Oltre che con Motocarrozzetta E-Tuk 100% elettrica è possibile naturalmente effettuare Tour cittadini anche con le E-Bike di nuova generazione a pedalata assistita presenti nel punto assistenza e vendita di via Galatti.
“E’ con grande piacere – hanno commentato in sede di inaugurazione Antonio Delconte, amministratore delegato della Trieste Green Tour Srl. e Luca Manzi, Group CEO – che presentiamo oggi alla stampa e alle autorità cittadine la nuova Ciclofficina con lavaggio, noleggio e vendita per e-bike a Trieste. Era una carenza che ci sembrava doveroso colmare vista la grande attrattività turistica della nostra città e dal suo corollario costituito dal nostro meraviglioso altipiano. Nello spirito della spinta ecologica e di mobilità sostenibile fatta propria dal sentimento green che sempre più sta prendendo piede in tutta Europa e pure nella nostra area e che vogliamo incentivare anche attraverso questa iniziativa, il nostro intendimento è quello di attuare iniziative come Pedalate o escursioni per contribuire così a sviluppare il comparto cicloturistico che rappresenta il futuro del turismo sostenibile e può portare a importanti ricadute economiche per tutte le attività commerciali, i pubblici ristoratori e le strutture ricettivo-alberghiere presenti sul Carso e la città di Trieste”.

599