Bearzi

CicloGolosa – Via dei Sapori e dei Saperi Dolomiti Friulane. 22 marzo

foto ciclogolosa 1
Ottimi riscontri per la prima tappa di “Ciclogolosa”, l’iniziativa organizzata dalla “Via dei Saperi e dei Sapori delle Dolomiti friulane”. Numerosi sono stati i cicloturisti che hanno affrontato questo primo itinerario di 18,5 chilometri. Coinvolte in questo primo appuntamento sono state le aziende agricole: A Fil di Tiere, I Vini di Emilio Bulfon, Borgo delle Mele. Tutte hanno offerto le loro specialità ai fortunati cicloamatori che hanno partecipato a questa gustosa iniziativa. “Un’ottima idea per far conoscere il nostro territorio e le sue bellezze, “sostiene il responsabile di A Fil di Tiere” come prima esperienza è abbastanza soddisfacente e ci ha dato gli spunti giusti per fare ancor meglio la prossima volta”. Mentre Borgo delle Mele dice che “è andato tutto bene e la partecipanti erano molto contenti, una gran soddisfazione”. Infine chiude I Vini di Emilio Bulfon: “trovo davvero interessante che si siano avvicinate al territorio persone nuove. Tutto questo grazie alla scoperta dei prodotti tipici come valore per la promozione del territorio stesso.”

Il secondo appuntamento per “Ciclogolosa” è ormai alle porte. Si parte domenica 22 marzo per un nuovo percorso da affrontare sempre con la propria bicicletta ancora alla scoperta delle eccellenze del territorio, artistiche e culturali, ma anche delle saporite specialità enogastronomiche che lo caratterizzano. I vari produttori coinvolti prepareranno deliziose degustazioni lungo tutto l’itinerario di questa gita domenicale.

La seconda tappa consiste in un anello che si snoda da Cavasso Nuovo, passando per Fanna, Poffabro, Frisanco, Navarons e Meduno per un totale di 23 chilometri. Il più impegnativo tra i quattro itinerari della manifestazione. Il “Villaggio Ciclogolosa” verrà allestito a Cavasso Nuovo dove verrà servita anche la colazione a cura delle aziende aderenti che offriranno il meglio della loro produzione a tutti i partecipanti. E poi in sella verso Fanna per poi proseguire fino al Borgo di Frisanco, annoverato come uno dei più splendidi esempi di architettura rurale delle Prealpi. Dopo un breve ristoro si riparte alla volta di Navarons per visitare Casa Andreuzzi, al cui interno sono raccolte le testimonianze dei rapporti intercorsi tra il patriota Antonio Andreuzzi, suo figlio Silvio ed i grandi personaggi della Storia Risorgimentale Italiana come Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi.
A seguire un breve intrattenimento teatrale prima di dirigersi nuovamente verso Cavasso Nuovo dove è prevista la visita al Palazat, il castello-palazzo situato in piazza Plebiscito, costruito tra il 1562 e il 1594 dai conti Fantussio ed Antonio Polcenigo-Fanna, che proseguirono il casato dei Polcenigo nel 1222.

Partecipano a questo secondo appuntamento le aziende: Maria Zambon, Sandra Carusone, Luigi Mariutto, Gianni Carpenedo, Nives Francescon, Vincenzo Dinon, Filippo Bier, Borgo Titol, Macelleria Valcellina Carni, Al Castelu. Tutte proporranno le peculiari specialità delle proprie produzioni ai ciclisti partecipanti a questa tappa della Ciclogolosa.

Per partecipare ad ogni singola tappa della “Ciclogolosa” è necessario registrarsi sul sito www.ciclogolosa.it. In caso di maltempo l’evento verrà rimandato alla domenica successiva.

Promossa dalla Comunità Montana del Friuli Occidentale e Gal Montagna Leader, la Via dei Saperi e dei Sapori delle Dolomiti friulane è un’iniziativa di marketing territoriale che ha l’obiettivo di restituire il giusto valore a quelle piccole realtà particolarmente attive sul territorio e che stanno svolgendo un ruolo insostituibile di sostegno e rilancio dell’agricoltura sostenibile, della preservazione delle tradizioni storico culturali e di quell’ambiente unico che caratterizza il comprensorio delle Dolomiti Friulane. Ne fanno parte 54 aziende, unite dallo scopo comune di far conoscere la ricchezza enogastronomica, artigianale, culturale e tradizionale di una parte del Friuli ancora ricca di tesori da rivelare.

facebook
717