Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato.
Detto questo, andiamo a cominciare.
Stay safe and enjoy the movies.

Brevemente in sala

DAL 31/03

CODA – I SEGNI DEL CUORE (Coda)
di Sian Heder

Arriva in sala il vincitore dell’Oscar 2022 come miglior film, finora disponibile solo sulla piattaforma a pagamento Apple TV+. Remake di una pellicola francese del 2014, La famiglia Belier, il film della Heder racconta le vicende di una adolescente che appartiene ad una famiglia di sordi, tra cui e’ l’unica a sentire. Il suo ruolo di mediatore tra i suoi cari ed il resto del mondo verra’ messo in crisi dalla sua passione per il canto. Il rifacimento USA si distingue dall’originale principalmente per aver utilizzato quasi tutti attori effettivamente sordomuti, a parte ovviamente la protagonista Emilia Jones. Un cast tra cui spicca Marlee Matlin, miglior attrice per Figli di un dio minore nel 1986, che nel corso degli anni grazie alla sua carriera di attrice e’ diventata un grande punto di riferimento per la causa delle persone sordomute. Un’opportunita’ da cogliere per vedere in sala una pellicola altrimenti disponibile solo ad un ristretto numero di abbonati.
ATTESA KUSA 60%

Quando l’Academy decide di premiare un film “minore” (non senza un po’ di furbizia), che racconta la disabilità rendendola praticamente protagonista grazie al suo cast, ecco che la vittoria viene messa in ombra dal becero gossip, dallo scandalo innescato da star viziate e da tempo in declino (e questo anche se tornano a casa con una delle statuette più ambite). Chiusa la nota polemica, Coda merita la giusta attenzione soprattutto se non avete modo di recuperarlo sulla piattaforma streaming di Apple.
ATTESA WELTALL 60%
.

LAMB (Dýrið)
di Valdimar Jóhannsson

Una giovane coppia di pastori islandesi trova un neonato nel proprio terreno, e decide di crescerlo come fosse loro figlio. Ma dopo la gioia iniziale per questo misterioso dono del destino, la loro vita si trasformera’ purtroppo in tragedia.
ATTESA KUSA 50%

Un racconto inquietante che, come The Witch di Eggers, sa di folklore e che abbraccia atmosfere e temi abbastanza disturbanti. Visto il genere, una delle prime scelte, almeno per me.
ATTESA WELTALL 75%
.

MORBIUS
di Daniel Espinosa

Prosegue la serie di film dedicata ai nemici dell’Uomo Ragno, e dopo Venom e Carnage e’ ora il turno di Morbius. Affetto da una rara malattia del sangue, il dr. Morbius cerca una soluzione estrema al suo problema, con l’idea di aiutare tutti quelli con il suo stesso problema. Ma e’ il classico caso in cui la cura e’ peggiore del male. A me l’operazione dei film incentrati sui super-villain sembra un po’ come raschiare il fondo del barile del filone supereroistico. Opinione personale ovviamente.
ATTESA KUSA 40%

Non è difficile vedere dietro film come questo Morbius, o i due Venom, l’intenzione di Sony nello sfruttare il più possibile l’onda lunga della collaborazione con la Disney cercando di creare un piccolo universo narrativo intorno a Spider-Man. Monetizzare il più possibile dietro il successo di un personaggio non so quanto possa bastare e fino a quando.
ATTESA WELTALL 30%
.

UNA VITA IN FUGA (Flag Day)
di Sean Penn

Sean Penn nella doppia di veste di regista ed attore per la storia del rapporto difficile tra un padre anticonformista e la figlia, interpretata dalla vera figlia dell’attore. Cresciuta all’insegna del rischio e dell’avventura, una volta adulta si renderà conto della vera vita che conduce il genitore e cercherà in tutti i modi di prenderne le distanze.
ATTESA KUSA 70%

Un ritorno abbastanza atteso quello di Penn dietro la macchina da presa ed il fatto che i due protagonisti siano effettivamente padre e figlia anche nella vita, da un tocco di intimità particolare alla storia raccontata.
ATTESA WELTALL 70%
.

DAL 7/4

C’MON C’MON
di Mike Mills

Zio e nipotino di 8 anni in viaggio tra Los Angeles, New York e New Orleans. Nei panni dello zio c’e’ Joaquin Phoenix, giornalista radiofonico impegnato in un serie di interviste ai bambini attraverso l’America in questo periodo di crisi ed incertezza globale. La presenza di Joaquin in un ruolo per lui inconsuetamente ottimista
ATTESA KUSA 50%

Due generazioni agli opposti ed un viaggio che li porterà a trovare un inaspettato punto d’incontro. E poi c’è Joaquin Phoenix che da solo è quasi una garanzia.
ATTESA WELTALL 60%
.

LA FIGLIA OSCURA (The Lost Daughter)
di Maggie Gyllenhaal

Il premio oscar Olivia Colman in una pellicola scritta e diretta da Maggie Gyllenhaal e tratta dall’omonimo romanzo italiano di Elena Ferrante. Durante una vacanza da sola in Grecia, Leda fa la conoscenza di una giovane madre (interpretata da Dakota Johnson) e della sua bambina. Questo incontro spingerà la donna a ricordare la sua maternità e a riesaminare alcune sue difficili scelte, dolorose e personali.
ATTESA KUSA 60%

Una storia che scava profondamente nella maternità raccontata, dal testo originale fino alle protagoniste, da nomi femminili di tutto rispetto e di un certo peso.
ATTESA WELTALL 60%

656