Aperitivo a Grado

Cinema Udine: la nuova Sala Astra, il Visionario del futuro

facebook

Dopo mesi di attesa è finalmente giunto il momento di tornare in sala Astra! Un’anteprima natalizia in attesa dell’inaugurazione ufficiale del Visionario prevista per gli inizi del 2020, quando il pubblico potrà finalmente scoprire anche gli altri spazi del cinema di via Asquini, completamente rinnovati e ampliati per un totale di ben 5 schermi nel cuore della città!

L’appuntamento è per martedì 17 dicembre alle ore 18.45 per un brindisi, seguito alle ore 19.00 dall’inaugurazione dell’installazione Omnirica, a cura di Deltaprocess (Federico Petrei, Direzione Artistica / Animazione 3D; Luca Ferro, Animazione 3D; Fay Fernandes, Animazione 3D/2D; Sounds Design: Elia Zupin e Emiliano Gherlanz). Lo spettatore che accederà in sala Astra si ritroverà immerso a 360° in un paesaggio sonoro visualizzato, un flusso infinito di ambienti interconnessi, mondi immaginari sospesi tra il passato e il futuro, che scorrono e si dissolvono tra loro in una costante “discensione”.

E infine, alle ore 20.00, il pubblico potrà finalmente scoprire la nuovissima sala Astra con i suoi 175 posti, le sue comode poltrone e uno schermo ancora più ampio!

Dopo una lunga attesa iniziata lo scorso maggio – e in anteprima rispetto dell’inaugurazione dell’intero edificio, il nuovo Visionario 5 schermi –  da domani 17 dicembre si potrà quindi accedere alla rinnovata Sala Astra che funzionerà a pieno regime per tutto il Natale! L’Astra ha cambiato completamente aspetto e colori: la sala, con 175 posti a sedere rispetto ai 300 di un tempo, è ora in pendenza per garantire la massima qualità della visione e dispone di un maxi schermo di dimensioni molto più ampie rispetto al precedente. Inoltre le nuove comode poltrone e l’ampio spazio “seduta” garantiranno il massimo comfort. Bisognerà attendere ancora qualche mese, invece, per l’apertura completa di tutti gli spazi del cinema di via Asquini, che, ricordiamo, si svilupperanno su 4 piani per un totale di oltre 2000 metri quadrati!

E l’apertura della sala non poteva che avvenire con una proiezione e un’ospite speciale: stiamo parlando di Benedetta Barzinimodella e icona degli anni ’60, che alle ore 20.00 presenterà il documentario di cui è protagonista, LA SCOMPARSA DI MIA MADRE, presentato in prima mondiale al Sundance Film Festival.

Due genitori importanti ma assenti. Una bellezza fuori dal comune. Prima italiana a finire sulla copertina del Vogue americano, Benedetta Barzini è stata musa di artisti come Andy Warhol, Salvador Dalì e Richard Avedon. Negli anni ’70 abbraccia da militante la causa femminista, diventando scrittrice e docente acuta e controcorrente di Antropologia della moda, in eterna lotta con un sistema che per lei significa sfruttamento del femminile. Ora, a 75 anni, stanca dei ruoli e degli stereotipi in cui la vita ha cercato di costringerla, desidera lasciare tutto e scomparire. Una donna fuori dagli schemi che si racconta davanti all’obiettivo del figlio Beniamino Barrese. La prevendita dei biglietti è attiva online.

Da mercoledì 18 dicembre in prima visione arriverà invece STAR WARS: L’ASCESA DI SKYWALKER, ultimo capitolo della saga creata da George Lucas nel lontano 1977 e diretto ancora una volta da J.J Abrams.

1.180