Cinque accessori must have per una buona postazione da gaming

Oltre alle console e ai PC, il mondo del gaming è ricco di accessori pensati appositamente per rendere le sessioni di gioco più confortevoli e coinvolgenti. Ecco i cinque oggetti che non possono assolutamente mancare nella postazione di un gamer che si rispetti.

Smart working, distanziamento sociale, didattica a distanza… sono tutti termini che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi mesi, costringendoci a trascorrere la maggior parte del nostro tempo in casa. Nel riorganizzare gli spazi dedicati al lavoro, allo studio e allo svago, la tecnologia ci ha teso una mano proponendoci diverse soluzioni volte a soddisfare le esigenze di tutti. In questo post vogliamo concentrare la nostra attenzione sul mondo del gaming, un settore merceologico in continua espansione che offre una vasta gamma di accessori pensati per semplificare e migliorare le sessioni di gioco.

Ecco, dunque, i cinque elementi chiave che un giocatore deve assolutamente avere per rendere per la propria postazione confortevole e funzionale.

1. La scrivania

Tutti in casa, bene o male, hanno una scrivania o quantomeno un tavolo apposito riservato al computer e ai propri strumenti lavorativi, ma quando si parla di gaming la postazione assume tutt’altro significato, diventando per il giocatore quasi un luogo sacro. Proprio per questo motivo è importante avere una scrivania abbastanza ampia e adatta a contenere tutti gli accessori che si vogliono utilizzare, prevedendo degli spazi appositi per la tastiera, il mouse, il monitor e magari anche un controller con telecamera e mirino ad alta precisione.

Ovviamente, per scegliere il modello giusto bisogna anche considerare lo spazio presente nella stanza dove si andrà a posizionarla e le proprie esigenze di gioco, tenendo presente che alcuni prodotti offrono anche degli optional aggiuntivi molto utili, come un supporto ad hoc per le cuffie e una vano apposito per le bibite.

Non ci credete? Allora date un’occhiata ai modelli recensiti sul sito https://gamingradar.it, così da fare un confronto tra le migliori scrivanie da gaming disponibili sul mercato e trovare quella giusta per voi.

2. Sedia da gaming

Un discorso analogo lo si può fare anche per le sedie da gaming che, attenzione, non hanno nulla a che vedere con quelle che si trovano negli uffici e negli studi professionali. Dal momento che trascorrere diverse ore al giorno davanti allo schermo può comportare diversi problemi a carico della schiena e delle articolazioni, per fare in modo le sessioni di gioco siano più confortevoli e meno stressanti, una buona sedia da gaming dovrebbe avere un’imbottitura ergonomica e un rivestimento traspirante che incentivi la termoregolazione corporea quando fa particolarmente caldo.

Alcuni modelli messi a disposizione dal mercato sono provvisti anche un supporto extra nella zona lombare per ridurre la pressione esercitata sulla colonna vertebrale e sulle gambe, mentre un poggiatesta regolabile in altezza vi permetterà di assumere una postura corretta, rendendo la seduta più comoda.

3. Monitor

Un altro elemento indispensabile per una postazione da gaming è sicuramente il monitor, la cui scelta dovrebbe tenere conto dello stile di gioco del gamer e dello spazio disponibile sulla scrivania su cui si andrà a posizionarlo.

I modelli offerti dal mercato sono veramente tanti, partendo dalle versioni base di fascia economica fino ad arrivare ai top di gamma. Dal momento che i monitor da gioco hanno delle caratteristiche tecniche del tutto diverse rispetto a quelli destinati agli uffici o al settore grafico, in fase di scelta bisogna considerare la risoluzione, la grandezza dello schermo, il refresh rate del display e, ovviamente, l’interfaccia grafica.

A tal proposito, per avere una grafica decente un monitor da gaming dovrebbe assicurare una frequenza di aggiornamento compresa tra 120 e 144 Hz, mentre i modelli più evoluti e costosi possono arrivare anche a 240/360 Hz.

4. Mouse e tastiera

Anche se negli ultimi tempi i gamepad hanno letteralmente rubato la scena a mouse e tastiere, molti giocatori professionisti restano ancora fedeli a queste due “datate” periferiche. Chi punta al massimo della precisione nel tracking, può optare per una tastiera con gli switch meccanici, che rispetto alla controparte a membrana permette una pressione dei tasti più veloce e reattiva per competere ad alti livelli.

Stesso discorso vale per il mouse, le cui caratteristiche principali sono la precisione, l’ergonomia e la sensibilità, ossia la capacità del sensore integrato di percepire i movimenti della mano per garantire la massima precisione quando si gioca.

5. Headset

L’ultimo elemento volto a rendere la propria postazione da gaming perfetta e funzionale è l’equipaggiamento audio, un must have irrinunciabile per chi vuole vivere un’esperienza di gioco ancora più immersiva e coinvolgente. Inutile dire che anche per gli headset gaming c’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma per individuare quello più adatto al proprio stile di gioco bisogna considerare alcune specifiche tecniche per non incappare in acquisti sbagliati, o peggio, ritrovarsi con delle cuffie che restituiscono suoni piuttosto “grezzi”.

Oltre alla resa sonora, questi dispositivi devono essere anche comodi da indossare, adattandosi alla forma naturale dell’orecchio per migliorare l’isolamento sonoro ed evitare fastidi in caso di utilizzi prolungati. Infine, se siete soliti giocare con altri gamer, un microfono incorporato vi permetterà di comunicare con i vostri compagni di squadra in modo da coordinare le azioni comuni e avere la meglio sugli avversari. 

facebook
1.487