Bearzi

Cividale: Raduno Nazionale Fanti 14-15 marzo 2015

IMG_0732

Unitamente all’Unsi e all’Anupsa, promotrice del Raduno è la Sezione Cividalese dell’Associazione Nazionale del Fante. Il sodalizio, riproposto con denominazioni diverse nel corso della sua lunga storia, con decreto del presidente della Repubblica, in data 12 febbraio 1954, riassume la definitiva denominazione di “Associazione Nazionale del Fante”.
Tra le sue caratteristiche e finalità l’amore e la fedeltà alla Patria; la glorificazione dei Fanti caduti nell’adempimento del dovere, perpetuandone la memoria; l’esaltazione delle glorie dell’Arma; il rafforzamento dei vincoli di fratellanza e di solidarietà fra tutti i Fanti, in congedo e in servizio; l’assistenza ai soci; la collaborazione con le altre Associazioni d’Arma; la promozione di attività culturali, ricreative, sportive e umanitarie.

Il Raduno quest’anno ricorderà il Centenario della Prima Guerra Mondiale con una serie di iniziative come la lettura dei nomi dei Caduti secondo il “Progetto Albo d’Oro” seguita dai rintocchi della Campana del Centenario, la mostra fotografica sui Graffiti della Grande Guerra presso il Convitto Nazionale Paolo Diacono (visitabile dal 14 al 22 marzo dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16) a cura del Museo della Grande Guerra di Ragogna, le deposizioni di Corone ed Onori ai Caduti, le visite alla Galleria di Purgessimo e alla postazione “P” di Bottenicco, oltre alle tradizionali cerimonie ufficiali ed al corteo.

A illustrare l’iniziativa sono stati, nella Sala del Consiglio del Municipio di Cividale del Friuli, Mario Strazzolini, Assessore del Comune di Cividale del Friuli e Carlo Dorigo, presidente della Sezione di Cividale del Friuli dell’Associazione Nazionale del Fante.
Presenti anche il presidente U.N.S.I., maresciallo Domenico Frisone e il presidente A.N.U.P.S.A., generale Luciano Santoro.

Apre il ciclo d’interventi l’assessore Mario Strazzolini che ha posto l’accento su come “la città di Cividale del Friuli abbia una storia intrecciata da sempre al mondo militare con legami di attaccamento delle persone alla città che sono rimasti duraturi nel tempo e che si fondano sull’amore nei confronti della patria”.

Passa poi a spiegare l’intero programma dell’iniziativa Carlo Dorigo, presidente della Sezione di Cividale del Friuli dell’Associazione Nazionale del Fante sottolineando soprattutto la vasta offerta di iniziative che accompagnerà il raduno. Alti anche gli indicatori di partecipazione che il presidente Dorigo così commenta “Dalle prime stime, considerando le varie adesioni, si valuta una presenza di almeno un migliaio di radunisti, che avranno l’opportunità di ritrovarsi dove hanno trascorso un tempo più o meno lungo, ma sicuramente significativo, della loro gioventù e della loro vita. Decine di Sezioni dell’Associazione Nazionale del Fante, con centinaia di partecipanti provenienti da molte regioni, hanno già confermato la presenza al Raduno. Un ringraziamento particolare va all’Amministrazione comunale di Cividale del Friuli che ci ha supportati accogliendo tutte le nostre richieste, riconoscendo l’importanza di quanto hanno rappresentato i Fanti per la città di Cividale del Friuli, sia coloro che furono cittadini per il solo anno di leva, sia per i tanti Fanti, ufficiali e sottufficiali provenienti da tutta l’Italia che, fermandosi in questa città, hanno dato vita a nuove famiglie divenendo, da decenni, parte integrante del tessuto sociale cividalese”.

Infine non è voluto mancare nemmeno il Sindaco di Cividale del Friuli, Stefano Balloch il quale ha manifestato “soddisfazione per un appuntamento diventato ormai fisso nella città ducale che attraverso il ricordo rimarca valori fondanti per ciascuno di noi”.

Il filo conduttore del Raduno sarà il Centenario della Grande Guerra con commemorazioni ed eventi culturali riguardanti appunto il ricordo della Prima Guerra Mondiale
– momento particolarmente toccante sarà la lettura dei Nomi dei Caduti secondo il Progetto Albo d’Oro Grande Guerra, i Nomi dei Caduti saranno seguiti dai rintocchi della Campana del Centenario unica nel suo genere realizzata appositamente dalla ns. Sezione per le Commemorazioni. Alla Cerimonia, parteciperanno anche numerose rappresentanze di parenti dei Caduti provenienti da tutta Italia ai quali sarà consegnata la Medaglia Ricordo alla Memoria.
– la mostra fotografica presso il Convitto Nazionale Paolo Diacono a cura del Museo Grande Guerra di Ragogna de “I Graffiti della Grande Guerra”
– Le deposizioni di Corone ed Onori ai Caduti al Cippo dell’Ex Cimitero Miliare Italiano e all’Ossario Austro Ungarico presso il Cimitero Maggiore di Cividale del Friuli

Molti Radunisti hanno già confermato la loro partecipazione e avranno così l’opportunità di ritrovarsi dove ebbero trascorso un tempo più o meno lungo, ma sicuramente significativo della loro gioventù e della loro vita.
Anche decine di Sezioni dell’Associazione Nazionale del Fante, con centinaia di partecipanti proveniente da molte regioni, hanno già confermato la presenza al Raduno.

Entrando nello specifico il 3° Raduno, che si svolgerà nei giorni 14 e 15 marzo 2015, si svilupperà secondo il seguente programma:
Sabato 14 marzo 2015

Cimitero Maggiore
-ore 09.30 – Deposizione Corone d’Alloro e Onori ai Caduti presso cippo ex cimitero di Guerra Italiano – Ossario Austriaco

Convitto Nazionale Paolo Diacono:
Agli Allievi del Convitto sarà donata la Bandiera Tricolore
-ore 10.15 – Alzabandiera
-ore 10.30 – Inaugurazione Mostra e Conferenza: “ I Graffiti della Grande Guerra” a cura del dott. Marco Pascoli – Museo Grande Guerra di Ragogna
-dalle ore 14.00 alle ore 17.00 – Visita Opera Fanteria d’Arresto: Galleria di Purgessimo
-ore 17.30 – Alzabandiere in Piazza Foro Giulio Cesare
-dalle ore 18.00 alle ore 19.30 – Visita Opera Fanteria d’Arresto: Postazione “P” di Bottenicco

Domenica 15 marzo 2015

ore 09.00 – Monumento via Marconi – Onori ai Caduti
ore 09.15 – Piazza Duomo – Ammassamento
ore 09.30 – inizio Cerimonia
-Onori al Gonfalone della Città di Cividale del Friuli decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare
-Onori al Medagliere dell’Associazione Nazionale del Fante (655 medaglie d’Oro)
-Alzabandiera
-Lettura nomi Caduti Prima Guerra Mondiale secondo il Progetto Albo d’Oro Grande Guerra
-Rintocchi della -Campana del Centenario
-Discorsi commemorativi

ore 10.30 – Santa Messa in Duomo

ore 11.30 – Ricomposizione corteo in Borgo di Ponte
trasferimento alla Caserma Francescatto per deposizione corona d’alloro alla lapide del 76° Reggimento Fanteria “NAPOLI”
-Consegna drappella al neo costituito Gruppo Reggimentale “76° NAPOLI”

ore 12.30 – Pranzo in caserma (su prenotazione)

facebook
1.281