Bearzi

Collio: Shaurli-Bolzonello, Slovenia appoggia candidatura Unesco

Trieste, 24 ott – “Il ministero degli esteri sloveno ha
risposto positivamente alla nostra richiesta di condivisione per
la candidatura del Collio-Brda a patrimonio dell’Unesco”. Lo ha
annunciato oggi l’assessore alle Risorse agricole e forestali del
Friuli Venezia Giulia, Cristiano Shaurli, in occasione della
presentazione delle prossime iniziative in programma nella zona,
tra cui il Collio Day e l’Enjoy Collio Time, da parte
dell’omonimo Consorzio di tutela vini.

Il ministro degli Affari esteri sloveno, Karl Erjavec, ha
evidenziato la disponibilità a sostenere la candidatura
transnazionale a Patrimonio mondiale dell’umanità Unesco del sito
‘Paesaggio rurale Collio – Brda tra Isonzo e Judrio’, la quale
verrà approfondita nella prossima riunione del Comitato congiunto
Regione-Repubblica slovena, e secondo Shaurli “è l’ennesima
dimostrazione che il fruttuoso rapporto internazionale
instauratosi con la Slovenia e l’attenzione al territorio portano
sviluppi e risultati importanti”.

L’assessore ha inoltre evidenziato un’apertura del Ministero
dell’agricoltura italiano verso lo sviluppo della Docg Collio che
“legando il vino alla bellezza e alle particolarità del
territorio rappresenterebbe un unicum nel nostro Paese, ponendo
anche una positiva sfida per l’innalzamento della qualità delle
produzioni. La scelta del Collio di passare a una docg
territoriale è coraggiosa e lungimirante perché concorrerà a far
crescere la visibilità e il ruolo che i vini bianchi friulani
meritano nel contesto vitivinicolo nazionale e internazionale”.

Il presidente del Consorzio di Tutela Vini Collio, Robert
Princic, ha quindi annunciato che il prossimo appuntamento per la
promozione dei prodotti del Collio sarà il 23 novembre, con la
quarta edizione del Collio Day. L’evento organizzato dal
Consorzio in collaborazione con le delegazioni dell’Associazione
italiana sommelier (Ais) coinvolgerà ben 15 città italiane
(Pordenone, Belluno, Vicenza, Milano, Alba, Savona, Bologna,
Siena, Pescara, Porto San Giorgio in prossimità di Fermo, Napoli,
Siracusa, Sassari, Bari e Trento) e proporrà in contemporanea la
degustazione di una selezione di 7 tra i vini più rappresentativi
del Collio, accomunati da una bottiglia particolare: 3 varietà
autoctone, 2 internazionali, un vino d’annata e un Collio Bianco.
Tra maggio e giugno dell’anno prossimo sarà invece riproposto
Enjoy Collio Time, che nella scorsa edizione ha coinvolto oltre
2.000 persone con la possibilità di degustare oltre 300 vini,
generando una rilevante ricaduta mediatica per il brand Collio.

E proprio sull’importanza di legare i prodotti del Collio alla
promozione turistica è intervenuto il vice presidente della
Regione, Sergio Bolzonello, il quale ha sottolineato che si
tratta di “una partita importantissima in termini non solo di
presenze, ma anche di qualità dei visitatori, perché punta a un
target con una buona capacità di spesa, che durante la propria
permanenza in Friuli Venezia Giulia visita il Collio ne scopre le
eccellenze. PromoturismoFvg sta lavorando da tempo a questo
prodotto e ci sono già risposte rilevanti in termini numerici”.
Bolzonello ha inoltre spiegato che “molti albergatori e
ristoratori regionali, in particolare del litorale, hanno già
capito che offrire la possibilità a chi arriva da loro di
visitare l’entroterra e godere di prodotti di altissimo livello è
un plus che va sfruttato. Proprio in quest’ottica – ha concluso –
il Collio è una delle zone che ci sta dando grandi soddisfazioni
per la propria capacità attrattiva”.

Il vice presidente della Camera di commercio Venezia Giulia,
Gianluca Madriz, ha quindi evidenziato che i prodotti del Collio
devono essere promossi nei confronti del sistema delle navi di
lusso e dei mega yacht che attraccano sulle coste triestine, i
quali rappresentano un buon veicolo di promozione dei prodotti
del territorio.
ARC/MA/ep

Powered by WPeMatico

facebook
722