Bearzi

Come sfruttare i bonus benvenuto per le scommesse sportive

Ciò che arricchisce e rende più divertente l’esperienza del betting risiede nei bonus legati alle vincite che si possono ottenere giocando una schedina. Ad esempio, selezionando diversi eventi sportivi, è possibile aumentare sia la somma del premio finale che quella legata ai bonus stessi, grazie a delle offerte specifiche note come “bonus multipla”. In questo modo la somma della vincita effettiva risulterà più grande rispetto a quanto lo sarebbe stata se ci si fosse limitati a moltiplicare le quote indicate in una giocata. Al giorno d’oggi i bonus non possono mai mancare nell’offerta generale di un bookmaker e non a caso ne esistono di svariati tipi, tanto che i servizi di assistenza e le classiche FAQ forniscono un supporto anche a questo riguardo. Basti pensare che negli ultimi anni gli operatori hanno messo a disposizione degli scommettitori anche dei “codici bonus” da inserire al momento dell’iscrizione al portale online di un bookmaker, così da permettere al nuovo utente di accedere nella maniera più vantaggiosa possibile ai bonus benvenuto, i più ricercati in assoluto. Queste promozioni rappresentano spesso la discriminante che convince chi è nuovo nel mondo delle scommesse a preferire un bookmaker ad un altro. In alcuni casi risultano talmente interessanti da portare anche chi è un giocatore abituale a sperimentare un nuovo tipo di offerta con un operatore differente, considerando che termini e condizioni possono variare da bookmaker a bookmaker.

L’offerta di benvenuto più comune riguarda quella “sul primo deposito”. Si tratta di una somma che viene offerta allo scommettitore dopo che questi ha effettuato sul conto di gioco il primo deposito “qualificante”, ovvero eseguito nel rispetto delle condizioni dettate dall’offerta (es. versa un minimo di 100€ entro 10 giorni dalla registrazione e l’operatore ti accredita il 50%, 100% ecc.). Si tratta chiaramente di una promozione destinata solo ai nuovi utenti e che assottiglia il rischio di perdite nelle prime giocate. Di solito, questi bonus prevedono comunque un limite massimo di denaro convertibile in bonus: se ad esempio tale limite fosse di 200€, anche depositando 300€ la prima volta si otterrebbe un bonus massimo di 200€. Prima che la somma del bonus possa essere prelevata sotto forma di denaro reale, occorre spenderla nel gioco per un determinato numero di volte, sempre specificato dall’operatore. In questo caso si parla di “fun bonus”, che a differenza dei “real bonus”non devono essere giocati una volta soltanto.

Il “bonus di benvenuto senza deposito”, invece, viene erogato in maniera un po’ diversa e può essere distribuito in più forme, a seconda del prodotto. Ad esempio, come “freebet”, ovvero una scommessa da piazzare gratuitamente, oppure come una somma da puntare sulle schedine. Negli ultimi tempi, il proliferare di siti internet e app sul betting hanno consentito facilmente la trasposizione virtuale delle più famose slot machine, pertanto nemmeno queste ultime sono esenti da promozioni e offerte. Nella fattispecie, il bonus può concedere dei “freespins”, ossia dei giri gratis. Per il casinò ci si riferisce a crediti da giocare alla roulette o altri giochi da tavolo verde, mentre nel bingo vengono regalate delle cartelle. Questo bonus viene concesso solo dopo la verifica dell’identità dell’utente, che deve inviare al bookmaker un proprio documento personale per accertare la sicurezza dei dati personali. I bonus di benvenuto senza deposito possono essere prelevati come denaro reale dopo aver soddisfatto i “requisiti di puntata”, che indicano il volume di gioco necessario da produrre in relazione alla somma accreditata. Come intuibile, ogni giocatore può accedere a questo genere di promozioni solo una volta.

Molti altri bonus di benvenuto diffusi nel mondo del betting sono disponibili solo quando si è nel vivo del gioco, quindi dopo registrazione e primo deposito. I “bonus cashback”, ad esempio, rimborsano parte delle giocate perse in un determinato lasso di tempo. Alcuni bonus possono essere conseguiti solo poco alla volta e in questo caso prendono il nome di “bonus progressivi”. Il bonus erogato dipende dall’importo del primo deposito (es. versa un minimo di 50€, piazza giocate e dopo aver raggiunto il volume di gioco richiesto l’operatore ti accredita ogni volta una tranche di bonus fino al raggiungimento del massimale del bonus stesso). Il periodo di tempo utile per trasformare i bonus in denaro reale viene detto “rollover”. Queste indicazioni sono da ritenersi comuni a tutti i bookmaker: a cambiare sono solo i tetti massimi dei bonus, i requisiti di puntata e le condizioni poste dalle specifiche offerte, che si rinnovano di continuo sulla base delle leggi di mercato e della concorrenza.

facebook
846