PopSockets

Commemorate le vittime degli attentati di Parigi; unanimità odg a favore del preside Bearzi e su situazione Aussa Corno. Esaminati due odg su Exe.

Approvato l’assestamento al bilancio 2015, 4,2 milioni di euro in più per scuole e strade.
Commemorate le vittime degli attentati di Parigi; unanimità odg a favore del preside Bearzi e su situazione Aussa Corno. Esaminati due odg su Exe. 

Più risorse per gli interventi nelle scuole e la messa in sicurezza delle strade della provincia di Udine. Arrivano, infatti, 4 milioni 231 mila euro nell’assestamento di bilancio 2015/2017 approvato oggi – 30 novembre – con 19 voti favorevoli, 9 contrari e un astenuto dal Consiglio provinciale di Udine che, preliminarmente, aveva accolto 9 emendamenti sui 10 proposti. A entrare nei dettagli della manovra è stato il presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini.
La maggior parte delle risorse (1 milione 760 mila euro) sono destinate alla realizzazione del secondo lotto dell’istituto Stringher di viale Monsignor Nogara: una ventina saranno le nuove aule a disposizione della scuola stessa che registra numeri in costante crescita (1800 studenti e 200 ai corsi serali) ma anche di altri istituti del centro cittadino che necessitano di spazi per la didattica stante l’elevata concentrazione di studenti nel capoluogo e la carenza di aule. Vengono finanziate anche le manutenzioni di tre palestre (90 mila per Uccellis, 150 mila per il Marinelli e 85 mila per il Linussio di Codroipo): si tratta di interventi che verranno effettuati con fondi propri senza ricorrere a nuovi mutui e quindi proseguendo nel cammino virtuoso intrapreso dall’Ente verso una riduzione dell’indebitamento, pari a 10 milioni di euro all’anno. Sempre per quel che riguarda le scuole, la Provincia di Udine ha messo a disposizione 120 mila euro per integrare lo stanziamento regionale della legge 14/91 per l’abbattimento delle rette delle scuole paritarie. Per quanto riguarda le strade, 250 mila euro saranno impiegate per sistemare fossi e tombotti ostruiti con le precipitazioni settembre, 220 mila euro sono stati stanziati per lo sgombero neve, 250 mila per la sistemazione delle fermate delle corriere, 150 mila euro per sostituire una passerella in legno sulla sp 49 Osovana in comune di Colloredo di Monte Albano, 55 mila euro per la manutenzione della rotatoria di Buia,  65 mila euro per le strade della bassa friulana, 150 mila euro per sistemare il ponte di Povoletto e renderlo facilmente accessibile dalle biciclette, 300 mila euro per la messa in sicurezza della viabilità della zona montana, 160 mila euro per la messa in sicurezza della sp 34 di Montenars. Da affrontare nel 2016, la spesa per la manutenzione della centrale termica del centro studi di via Leonardo Da Vinci a Udine con l’ipotesi di sostituire una o due caldaie. Rilievi sul documento contabile, preoccupazione per la difficoltà di immediata realizzazione di alcune progettualità, necessità di una ricognizione anticipata rispetto alle necessità operative da parte di servizi tecnici e ragioneria nonché alcuni spiegazioni puntuali su alcune assegnazioni (integrazione contributi alle paritarie, ampliamento dello Stringher, interventi nei plessi decentrati), sono stati espressi dai consiglieri Franco Lenarduzzi, Arnaldo Scarabelli, Alberto Soramel, Gabriele Pitassi, Luciano Cicogna, Salvatore Spitaleri (Pd). Precisazioni e il punto di alcuni interventi nelle scuole per quanto riguarda offerta formativa, dimensionamento e manutenzioni eseguite o in corso, sono state fornite dagli assessori Beppino Govetto (istruzione) e Carlo Teghil (edilizia scolastica); interventi anche di Alberto Guerra (Ln), Marzio Giau (Fratelli d’Italia – Gruppo Misto) e Nino Bruno (Udc). Da Federico Simeoni (Patrie Furlane-Gruppo Misto), l’invito a investire risorse in attività formative dedicate agli operatori del settore in relazione alle nuove norme che riguardano il comparto dell’energia.

Powered by WPeMatico

facebook
707