Bearzi

Conoscenza in Festa. 1-3 Luglio a Udine

tavolo relatori

Dall’Italia dell’ingegno self-made al futuro costruito sulla conoscenza. Le nuove frontiere dell’innovazione passano dai saperi senza confini e l’Internet of Things (gli oggetti intelligenti) diventa il nuovo paradigma contemporaneo che contamina il pensiero trasversale.

Udine diventa per tre giorni la Capitale della Conoscenza. Dall’1 al 3 Luglio 2016, il capoluogo friulano ritorna con la seconda edizione di Conoscenza in Festa, un meeting per approfondire i temi della cultura nella società dei consumi e delle grandi trasformazioni economiche e sociali attraverso le esperienze di quanti producono e trasferiscono conoscenza in Italia e all’estero.
L’evento, sotto la direzione artistica di Jader Giraldi, è organizzato dall’Università degli Studi di Udine, in collaborazione con la CRUI – Conferenze dei Rettori delle Università Italiane, con il sostegno e la partecipazione progettuale di MIUR e Fondazione Crup che quest’anno celebra i 25 anni di attività.
Il payoff di questa seconda edizione è “La conoscenza libera il futuro”. Un tema che sarà al centro de I Magnifici Incontri, il summit di 50 Rettori delle Università italiane per confrontarsi su nuovi modelli di formazione e creazione di nuove direttrici di sviluppo del Paese. Un incontro-dibattito in cui vi saranno Franco Gallo, presidente emerito della Corte Costituzionale, professore di Diritto Tributario, presidente della Enciclopedia Italiana Treccani, Luigi Fiorentino, Vice Segretario Generale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Davide Faraone, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Premio alla Conoscenza 2016
Questa edizione di Conoscenza in Festa assegna a Giacomo Rizzolatti, il Premio alla Conoscenza 2016. Rizzolatti, professore di Fisiologia Umana all’Università di Parma riceverà il riconoscimento per l’importante ricerca sui Neuroni Specchio.

Italian Teacher Prize e la Scuola del Futuro
È il premio nazionale riservato agli insegnanti per le candidature al The Global Teacher Prize, il Premio Nobel dell’insegnamento organizzato dalla Varkey Foundation e sostenuto da molte star internazionali come l’attore americano Kevin Spacey. Il premio italiano aprirà a Udine le sue candidature con l’intervento del Capo di Gabinetto Alessandro Fusacchia che presenterà in anteprima nazionale il nuovo portale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nella versione italiana del Global Teacher Prize. In rappresentanza della Varkey Foundation sarà presente il CEO, Vikas Pota.

L’Italia delle eccellenze, riscopre le sue radici di “buoni maestri” con gli interventi di Damien Lanfrey Chief Innovation del MIUR: “Il futuro della scuola digitale”; Lorenzo Micheli (MIUR): “Scuole Innovative e Imprenditorialità”; Alessandro Garofalo e Anselmo Paolone: “Scuola e Impresa-Apprendimento e didattica innovativa a confronto”.
Infine in piazza arrivano i talent della scienza del FamLab.

Visioni Future
Proiettati verso il futuro ma con la consapevolezza della sua costruzione è lo spinoff delle Comunità Visionarie dove si incrociano gli scenari disegnati da Ivano Dionigi, latinista e presidente di Alma Laurea, Carlo Ratti, architetto e ricercatore al MIT di Boston con uno sguardo alle città del futuro e le comunità. Un tema, quello delle comunità che verrà guardato sotto l’esclusivo punto di vista di Sir John Kirwan ex allenatore degli All Blacks: che esporrà il suo concetto della Comunità che si rinnova e si costruisce con la forza dei singoli che la compongono.

Theatrum Mundi_ Internet of things
Alla Loggia dell’Innovazione (Loggia del Lionello), la scienza si racconta in tutte le sue forme in un viaggio nell’innovazione possibile. Ai themes insights, coordinati da Roberto Masiero, partecipano:
Marco Sortino, docente di tecnologia meccanica 4.0; Luca Foresti, docente di matematica ed informatica multimediale; Francesco Pinciroli, docente di bioinformatica; Daniele Trinchero, docente di ingegneria dell’informazione (Mr.Wireless); Vittorio Marchis, docente di ingegneria aerospaziale e Luca Chittaro, docente di Interazione Uomo-Macchina; Roberto Siagri, Ceo di Eurotech-ETHLAB e Paolo Zanenga, ricercatore nuovi modelli di management con la partecipazione di Federico della Puppa e Carlo Infante di Urban Experience.

Vita da Robot – Summer School di Filosofia
Muovere le cose con internet, muovere l’intelligenza umana e anche quella artificiale fino ad arrivare ai Robot. La Summer School di Filosofia quest’anno approfondisce il tema della singolarità con le “conversazioni” a Casa Cavazzini con “Mente, macchina e libero arbitrio di Andrea Zhok (Università di Milano) e Giuseppe O.Longo, Filosofo e Matematico che interverrà “Singolarità cognitiva”.
Con Waiting for Robot, si celebra una serata dedicata ai robot e alla realtà virtuale.

Epicentro di Saperi
Quest’anno ricorrono 40 anni dal terribile terremoto del Friuli e il festival vuole ricordarlo con l’Epicentro di Saperi, dove ci si interroga su quale conoscenza è stata generata da quel terribile evento e cosa ancora si deve imparare per gestire eventi come questi. Appuntamento con Eliana Poli, Le tecnologie per il controllo preventivo; Claudio Piciarelli e Gian Luca Foresti, Organizzarsi per salvare chi è colpito; Vittorio Bresadola, Antonella Riem, Claudio Melchior e Antonella Pocecco, La memoria e la rielaborazione in chiave di consapevolezza tra testimonianza, suoni e voci di chi non dimentica.

Complexity Literacy Meeting: l’informazione interconnessa
In questo spazio di nuovi metodi e tecnologie del sapere ci si interroga sul ruolo del libro nella diffusione della conoscenza. Il Complexity Institute organizza il Complexity Literacy Meeting con la partecipazione di: Piero Dominici “Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione”, Piero Formica “Il ruolo dell’ignoranza creativa”, Paolo Dell’Aversana “Complessità, ecosistemi, creatività: Una visione organica della conoscenza e della mente nella natura”.

Oltre la Conoscenza: passione, energia ed equilibrio per vincere le sfide
La Haka, la danza tipica del popolo Maori, resa celebre nello stile Ka Mate dalla nazionale di rugby degli All Blacks, è l’espressione della volontà e della disciplina ma eppure emozionale ed energetica. Nella centrale Piazza Matteotti di Udine, Sir John Kirwan, campione del mondo di rugby ed allenatore dei mitici All Blacks, farà ballare l’Haka a tutta la piazza.
Alla Loggia dell’Innovazione con L’arte dell’equilibrista, Luca Grion, della Scuola di Alta Formazione Filosofica metterà in relazione il processo di trasferimento della Conoscenza dalla mente al proprio corpo attraverso la ricerca dell’equilibrio nella pratica sportiva.

I linguaggi contemporanei delle immagini
Il linguaggio del corpo e quello della public art, sono protagonisti in corte del Giglio con la performance #Numbers. Volti, immagini, gesti, corpi, suoni: un flusso di sensazioni per confrontarci con i numeri del nostro tempo. #Numbers vivrà come performance pubblica e installazione interattiva in via Sottomonte e come mostra, al Museo Etnografico di Palazzo Giacomelli.
La musica nel linguaggio dei videomaker e l’uso delle tecnologie è il tema della conferenza del regista Carlo Zoratti e Sergio Papalettera, direttore artistico visual dei concerti di Jovanotti.
Sulla scia della costruzione di uno storytelling emozionale le facciate dei palazzi di Piazza San Giacomo restituiranno l’intensità delle foto del Sipa Contest, dove gli scatti di fotografi internazionali diventeranno narrazione sulle note delle musiche prodotte dal guru del sound elettronico Giovanni Dal Monte.

Job Breakfast: nutrirsi di idee
Alla Loggia del Lionello, il Career Day, un energetico Job Breakfast dove più di trenta aziende incontrano neolaureati e giovani per creare opportunità per nuove collaborazioni. Nutrimento metafisico ma anche fisico perché 10 tra le più rinomate pasticcerie di Udine offriranno la colazione ai giovani iscritti.

Via della Narrazione
Non ci sarebbe stata Conoscenza senza narrazione. Saperi che nascono dal trasferimento di esperienze che nelle strade di Udine si ripropongono, coordinati da Francesco Varanini nei tre giorni dell’evento attraverso racconti di lavoro manuale e intellettuale, di ricerca sulla materia nella bottega artigiana o in laboratori dell’innovazione. Ed è così che gli esercizi commerciali diventano le Botteghe del Sapere in una contaminazione di conoscenza senza sbarramenti sociali. E’ in questi spazi, coordinati da Alessandra Missana che una docenti e studiosi racconteranno ai cittadini le novità sulle loro ricerche come Gli aquiloni del deserto di Pierdaniele Morandi Bonacossi su grandi recinti poligonali di pietra realizzati attorno al deserto di Palmira, l’App per volare sicuri di Luca Chiaro e la medicina di “ritorno” del Facial Care Projectcon il chirurgo Massimo Robiony.

GuardareOltre: visionari con la matita
La capacità di guardare più in là e più in lungo di altri può determinare il futuro di una nazione o di una impresa. E’ questo il tema di un concorso a cui hanno partecipato 40 illustratori e disegnatori che hanno rappresentato i “moderni visionari”. I lavori selezionati da una giuria presieduta da Gabriel Pacheco (artista internazionale autore di molte cover di best seller internazionali di scrittori come R.Kipling e Milan Kundera), dalla Scuola Internazionale di illustrazione di Sarmede e in collaborazione con Goodidea Style, andranno in mostra in via Manin ed alla Fondazione Crup.

Le onde sonore della Conoscenza
I concerti di musica sono una identità di Conoscenza in Festa a partire con il Concerto risveglio organizzato dal Comune di Udine che quest’anno ci farà una sorpresa musicale alle 7.30 in piazza Matteotti per aprire il sabato del festival e la notte bianca 2016 della città di Udine. Mentre sabato sera al castello di Udine in collaborazione con HomePage festival il concerto Concerto finale con Crookers, Paula Mstp e Funkabit dj-set, accompagnato dal Video Mapping di Federico Petrei.

Verità nascoste sui muri vaticani
Nessun nuovo giallo ma le verità rivelate riguardano i restauri che per oltre 15 anni sono stati effettuati sugli affreschi delle sale vaticane.
A raccontare i segreti ritrovati, nel corso dei laboratori di restauro, dietro gli intonaci e le malte sbiadite, è Maurizio De Luca che fino al 2010 è stato Ispettore e Capo restauratore dei Musei Vaticani. Dalla mano ritrovata dopo aver rimosso un pesante panneggio nel particolare delle riflesso sulla corazza del soldato dormiente nella Resurrezione di Cristo del Pintoricchio nella Sala dei Misteri o dove la rimozione di antichi pannelli ha fatto svelare un’apertura a bocca di lupo che permetteva di vedere “inquadrata” l’effige di Papa Alessandro in una sala adiacente.

Le bugie al tempo della politica: Donald Trump e Hilary Clinton nella “macchina della verità”
Chi sceglieranno gli americani come prossimo futuro presidente degli Stati Uniti è ancora tutto da vedere ma le loro campagne elettorali sono state messe sotto la lente d’ingrandimento di NeuroComScience, la società leader in Italia di Comunicazione non verbale e linguaggio dei segni diretto da Jasna Legisa.
I filmati delle primarie Usa tenute dai due candidati alla Casa Bianca sono stati analizzati per scoprire dettagli più profondi sulla personalità dei due politici e soprattutto sono stati setacciati i loro gesti “inconsapevoli” nei momenti in cui facevano delle affermazioni.

Roberto Pinton

Giovedì 30 giugno 2016

ANTEPRIMA

18:00 – 23.00 Una notte con il Palladio: voci, suoni e colori per un luogo da ripensare

Apertura straordinaria di palazzo Antonini, opera del Palladio, di via Gemona (già sede della Banca d’Italia) con offerta di visite guidate, brevi intermezzi musicali a cura del Conservatorio J. Tomadini di Udine e interventi da parte degli attori dell’Accademia Nico Pepe di Udine. In questa occasione, verranno presentati i progetti che l’Università degli Studi di Udine ha elaborato ai fini di un possibile utilizzo futuro della struttura.

18.00 – 19.30 Programma istituzionale

19.00 Apertura dei cancelli alla cittadinanza e brevi intervalli musicali a cura del Conservatorio J. Tomadini di Udine articolati su 4 stazioni nel giardino del Palazzo

20.00 – 22.30 Visite accompagnate al Palazzo e interventi da parte degli attori dell’Accademia Nico Pepe di Udine

23.00 Chiusura dei cancelli

VENERDÌ 01 LUGLIO 2016

09.00 – 12.00 Allestimento progetto CRACK, Via Cavour
Via della Narrazione
Fase iniziale. L’installazione si evolverà nell’arco delle tre giornate della Festa. Crack, la frattura. Crack è un’installazione artistica in memoria del terremoto. L’installazione stessa si evolve da frattura a punto di unione, attraverso il coinvolgimento del pubblico e dei passanti. Tutti saranno invitati a lasciare un segno, contribuendo così alla creazione di arte/conoscenza. Ciò che è inizialmente frattura si manifesta come spazio di libero scambio ed accumulazione di sapere condiviso. A cura di Andrea Martini

9.30 Installazione Esercizi di stile, via Cavour
Via della Narrazione
Una bacheca contenente pagine di Esercizi di stile di Raymond Queneau, e di simili testi fondati su varianti stilistiche, sarà messa a disposizione dei passanti. I passanti potranno pescare a caso. Per ricordare come narrazioni diverse possono cambiare il senso delle cose. Per ricordare anche che ci sono molte vie per raccontare la stessa storia. La bacheca verrà rifornita di nuovi testi durante le tre giornate della Festa. A cura di Marco Bruschi

10.00 – 12.00 Storie, via Cavour
Via della Narrazione
Alessandro Brotto, La strada fra le stelle, Laura Cozzi, Avviso ai naviganti: signori, si parte!, Marina Dorsi, No al no, sì al sì, Piera Giacconi, Vivere questo fiume
A cura della Piccola Scuola Italiana per Cantastorie

10.00 – 11.00 Favole oltre gli steccati, Ludoteca/Giardini del Torso
Le botteghe del Sapere
Conferenza per educatori/insegnanti e genitori
Il tema delle favole ha percorso trasversalmente tutti i campi e le discipline che si occupano di età evolutiva, dalla pedagogia alla psicologia dello sviluppo alla letteratura per l’infanzia. L’obiettivo dell’incontro è di aprire ulteriori prospettive nell’utilizzo delle favole come strumento educativo, andando oltre steccati tradizionali ed aprendosi a nuove piste interpretative, relative sia al testo stesso (con inserimento di proposte ‘estranee’ apparentemente all’universo favolistico) sia alle modalità di loro fruizione.
Daniele Fedeli, Lucio Cottini, Francesca Zanon, Davide Zoletto – Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società di Uniud

10.00 – 10.30 La bottega dei saperi: tutti i geni del caffè, Bar Gianduja, via Rialto 2
Le Botteghe del Sapere
Viaggio alla scoperta del caffè seguendo le tracce del suo genoma. Dall’assaggio di una tazzina di caffè inizia un itinerario della ricerca che svela gli orizzonti possibili per una produzione più sostenibile, più economica e più salutare per l’uomo e per l’ambiente
Michele Morgante, Elena Misdariis, Fabio Marroni, Simone Scalabrin – Istituto di Genomica Applicata e Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

09.45 – 10.30 Performing Arts and Destination Management, sede Fondazione CRUP
A cura del Conservatorio J. Tomadini di Udine, prof. Domenico Balzani

11.00 – 12.00 Udine 2024, muoversi nella città futura. Udine 2024, sede Fondazione CRUP
Presentazione dei temi commissionati dal Tavolo Udine 2024 (CCIAA di Udine, Comune di Udine, UniUd) per il futuro della città.
Interventi di: Furio Honsell, Giovanni Da Pozzo, Alberto Felice De Toni, Lionello D’Agostini, Gabriele Giacomini, R. Quaglia e Alessandro Verona.

11.00 – 11.30 L’edilizia a servizio dell’immaginazione. Il Museo del Patrimonio edile incontra il territorio, Vattolo Arredamenti
Le Botteghe del Sapere
Presentazione del “Museo del patrimonio edile” museo virtuale con pannelli espositivi, documentario e sito internet dedicato.
Andrea Guaran, Sabrina Tonutti. Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società di Uniud. Con la collaborazione di Cassa Edile e CEFS – Centro edile per la formazione e la sicurezza.

11.00 – 11.30 I formaggi di montagna: la qualità oltre i sapori, Caffè al Portello, piazza Matteotti 11/15
Le Botteghe del Sapere
Il cittadino-consumatore, alla ricerca di prodotti identitari e sempre più attento alle tematiche ambientali, alla sicurezza alimentare e al benessere animale, deve essere messo nelle condizioni di riconoscere nei prodotti di montagna quell’insieme di caratteristiche che i francesi riassumono efficacemente nel concetto di terroir. Questo approccio alla produzione consente all’azienda zootecnica di montagna di diventare anche multifunzionale, garantendo alla comunità una serie di servizi ecosistemici.
Stefano Bovolenta, Alberto Romanzin. Gruppo di ricerca “Sistemi di allevamento e qualità dei prodotti” – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

11.00 – 11.30 Gli alimenti del futuro sono già qui! (Hic sunt futura alimenta!), Bar Dusci, via P. Sarpi 11
Le Botteghe del Sapere
Mantenimento della salute, prevenzione di malattie connesse all’alimentazione, allungamento della vita sono tematiche di grande interesse e attualità. La presentazione sarà un’occasione per illustrare le più recenti innovazioni nel settore delle tecnologie alimentari tese allo sviluppo di alimenti in grado di soddisfare specifici requisiti nutrizionali e salutistici
Monica Anese – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

11.00 – 12.30 PhD award 2016, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Il premio PhD AWARD UniUD, sostenuto quest’anno da Confartigianato Udine, nasce con l’intento di premiare alla ricerca di alta qualità e di incentivare i nuovi dottori di ricerca a svolgere le loro attività secondo standard elevati e innovativi anche di livello europeo e internazionale. Vengono attribuiti, alla presenza degli autorevoli esperti provenienti dal territorio chiamati a far parte della commissione giudicatrice, premi alle cinque migliori tesi di dottorato discusse nel 2015.
A seguire, PhD Expo 2016 Selezione “Premia il poster”
PhD Expo Selezione ripropone in mostra i poster scientifici più votati durante la manifestazione PhD Expo UniUD 2016, riservata alle dottorande e ai dottorandi del 29° ciclo dei corsi. “Premia il poster” è l’iniziativa collaterale creata quest’anno allo scopo di introdurre uno strumento di premialità anche a favore dei giovani dottorandi in corso di studi con l’intento di valorizzarne le attività di studio e di ricerca.
12.00 – 12.30 La macchinetta del caffè, via Cavour
Via della Narrazione
Raccolta di narrazioni aziendali. Come si comunica nei luoghi di lavoro? La macchinetta del caffè come luogo franco dove è possibile esprimere le proprie opinioni e dire davvero ciò che è chiaro agli occhi di tutti ma che negli incontri ufficiali è ammantato dall’immancabile patina di buonismo/paura. A cura di Marco Bruschi

14.30 Prima narrazione a proposito della narrazione, Via Cavour
Via della Narrazione
Ciò che non può essere calcolato, ciò che appare altrimenti indicibile, può essere narrato. Il senso della Via della Narrazione. A cura di Francesco Varanini curatore di Via della Narrazione e del gruppo di lavoro di Via della Narrazione

15.00 – 18.00 Theatrum Mundi_ Internet of Things, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Ideathon: discussione pubblica sulla trasformazione del mondo economico, industriale e sociale attivata dalla relazione sempre più stringente fra internet e le cose. L’uomo si trova in un teatro in continuo cambiamento dove la bellezza, la relazione e la sostenibilità passano sempre di più in un nuovo immaginario di contaminazione fra digitale e analogico. Industriali, studenti, amministratori pubblici, artisti, startupper, professori universitari saranno guidati in tavoli di lavoro e conferenze dalla maestria di Roberto Masiero, con l’intervento di Fabio Ferruglio, Direttore di Friuli Innovazione, di un imprenditore come Roberto Siagri, del Presidente di Diotima Society, Paolo Zanenga e del docente di Multimedialità e Interaction Design, Davide Tiso
Interverranno inoltre personalità come Enrico Cerni – responsabile formazione e sviluppo risorse umane delle Generali, Federico Della Puppa – economista, comitato scientifico della Fondazione Francesco Fabbri – coordinatore Theorema, Maurizio Grifoni, Presidente Fon.Te, Carlo Infante, changemaker, docente di Performing Media e fondatore di Urban Experience, Maria Grazia Mattei, esperta in cultura e comunicazione digitale, Maurizio Morgantini cofondatore Diotima Society, Luigi Nucci – manager GElectric, Franco Siemoni, Economista – cofondatore di Diotima Society, Francesco Varanini – giornalista, scrittore, studioso della filosofia del computing, della rete e della digitalizzazione della conoscenza.
I lavori di ripensamento del teatro del mondo secondo l’internet delle cose saranno poi presentati il giorno successivo dalle 10.00 alle 15.30 sempre nella Loggia dell’Innovazione.

15.00-17.00 [email protected]/distruzione: la voce della riconoscenza, via Cavour
Via della Narrazione
Laboratorio interattivo di medicina narrativa, dodici cantastorie e un musicista. La Piccola Scuola Italiana per Cantastorie racconta con suoni, canti, gesti, fiabe, corpi, teatro e respiro. Insieme al pubblico co-costruisce una rinascita alla ricerca della propria fortuna. A cura di Piera Giacconi, Piccola Scuola Italiana per Cantastorie
15.30 – 18.30 L’informazione interconnessa, sezione Moderna Biblioteca Civica Joppi
Complexity Literacy Meeting
In questo spazio di nuovi metodi e tecnologie del sapere ci si interroga sul ruolo del libro nella diffusione della conoscenza. Il Complexity Institute organizza il Complexity Literacy Meeting con la partecipazione di: Piero Dominici “Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione”, Piero Formica “Il ruolo dell’ignoranza creativa”, Paolo Dell’Aversana “Complessità, ecosistemi, creatività: Una visione organica della conoscenza e della mente nella natura”.

16.00 – 19.00 Italian Teacher Prize, via Manin
La sezione Italian Teacher Prize ospita quest’anno il Premio Nazionale Insegnanti che parte il 1 luglio da Udine con la prima tappa del premio: il lancio delle candidature e del portale.
Il premio istituito per la prima volta in Italia per volere del MIUR è la versione nazionale del Global Teacher Prize che la Varkey Foundation ha creato per valorizzare il ruolo degli insegnanti in tutte le scuole del mondo. Durante le giornate del festival si alterneranno quindi masterclass di insegnanti che a livello nazionale o internazionale hanno già partecipato al premio con esperienze che nascono in Friuli come eccellenze delle scuola italiana. Fra una masterclass e l’altra ci sarà anche l’animazione del Fame Lab come esempio e stimolo su come si può portare al limite la capacità divulgativa e di comunicazione scientifica. Saranno inoltre presentati i nuovi progetti di aggiornamento della scuola che il MIUR metterà in campo nei prossimi mesi, trasformando così l’appuntamento di Udine in un momento di riflessione sui confini evolutivi che la scuola italiana sta adottando.

16.00 – 16.45 Scuola e Impresa: apprendimento e didattica innovativa a confronto, Alessandro Garofalo, esperto di formazione e innovazione e il Prof. Anselmo Paolone (UniUD)

16.46 DRIN (Scuole in festa)
Soluzioni per la scuola progettate direttamente dagli studenti: sistema per la sincronizzazione delle campanelle dell’istituto , Liceo Copernico, Udine

17.00 Watch, Listen, Speak: Eating aroung the world (Io lo insegno strano)
Progetto che ha coinvolto la classe 3^F enog, prevede l’utilizzazione di dispositivi digitali fissi (PC) e mobili (tablet, smartphones, anche nella modalità Bring Your Own Device, BYOD) per la realizzazione di video, presentazioni, ecc. per approfondire la conoscenza di ricette, abitudini alimentari, prodotti tipici di varie parti del mondo. Viene utilizzata la piattaforma Edmodo per la condivisione dei materiali. I prodotti realizzati sono confluiti in una mappa realizzata con Thinglink. ISIS Bolando Stringher, Udine

17.20 Dalla poesia all’immagine. Rilettura del testo poetico attraverso un’immagine (Scuole in festa)
Presentazione di un progetto di poesia attraverso video e immagini realizzate direttamente dagli studenti. ISIS Paolo Sarpi, S. Vito al Tagliamento

17.40 Progetto Colloredo (Scuole in festa)
Il progetto si articola attorno alla conoscenza del Castello di Colloredo di M.A. in ambito storico, archeologico-architettonico, documentario e letterario. L’unicità del progetto consiste nel fatto che gli studenti devono approcciarsi al futuro del manufatto, proponendo una sua rivitalizzazione e utilizzo negli anni futuri. Liceo Scientifico Giovanni Marinelli, Udine

16.00 – 19.00 Immaginario Scientifico in piazza, via Manin.
Scienza da provare, scoprire e sperimentare! L’Immaginario Scientifico, la rete di musei interattivi e sperimentali del Friuli Venezia Giulia, porta in piazza alcuni dei suoi “exhibit”, da guardare e toccare per esplorare in prima persona le meraviglie della scienza. Riflessioni, rompicapi e illusioni ottiche per ragionare sulla fisica della percezione e sugli inganni della mente.

16.00 – 16.30 Dove, come, quanto si conservano gli alimenti?, Robe di Casa, Largo Dei Pecile 23
Le Botteghe del Sapere
A seconda delle loro caratteristiche fisico-chimiche e della loro storia tecnologica, i prodotti alimentari richiedono luoghi, modi e tempi di conservazione differenziati. Queste informazioni non sono sempre disponibili o facilmente accessibili al consumatore. La presentazione sarà un’occasione per fornire indicazioni utili a riconoscere e catalogare le diverse tipologie di alimenti, e contribuire alla scelta e adozione di corrette pratiche di conservazione a livello domestico.
Maria Cristina Nicoli – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

16.00 – 16.30 Informatica e diritto oggi: discussione pubblica con i laureati in informatica giuridica, Caffe’ dei Libri, Via Poscolle 65
Le Botteghe del Sapere
Diverse questioni emergono dall’esperienza contemporanea nel campo delle tecnologie informatiche. Alcune di esse, concernenti il diritto, sono state affrontate nelle tesi di laurea triennale e magistrale discusse in Informatica giuridica.
Nel corso dell’evento i laureati presentano i risultati delle loro ricerche coinvolgendo il pubblico in una discussione, moderata dal relatore, sui problemi che riguardano l’esperienza contemporanea e le prospettive future. Al termine, e per la durata di tutta la manifestazione, sul luogo sarà visibile un’installazione multimediale a disposizione dei visitatori.
Federico Costantini con il “Gruppo di ricerca sulla normatività – Dipartimento di Scienze Giuridiche di Uniud

16.00 – 16.30 Centro di Simulazione e Alta Formazione in ambito sanitario: il CSAF di Udine si presenta, Cattelan Abbigliamento, Piazza Belloni 1/B
Le Botteghe del Sapere
Il progetto ha come obiettivo quello di presentare il nuovo centro di simulazione e alta formazione, nato da un impegno comune tra Università e Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine. Attraverso presentazioni audiovisive e l’installazione di una o più stazioni di simulazione si vuole evidenziare l’importanza di questo strumento per raggiungere e mantenere competenze tecniche e non, in ambito sanitario da parte degli studenti universitari e in generale per tutti i professionisti della sanità.
Vittorio Bresadola, Stefano Fabris. Gruppo CSAF – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud

17.00 – 17.30 I vitigni resistenti, Caffè al Portello, piazza Matteotti 11/15)
Le Botteghe del Sapere
Descrizione e presentazione delle dieci nuove varietà di vitigni create dall’Università di Udine in collaborazione con i Vivai Cooperativi di Rauscedo. Le nuove varietà, le “magnifiche dieci”, come le chiamano i ricercatori udinesi, sono il frutto di 15 anni di lavoro di ricerca e di una straordinaria sinergia tra pubblico e privato. Il più grande vantaggio delle nuove varietà di viti è la loro resistenza alle malattie, grazie a processi naturali di incrocio e selezione. Ciò permette di abbattere notevolmente i costi delle viticoltura, grazie al risparmio sui trattamenti.
VCR – Vivai Cooperativi Rauscedo con Eugenio Sartori con prof Raffaele Testolin – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

17.00 – 17.30 La sfida della sicurezza informatica nell’evoluzione dalla Internet delle persone alla Internet delle cose, Caffe’ dei Libri, Via Poscolle 65
Le Botteghe del Sapere
La rete Internet come la conosciamo oggi è principalmente una rete in cui esseri umani accedono a servizi erogati da macchine. La comprensione dei limiti e delle vulnerabilità di questi sistemi è fondamentale per maturare la necessaria consapevolezza per un uso sicuro della rete e dei suoi strumenti. Ma questo non è tutto, perché gli scenari del prossimo futuro mostrano una “Internet delle cose”, in cui le macchine dialogheranno tra di loro e prenderanno decisioni in autonomia. Oggetti anche di uso quotidiano incorporeranno capacità elaborative e di comunicazione diventando così in grado di acquisire le informazioni dall’ambiente circostante e da Internet per fornire servizi in modo sempre più trasparente ed efficace. Questa prospettiva affascinante non è però priva di insidie e gli “addetti ai lavori” hanno già iniziato ad analizzare i rischi dovuti a problemi di affidabilità e sicurezza del software e dei collegamenti di rete. È chiaro che la sfida della sicurezza informatica è appena all’inizio.
In questo evento verranno illustrate le origini dei problemi di sicurezza, i rischi connessi ai diversi scenari applicativi, le contromisure e l’importanza della conoscenza per muoversi consapevolmente in questi nuovi scenari.
Pier Luca Montessoro – Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura di Uniud

17.00 – 17.30 Facial Care Project e la relazione Chirurgo/Paziente: la chirurgia facciale tra tecnologia ed umanizzazione, Cattelan Abbigliamento, Piazza Belloni 1/B
Le Botteghe del sapere
Facial Care Project è un progetto con doppia valenza: umana e chirurgico-tecnologica, ideato ed in fase di pieno sviluppo dal Prof. Massimo Robiony, Direttore della Clinica Di Chirurgia Maxillo-Facciale della Neo Azienda sanitaria -Universitaria di Udine.
L’attenzione al paziente nella specificità dei suoi bisogni orienta allo sviluppo di una medicina sempre più personalizzata, in grado di offrire soluzioni che massimizzino i benefici della terapia avendo sempre come obiettivo il rispetto della qualità di vita, riducendo al minimo gli effetti avversi e percorrendo la strada di una sempre minor invasività. Lo sviluppo di un approccio patient-oriented non può prescindere dalla valorizzazione degli aspetti comunicativi, fondamentali per instaurare con il paziente un rapporto che consenta l’individuazione dei suoi bisogni e aspettative, discutendo insieme le fasi dell’iter clinico, dalla diagnosi alle strategie terapeutiche, coinvolgendolo in maniera attiva nel processo decisionale.
Massimo Robiony con Fabio Costa, Francesco Polini; i medici specializzandi Enrica Stella, Serena Brontoladi, Andrea Lazzarotto e i tesisti Leonardo Franz, Alessandro Tel – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud
17.00 – 17.30 Gli ‘aquiloni del deserto’ e la caccia di gazzelle selvatiche nel deserto siriano nella preistoria, Vattolo Arredamenti, via Lionello 1
Le botteghe del Sapere
Intervento e narrazione sugli “aquiloni del deserto”, grandi recinti poligonali di pietra nel deserto di Palmira, destinati a caccia di massa di animali selvatici.
Pierdaniele Morandi Bonacossi – Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale di Uniud

17.00 – 17.30 Sapere è potere. La disciplina giuridica delle informazioni alimentari e la tutela del consumatore, Bar Gianduja, via Rialto 2
Le botteghe del Sapere
L’iniziativa si propone di illustrare i tratti essenziali della normativa attualmente vigente in materia di etichettatura alimentare, utilizzando prodotti alimentari ed etichette fisicamente disponibili.
Mariarita D’Addezio, Silvia Bolognini – Dipartimento di Scienze Giuridiche di Uniud

17.00 – 17.30 Geometrie singolari che illuminano geometrie non singolari, Bar Under18, via Palladio 2
Le botteghe del Sapere
Nel corso della chiacchierata si discuterà di come la conoscenza di strutture matematiche che hanno comportamenti eccezionali, singolari non attesi, faciliti la comprensione di fenomeni il cui comportamento è caratterizzato da apparenti regolarità.
Francesco Zucconi – Dipartimento di Scienze Matematiche, Informatiche e Fisiche di Uniud

17.00 – 18.00 Salute e movimento per un invecchiamento di qualità, Ludoteca/Giardini del Torso
Le botteghe del Sapere
L’incontro prevede una presentazione dei benefici della pratica regolare dell’attività motoria per le persone adulte e anziane, seguita da una parte pratica di attività motoria organizzata da laureati in Scienze motorie.
Stefano Lazzer – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud

17.00 – 18.00 Taramot. Un baule di storie. Quarant’anni dopo. Storia orale o Opera d’arte digitale collettiva, via Cavour
Via della Narrazione
Storia del progetto. Ascolto di ricordi del terremoto. La storia come narrazione collettiva. Il terremoto come cambiamento. Il terremoto come fonte di apprendimento. A cura di Francesco Varanini e Matteo Marsilio, DomusGaia, con la partecipazione dei membri del collettivo che che lavorato al progetto artistico: Marco Bruschi, Andrea Ciriani, Vittorio Cirio, Federico Fabris, Keun Kindred, Lara Fiorini, Andrea Martini, Martina Montagnani.
/Parteciperanno altri ospiti, storici dell’arte ecc. che racconteranno la storia della Collezione FRIAM

17.00 – 19.00 Uniud-Ford: verso un futuro ecosostenibile, Sagrato Chiesa San Cristoforo
Le Botteghe del Sapere
Con la collaborazione di bar “Poco di buono” e del negozio di abbigliamento “Algonatural”
L’intervento si propone di far conoscere al cittadino il progetto di ricerca finanziato da Ford Motor Company e condotto dal Gruppo di Catalisi del DPIA dell’Università di Udine. Questo progetto ha come scopo lo sviluppo di materiali catalitici per l’abbattimento delle emissioni di metano dai veicoli alimentati a gas naturale, e come tale ha una serie di potenziali ricadute nell’ambito urbano e sulla salute dei cittadini (il metano è un gas serra più potente della CO2).
Sara Colussi, Alessandro Trovarelli e membri del Gruppo di ricerca di Catalisi per l’Ambiente e l’Energia – Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura di Uniud, con la collaborazione di Autopiù

17.00 – 17.30 Notizie dal Medioevo. Come si viveva in castello secondo l’archeologia, Libreria Moderna, via Cavour 13
Le botteghe del Sapere
Simonetta Minguzzi – Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale di Uniud

18.00 – 19.30 Focus terremoto, via Cavour
Via della Narrazione ed Epicentro di Saperi
Dibattito aperto. Cosa resti oggi, a quarant’anni di distanza, dell’epopea del Terremoto del Friuli e dei suoi miti. /In co-produzione con la sezione della Festa Epicentri del Sapere/
A cura di Claudio Melchior (Uniud), con la collaborazione di Antonella Pocecco (Uniud)

18.00 – 19.00 SmArt Lab. Un ambiente di apprendimento innovativo progettato per la scuola del futuro, Via di Prampero Artico, 7
Via della Narrazione
Crowdfunding per creare uno spazio, un laboratorio di innovazione sociale.
A cura di Ofelia Croatto, Istituto Superiore Tecnico Industriale Malignani, Udine

18.00 – 20.30 Dies Academicus, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
L’Università degli Studi di Udine festeggia i migliori studenti: quelli appena arrivati, quelli iscritti al secondo anno del loro percorso di studio e quelli che hanno appena concluso il loro ciclo conseguendo il diploma di laurea. Una sessione speciale sarà dedicata ai laureati della Scuola Superiore dell’Ateneo e ai riconoscimenti alla carriera. In questo contesto si inserisce il Premio offerto dalla Fondazione Crup che verrà assegnato a un profilo di studente particolarmente rilevante.

19.30 – 20.00 Italian Teacher Prize, piazza Matteotti
Il Premio Nazionale Insegnanti promosso in Italia per la prima volta dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) è la versione nazionale del Global Teacher Prize che la Varkey Foundation ha istituito per valorizzare il ruolo degli insegnanti in tutto il mondo. Il motto della fondazione è “Changhing lives through education”. La prima tappa del premio parte da Udine con il lancio delle candidature e del portale introdotti da Vikas Pota, CEO della Varkey Foundation e Alessandro Fusacchia, Capo di Gabinetto del MIUR

19.00 – 20.00 Concerto del Conservatorio di Udine, sede Fondazione CRUP
La collaborazione fra l’Università e le altre istituzioni che si occupano di alta formazione a Udine troverà un primo momento di arricchimento con un concerto proposto dagli allievi dell’ultimo anno e dai neodiplomati del Conservatorio di Udine.

19.00 – 20.00 La Birra nell’arte, Lino’s & Co, Via di Prampero Artico, 7
Via della Narrazione
Narrazione di Linda Borean. In collaborazione con Confartigianato Imprese. Si chiude con una degustazione.

20.00 – 20.30 Biotecnologie e salute, Caffe’ dei Libri, Via Poscolle 65
Le Botteghe del Sapere
Presentazione divulgativa di ricerche in ambito biotecnologico. In particolare, si vogliono sottolineare le ricadute positive di tali attività, quali: una maggiore comprensione dei fenomeni patologici, il miglioramento dei processi diagnostici e le nuove opportunità terapeutiche. I campi di applicazione che verranno presentati specificamente saranno: oncologia, cardiologia, medicina rigenerativa e malattie neurodegenerative.
Antonio Paolo Beltrami, Daniela Cesselli, Gianluca Tell – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud

20.00 – 20.30 “Beviamoci il paesaggio: chi offre? Le nostre scelte alimentari influenzano non solo la salute, ma anche l’ambiente”, Caffé dei libri, Via Poscolle 65
Luciano Ceccon, Paola Geatti, Francesco Marangon, Veronica Novelli, Stefania Troiano. Gruppo di ricerca su tematiche relative alla salvaguardia ambientale e allo sviluppo sostenibile – Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche

20.00 – 21.30 #Numbers, Area presso Museo Etnografico
#Numbers è una performance, installazione, un evento di agitazione empatica realizzato da DMAV social art ensemble. Numeri, cifre, persone, popolazioni, amici sui social media, statistiche. Ogni giorno semplicemente ci troviamo di fronte ai numeri. #Numbers è un lavoro che utilizza il corpo e la voce per generare una visione archetipa di comunità. Allo stesso tempo mette in campo l’interferenza dei numeri e frasi che, attraverso un sistema di proiezioni, immergono gli spettatori in uno spazio aperto di relazione critica

21.00 -21.30 Taramot come realtà aumentata, via Cavour
Via della Narrazione
Proiezioni, video mapping. A cura di Keun Kindred, Andrea Ciriani, Andrea Martini

22.00 Allestimento progetto CRACK, via Cavour.
Via della Narrazione
Seconda fase. Prende evidenza la crepa. L’allestimento in pubblico, sotto gli occhi dei passanti, è di per sé un invito alla partecipazione. A cura di Andrea Martini
21.30 – 23.00 Liberi o Schiavi, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
Liberi o Schiavi è una performance di storie, musica e grandi proiezioni di piazza. Musica, parole e video proiezioni per scoprire l’intima relazione fra conoscenza e libertà. La conoscenza è una risorsa ribelle, che si rinnova continuamente e non si consuma. Essa libera risorse e genera libertà in modo esponenziale mano a mano che si diffonde; essendo ribelle consente di liberare le persone dalla schiavitù della inconsapevolezza, dell’incoscienza e della mancanza di visione. La serata è un focus sulla difficile questione del Mediterraneo che da culla della Civiltà si è trasformato in area di sofferenza e migrazioni verso la libertà. Si incroceranno le opinioni e i racconti di Salvatore Vella, magistrato coordinatore del progetto di coordinamento europeo Mare Nostrum, Antonio Presti, mecenate e Presidente della Fondazione Fiumara d’Arte, Claudia Galal, scrittrice italo-egiziana, autrice di Cairo Calling dove con uno sguardo disincantato si racconta la Primavera Araba e l’underground di sentimenti dopo la rivoluzione di Piazza Tahrir ed infine Davide Enia, drammaturgo e scrittore del teatro di narrazione che nella sua “palestra” di Lampedusa raccoglie testimonianze di uomini alla ricerca di un nuovo destino.
Una produzione di Conoscenza in Festa con la regia di Iader Giraldi, l’accompagnamento musicale del DJ Alessio Bertallot e dei musicisti Daniele Bonaventura e Alfredo Laviano.

23.00 – 24.00 SIPA Siena International Photo Awards, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
Uno spettacolo di grandi proiezione con le più belle foto vincitrici del SIPA contest 2015, uno dei più grandi contest di fotografia del mondo con la più alta partecipazione internazionale. I palazzi di piazza Matteotti ospiteranno grandi proiezioni con musica di sottofondo. Un viaggio nell’immaginario del mondo con le fotografie di grandi maestri emergenti.

SABATO 02 LUGLIO 2016

07.00 – 08.30 Concerto all’alba, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
Un esclusivo momento di musica per sancire l’inizio di un nuovo giorno.
Evento in collaborazione con il Comune di Udine.

08.30 – 09.30 JOB Breakfast, Loggia del Lionello
Dieci pasticcerie della provincia di Udine offriranno ciascuna 100 paste a laureati e studenti partecipanti al Career Day. Una colazione di lavoro affinché i partecipanti intervenuti per effettuare i colloqui con le aziende, possano iniziare la giornata con un’ottima combinazione di brioche e caffè.

09.30 – 11.30 Career Day, Loggia di San Giovanni
Oltre trenta aziende del Friuli Venezia Giulia attivano uno speciale mercato del lavoro. Un momento importante per i giovani del territorio che con questo Career Day possono favorire il loro inserimento sul lavoro.

09.00 – 13.00 Italian Teacher Prize, via Manin
Riprendono gli incontri in collaborazione con il MIUR.
9.00 Inglese tecnico e struttura, costruzione e impianti del mezzo aereo (Io lo insegno strano)
Il percorso di apprendimento è strutturato in diverse fasi che permettono ai discenti di acquisire conoscenze e sviluppare abilità e competenze spendibili in altri contesti. Didattica di impianto costruttivista. ISIS Arturo Malignani, Udine

9.20 Intercactive Sugar and Salad (Io lo insegno strano)
Teoria della didattica costruttivista: learning by doing e coperative learning. Gli alunni diventano artefici del loro apprendimento. ISIS Bolando Stringher, Udine

9.40 Save the Heart (Scuole in Festa)
Il gruppo ha ideato uno strumento che può essere applicato a modelli di intervento diversi per ridurre il carico del Pronto soccorso. ISIS Arturo Malignani, Udine
9.55 LabCo-e-learning (Io lo insegno strano)
Si integra la quotidiana azione didattica con la tecnologia e alcuni tool per la didattica, gli ambienti di apprendimento, i nuovi media. L’insegnante guida il percorso di costruzione del sapere dello studente e realizza forme di didattica attiva. ISIS Arturo Malignani, Udine

10.15 Simulazione assemblee Nazioni Unite (Io lo insegno strano)
Diffusione delle informazioni e delle conoscenze all’interno e verso l’esterno dell’istituto: CNPD WEB-TV. Il gruppo di redazione è costituito da studenti che con il proprio lavoro coinvolgono altri studenti e docenti. Convitto Nazionale Paolo Diacono, Cividale del Friuli

10.35 Click & Drink (Scuole in festa)
Progettazione di un macchinario per creare bevande composte – cocktail. Il prodotto è in avanzata fase di prototipazione. ISIS Ivan Cankar, Gorizia

10.50 Flipped Matematica. (Io lo insegno strano)
Uso della metodologia flipped learning per l’apprendimento della matematica. Liceo Scientifico Giovanni Marinelli, Udine

11.10 Lingua inglese 2.0 (Io lo insegno strano)
Percorsi di apprendimento creativo della lingua con strumenti web 2.0. Produzione di prodotti multimediali da parte dei ragazzi. Liceo Caterina Percoto, Udine

11.30 Web Tv (Scuole in festa)
Diffusione delle informazioni e delle conoscenze all’interno e verso l’esterno dell’istituto: CNPD WEB-TV. Il gruppo di redazione è costituito da studenti che con il proprio lavoro coinvolgono altri studenti e docenti. Convitto Nazionale Paolo Diacono, Cividale del Friuli

11.45 Scienze e Tecnologie applicate (Io lo insegno strano)
L’attività proposta è parte di un progetto didattico (Creativity) il cui obiettivo è presentare agli allievi i concetti fondanti dell’innovazione tecnologica e di provare alcuni strumenti per lo sviluppo della creatività tecnologica. ISIS Arturo Malignani, Udine

12.05 Espionage (Io lo insegno strano)
Ideazione e prodouzione del gioco da tavola “Espionage” ispirandosi allo scandalo “Datagate”; il tutto allo scopo di sensibilizzare e far riflettere i giocatori sul tema della sicurezza nazionale e della tutela della privacy. Educandato Statale Collegio Uccellis, Udine

12.25 Educazione fisica. (Io lo insegno strano)
Lo scopo di questo studio è di valutare scientificamente la velocità di apprendimento e la flessibilità, intesa come capacità di adattamento, ad una nuova situazione motoria e cognitiva- Stellini Sepulcri

09.00 – 19.00 CRACK, via Cavour
Via della Narrazione
Crack viene lasciata a disposizione di chiunque voglia lasciargli un segno. Offriamo lo spazio affinché venga contaminato. A cura di Andrea Martini

09.00 – 19.00 Frammenti, via Cavour
Via della Narrazione
Artisti provenienti da luoghi diversi del Friuli lavorano in via della Narrazione ognuno ad una propria opera che prende spunto dal concetto di terremoto. Terremoto come rottura della continuità, come cambiamento, come rinascita. Le opere sono di ognuno hanno vincoli di formato. Cosicché mantengono la loro autonomia e la loro individualità, ma possono essere intese come moduli di un’opera collettiva – similmente a come le singole voci narranti del progetto Taramot costituiscono un unico testo, un coro. A cura di Federico Fabris

09.00 – 13.00 Immaginario Scientifico in piazza, via Manin.
Scienza da provare, scoprire e sperimentare! L’Immaginario Scientifico, la rete di musei interattivi e sperimentali del Friuli Venezia Giulia, porta in piazza alcuni dei suoi “exhibit”, da guardare e toccare per esplorare in prima persona le meraviglie della scienza. Riflessioni, rompicapi e illusioni ottiche per ragionare sulla fisica della percezione e sugli inganni della mente.

09.30 – 12.30 L’informazione interconnessa, sezione Moderna Biblioteca Civica Joppi
Complexity Literacy Meeting
In questo spazio di nuovi metodi e tecnologie del sapere ci si interroga sul ruolo del libro nella diffusione della conoscenza. Il Complexity Institute organizza il Complexity Literacy Meeting con la partecipazione di: Piero Dominici “Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione”, Piero Formica “Il ruolo dell’ignoranza creativa”, Paolo Dell’Aversana “Complessità, ecosistemi, creatività: Una visione organica della conoscenza e della mente nella natura”.

10.00 – 12.00 Vibro, via Cavour
Via della Narrazione
Progetto d’arte cimatica: dove tramite il suono si ordina la materia. L’energia segue il pensiero, il pensiero forma la parola, la parola agisce strutturando la materia. La narrazione non è solo esperienza emotiva ma anche fisica. Ma resta l’umana capacità di scegliere quali conoscenze vogliamo custodire nel nostro intimo – sia esso intellettivo, emotivo o fisico.
A cura di Andrea Ciriani e Vittorio Cirio

11.00 – 11.30 Adotta e chiedi ad un ricercatore. Vaccini e salute umana: risponde l’esperto, Farmacia Colutta, p.zza Garibaldi 10
Le botteghe del Sapere
Carlo Ennio Michele Pucillo con Barbara Frossi e Francesca Mion – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud

10.00 – 10.30 La bottega dei saperi: tutti i geni del caffè, Bar Gianduja, via Rialto 2
Le Botteghe del Sapere
Viaggio alla scoperta del caffè seguendo le tracce del suo genoma. Dall’assaggio di una tazzina di caffè inizia un itinerario della ricerca che svela gli orizzonti possibili per una produzione più sostenibile, più economica e più salutare per l’uomo e per l’ambiente
Michele Morgante, Elena Misdariis, Fabio Marroni, Simone Scalabrin – Istituto di Genomica Applicata e Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

10.00 – 12.00 Vita da Robot, Casa Cavazzini (Museo d’Arte Contemporanea)
Summer School di Filosofia
Muovere le cose con internet, muovere l’intelligenza umana e anche quella artificiale fino ad arrivare ai robot. La Summer School di Filosofia quest’anno approfondisce il tema della singolarità con conversazioni fra esperti di saperi diversi.

10.00 – 15.30 Theatrum Mundi_ Internet of Things, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
L’uomo si trova in un teatro in continuo cambiamento dove la bellezza, la relazione e la sostenibilità passano sempre di più per un nuovo immaginario di contaminazione fra digitale e analogico. Theatrum Mundi_Internet of Things è una performance con una linea drammaturgica che mette insieme teatro, musica, performance intellettuali e creative con conferenze e sperimentazioni di oggetti animati da internet. L’evento è coordinato da Roberto Masiero e vede la partecipazione ordinata/disordinata di tanti ospiti.
o Marco Sortino , l’industria
o Gian Luca Foresti,, la sicurezza
o Francesco Pinciroli, il medicale
o Daniele Trinchero, il territorio
o Vittorio Marchis , le cose
o Barbara Morgante, la mobilità (non ancora confermata)
o Luca Chittaro, le emozioni
Vedremo estratti da film come Prometheus di Ridley Scott, Ex Machina di Alex Garland, vari spezzoni video sulle tecnologie attuali per l’IoT, ascolteremo un dialogo immaginario sulla Singolarità, e quindi sugli ipotetici destini del genere umano, tra Ray Kurzweill e Bill Joy, saranno letti brani dal Prometeo di Euripide, da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carrol, daFrankenstein, di Mary Schelly, e da nove miliardi di nomi di dio di Arthur C. Clark. Saranno presentati, attivati e spiegati, nelle loro funzioni e nelle loro interazioni, poster, oggetti IoT, app per il sociale (Digital Hubs, VOXMAPP). Verranno presentate due pubblicazioni:
o Aldo Bonomi, Federico Della Puppa, Roberto Masiero, “La società circolare. Fordismo, capitalismo molecolare, sharing economy”
o Francesco Varanini, “Macchine per pensare. L’informatica come filosofia con altri mezzi”
Saranno proposti due poster:
o Società circolare/Economia digitale, Dal modo di produzione industriale al modo di produzione digitale, promosso dalla Fondazione Francesco Fabbri.
o L’IOT, Internet of everything, promosso da Eurotech e da Patrizio Bof una innovativa piattaforma per le imprese INFINITE AREA
Conclusioni a cura di Aldo Bonomi, sociologo, Aaster; Francesco Mari, responsabile IoT Sap Global; Paolo Zanenga, Responsabile Diotima Society; Roberto Masiero, coordinatore

10.30 – 12.30 Diamo voce ai libri, Sala Florio in via Palladio
Parole, letture e immagini dalle pubblicazioni delle UPI
Commenti, riflessioni e approfondimenti, accompagnati dalla viva voce dei lettori, per far conoscere un’editoria universitaria che porta con sé il piacere della lettura ed è capace di trasmettere la passione per la conoscenza.
(a cura di Edizioni Università di Macerata, Edizioni Università di Trieste, Forum editrice universitaria udinese/Multiverso, Pisa University Press)

11.00 – 11.30 Alla ricerca dei terremoti perduti, via Cavour
Epicentro di Saperi
M. Eliana Poli (Uniud) illustrerà metodologie e finalità delle ricerche in campo paleosismologico, spiegando come tali ricerche consentono di ricostruire la storia sismica di una regione attraverso l’analisi delle deformazioni osservabili nei primi metri di profondità del sottosuolo. Con l’ausilio di una serie di poster illustrativi verranno, in particolare, evidenziati i progressi nella conoscenza della tettonica attiva del territorio regionale, derivanti dalle ricerche effettuate dall’Università di Udine a partire dal 2009 nell’area veneto-friulana

11.00 – 11.30 Nuove chiusure per le bottiglie di vino, Bar Dusci, via Paolo Sarpi 11
Le Botteghe del Sapere
Negli ultimi 20 anni al sughero, tradizionale sistema di tappatura della bottiglia di vino, si sono affiancate altre forme di chiusura. Il gruppo di ricerca in Enologia è stato uno dei protagonisti di questa evoluzione attraverso una serie di ricerche e sviluppo di brevetti. I risultati più interessanti si sintetizzano nello sviluppo di chiusure a permeabilità programmata e nella selezione automatica per qualità dei tappi di sughero nel corso del ciclo produttivo, per evitare la comparsa nel vino del noto “difetto di tappo”.
Roberto Zironi, Franco Battistutta, Laura Brotto. Gruppo di ricerca in Enologia – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

11.00 – 11.30 Gestire senza problemi il rifiuto organico in casa, Robe di Casa, Largo Dei Pecile 23
Le Botteghe del Sapere
Presentazione su come evitare lo sviluppo di odori molesti e proliferazione di insetti nella gestione domestica del rifiuto organico
Maria De Nobili e Gruppo chimica del suolo – Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali e Animali di Uniud

14.00 – 15.00 Vibro, via Cavour
Via della Narrazione
Progetto d’arte cimatica: dove tramite il suono si ordina la materia. L’energia segue il pensiero, il pensiero forma la parola, la parola agisce strutturando la materia. La narrazione non è solo esperienza emotiva ma anche fisica. Ma resta l’umana capacità di scegliere quali conoscenze vogliamo custodire nel nostro intimo – sia esso intellettivo, emotivo o fisico.
A cura di Andrea Ciriani e Vittorio Cirio

15.00 – 17.00 Vita da Robot, Casa Cavazzini (Museo d’Arte Contemporanea)
Summer School di Filosofia
Muovere le cose con internet, muovere l’intelligenza umana e anche quella artificiale fino ad arrivare ai robot. La Summer School di Filosofia quest’anno approfondisce il tema della singolarità con conversazioni fra esperti di saperi diversi.

15.30 – 19.30 Diamo voce ai libri, Sala Florio, Via Palladio
Parole, letture e immagini dalle pubblicazioni delle UPI
Commenti, riflessioni e approfondimenti, accompagnati dalla viva voce dei lettori, per far conoscere un’editoria universitaria che porta con sé il piacere della lettura ed è capace di trasmettere la passione per la conoscenza.
(a cura di Edizioni Università di Macerata, Edizioni Università di Trieste, Forum editrice universitaria udinese/Multiverso, Pisa University Press)

15.00 – 16.00 Il musicista nell’epoca di Internet, sede Fondazione CRUP
Lezione del prof. Giovanni Albini, a cura del Conservatorio J. Tomadini di Udine.

15.30 – 16.30 Creatività in ambito digitale, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
La musica nel linguaggio dei videomaker e l’uso delle tecnologie è il tema della conferenza del regista Carlo Zoratti e di Sergio Papalettera, direttore artistico visual dei concerti di Jovanotti.

15.30 – 18.30 L’informazione interconnessa, sezione Moderna Biblioteca Civica Joppi
Complexity Literacy Meeting
In questo spazio di nuovi metodi e tecnologie del sapere ci si interroga sul ruolo del libro nella diffusione della conoscenza. Il Complexity Institute organizza il Complexity Literacy Meeting con la partecipazione di: Piero Dominici “Dentro la società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione”, Piero Formica “Il ruolo dell’ignoranza creativa”, Paolo Dell’Aversana “Complessità, ecosistemi, creatività: Una visione organica della conoscenza e della mente nella natura”.

15.30 – 16.00 Liturgia urbana, via Cavour
Via della Narrazione
Narrazione itinerante dalla Loggia del Lionello a Casa Cavazzini, attraverso via della Narrazione a proposito di cose e di esseri umani. A cura di Roberto Masiero e Francesco Varanini

16.00 – 19.00 Italian Teacher Prize, via Manin
Riprendono gli incontri in collaborazione con il MIUR.

16.00 Go Kart (Scuole in festa)
Gli allievi hanno costruito un GO KART, dimensioni 2 m. x 1.5m. Verranno esposti, oltre al GO KART, un banco prove riduttori e un piccolo manipolatore. ISIS Arturo Malignani, Udine

16.20 Speaker of the Year (Scuole in festa)
Il progetto Speaker of the Year, che ha coinvolto una classe quarta del settore Tecnico del Turismo dell’Istituto, prevedeva la realizzazione di un video in lingua inglese della durata massima di tre minuti, dove gli allievi dovevano descrivere la città di Udine indicandone le maggiori attrattive. ISIS Bolando Stringher, Udine

16.40 Fame Lab Show (Fame lab)
Si può raccontare la scienza in 3 minuti? È quello che provano a fare i concorrenti di FameLab: il talent show internazionale della divulgazione che invita i giovani ricercatori a raccontare la propria passione per un argomento scientifico in solo una manciata di parole. FameLab Show porta sul palco alcuni dei migliori concorrenti delle selezioni locali di Trieste, dal 2013 a oggi. Immaginario Scientifico

17.00 Scuole innovative e imprenditorialità: la co-progettazione al centro (MIUR)
Chief Innovation Officer del MIUR. Damien Lanfrey

17.45 Soluzioni per la scuola progettate direttamente dagli studenti (Scuole in festa)
Strumento per l’acquisizione e l’elaborazione di dati nei licei o negli istituti di istruzione superiore, un piccolo laboratorio in grado di effettuare misurazioni in maniera automatica. Liceo Copernico, Udine

18,00 La scuola nell’era digitale (MIUR)
Ufficio di Gabinetto del MIUR. Lorenzo Micheli

18.45 Fitofarmaco ecologico (Scuole in festa)
Gli allievi hanno estratto principi attivi da piante officinali dimostrando la loro attività antimicrobica anche su ceppi batterici resistenti ai comuni antibiotici. Possibili applicazioni in campo farmacologico, alimentare e medico/sanitario. ISIS Arturo Malignani, Udine

17.00 – 17.45 Scuole innovative e imprenditorialità: la co-progettazione al centro, via Manin
Lorenzo Micheli, Ufficio di Gabinetto MIUR

18.00 – 18.45 La scuola nell’era digitale, via Manin
Damien Lanfrey, Chief Innovation Officer MIUR

16.00 – 19.00 Immaginario Scientifico in piazza, via Manin.
Scienza da provare, scoprire e sperimentare! L’Immaginario Scientifico, la rete di musei interattivi e sperimentali del Friuli Venezia Giulia, porta in piazza alcuni dei suoi “exhibit”, da guardare e toccare per esplorare in prima persona le meraviglie della scienza. Riflessioni, rompicapi e illusioni ottiche per ragionare sulla fisica della percezione e sugli inganni della mente.

16.00 – 19.00 Epicentro di Saperi,
Quest’anno ricorrono 40 anni dal terribile terremoto del Friuli e il festival vuole ricordarlo con l’Epicentro di Saperi, dove ci si interroga su quale conoscenza è stata generata da quel terribile evento e cosa ancora si deve imparare per gestire eventi come questi. Appuntamento con Eliana Poli “La ricerca paleosismologica in Friuli”, Gian Luca Foresti, “Le tecnologie per il controllo preventivo”; Vittorio Bresadola Claudio Piciarelli, “Simulazione ad alta fedeltà’: intervento sanitario in una maxi-emergenza sismica”; Claudio Melchior e Antonella Pocecco, “La memoria e la rielaborazione in chiave di consapevolezza tra testimonianza, suoni e voci di chi non dimentica”.

17.00 – 17.30 Alla ricerca dei terremoti perduti, via Cavour
Epicentro di Saperi
M. Eliana Poli (Uniud) illustrerà metodologie e finalità delle ricerche in campo paleosismologico, spiegando come tali ricerche consentono di ricostruire la storia sismica di una regione attraverso l’analisi delle deformazioni osservabili nei primi metri di profondità del sottosuolo. Con l’ausilio di una serie di poster illustrativi verranno, in particolare, evidenziati i progressi nella conoscenza della tettonica attiva del territorio regionale, derivanti dalle ricerche effettuate dall’Università di Udine a partire dal 2009 nell’area veneto-friulana

17.00 – 18.30 Think Tank FGV 2030, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Come saranno le imprese, i mestieri, la società nel 2030 in Friuli?
Si dibatteranno ipotesi di possibili scenari da qui al 2030 in relazione alle azioni che saranno implementate per mantenere e migliorare il livello di reddito pro-capite attuale, sviluppo e servizi sociali; individuare i fattori che attualmente ritardano i processi di sviluppo. I macro-temi riguarderanno l’industria, la scuola, la finanza e la cultura
Evento a cura di Danieli

17.00 – 17.30 Cinema alla sbarra, Cattelan Abbigliamento, Piazza Belloni 1/B
Le Botteghe del Sapere
Muovendo dal volume “Cinema alla sbarra”, proiezione di brevi brani tratti da alcuni film oggetto delle sentenze descritte nel libro, con successiva lettura di alcuni passi delle stesse.
Luigi Gaudino, Dipartimento di Scienze Giuridiche di Uniud

17.00 – 19.00 Uniud-Ford: verso un futuro ecosostenibile, Sagrato Chiesa San Cristoforo
Le Botteghe del Sapere
Con la collaborazione di bar “Poco di buono” e del negozio di abbigliamento “Algonatural”
L’intervento si propone di far conoscere al cittadino il progetto di ricerca finanziato da Ford Motor Company e condotto dal Gruppo di Catalisi del DPIA dell’Università di Udine. Questo progetto ha come scopo lo sviluppo di materiali catalitici per l’abbattimento delle emissioni di metano dai veicoli alimentati a gas naturale, e come tale ha una serie di potenziali ricadute nell’ambito urbano e sulla salute dei cittadini (il metano è un gas serra più potente della CO2).
Sara Colussi, Alessandro Trovarelli e membri del Gruppo di ricerca di Catalisi per l’Ambiente e l’Energia – Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura di Uniud, con la collaborazione di Autopiù

17.00 – 17.30 Dante e Udine, Legatoria Moderna, via Zanon 16/A
Le botteghe del sapere
Descrizione delle collezioni di libri antichi dell’Ateneo di Udine per coglierne non solo l’intrinseco valore materiale ma anche le potenzialità come fonti per la storia culturale, sociale ed economica del Friuli.
Andrea Tilatti – Dipartimento Studi Umanistici di Uniud

17.00 – 18.30 Presentazione del volume “L’economia del su misura – Artigiani, innovazione, digitale” di Paolo Manfredi, a cura della prof.ssa Maria Rosita Cagnina, Lino’s & Co, Via di Prampero Artico, 7
Via della Narrazione
In collaborazione con Confartigianato-Imprese Udine e Fondazione Nord Est.

18.00 – 19.00 I servizi di placement nelle Università italiane: best practice e trend, Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann
I Delegati al Placement e i Responsabili Amministrativi di alcune università italiane presentano le loro best practice, evidenziando il valore intrinseco del servizio svolto per studenti, laureati e territorio.
A seguire una tavola rotonda sul tema delle strategie complessive che le università sono chiamate a mettere in campo per promuovere l’inserimento occupazionale dei propri laureati, da una necessaria riconfigurazione dell’offerta formativa a piani finalizzati alla promozione delle competenze.

18.00 – 18.30 Adotta e chiedi ad un ricercatore. Vaccini e salute umana: risponde l’esperto, Farmacia Colutta, p.zza Garibaldi 10
Le Botteghe del Sapere
Carlo Ennio Michele Pucillo con Barbara Frossi e Francesca Mion – Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche di Uniud

18.00 – 18.45 Taramot, Casa Cavazzini (Museo d’Arte Contemporanea)
Taramot, a cura di Francesco Varanini e Matteo Marsilio, DomusGaia, con la partecipazione dei membri del collettivo che che lavorato al progetto artistico: Marco Bruschi, Andrea Ciriani, Vittorio Cirio, Federico Fabris, Keun Kindred, Lara Fiorini, Andrea Martini, Martina Montagnani.
Visita guidata con i partecipanti alla conferenza di Giuseppe O. Longo alla sala di Casa Cavazzini che ospita le opere della collezione FRIAM, sala dove sono anche esposte, come opera d’arte digitale collettiva, le voci che ricordano il terremoto del 1976. Sarà raccontata la storia della collezione FRIAM.

18.30 – 19.30 Raccontare il vino tra innovazione e tradizione, Lino’s & Co, Via di Prampero Artico, 7
Via della Narrazione
A cura di Luca Comello, Federico Nassivera e Marco Cecchini. Si conclude con una degustazione. Con la collaborazione di The Winefathers, www.thewinefathers.com.

18.45 Frammenti, via Cavour
Via della Narrazione
Esposizione delle opere. Colloquio con gli artisti. Montaggio delle opere in un’unica opera collettiva. La libera creatività di ogni artista non viene meno. Ma dall’insieme emerge l’inatteso.

19.00 – 21.30 Comunità Visionarie, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
Ritorna il format del grande ottagono di piazza Matteotti nell’Arena Centrale del Sapere. Grandi pensatori del mondo accademico ed esperti internazionali si confrontano sul tema delle comunità che hanno visioni future.
• La parola e la politica con Ivano Dionigi latinista italiano già Rettore dell’Università di Bologna
• La città del futuro con Carlo Ratti architetto e ricercatore al MIT di Boston
• Il rito è comunità con Sir John Kirwan campione mondiale di rugby con gli All Blacks.

21-00 -21.30 Taramot come realtà aumentata, via Lionello
Via della Narrazione
Proiezioni, video mapping . A cura di Keun Kindred, Andrea Ciriani, Andrea Martini

21.30 – 00.00 SIPA Siena International Photo Awards, piazza Matteotti
Arena Centrale del Sapere
Uno spettacolo di grandi proiezioni con le più belle foto vincitrici del SIPA contest 2015, uno dei più grandi contest di fotografia del mondo e quello con la più alta partecipazione internazionale. I palazzi di piazza Matteotti ospiteranno grandi proiezioni, dove gli scatti di fotografi internazionali diventeranno narrazione sulle note delle musiche prodotte dal guru del sound elettronico Giovanni Dal Monte.

21.15 – 22.30 Allenare il carattere con lo sport, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Uno speciale appuntamento: L’arte dell’equilibrista con Luca Grion, docente della Scuola di Alta Formazione Filosofica e la partecipazione straordinaria di Andrea Zorzi. Verrà messo in relazione il processo di trasferimento della Conoscenza dalla mente al proprio corpo attraverso la ricerca dell’equilibrio nella pratica sportiva.

21.30-23.00 La notte brava delle fiabe. La città gioca in una sera d’estate, via Cavour
via della Narrazione
Fiabe in musica e in movimento. Con Piera Giacconi, Pier Giorgio Micelli, Nadia Battistella, Renata Bellina, Gabriella D’Orlando, Stefania Monai, Tiziana Morandini, Laura Orso, Tiziana Paoluzzi, Maria Rita Paloschi, Tiziana Puccio, Simona Rosa, Chiara Salvadori, Teresa Zamolo.

21.30 – 23.00 #Numbers, Museo Etnografico, palazzo Giacomelli
#Numbers è una performance, installazione, un evento di agitazione empatica realizzato da DMAV social art ensemble. Numeri, cifre, persone, popolazioni, amici sui social media, statistiche. Ogni giorno semplicemente ci troviamo di fronte ai numeri. #Numbers è un lavoro che utilizza il corpo e la voce per generare una visione archetipa di comunità. Allo stesso tempo mette in campo l’interferenza dei numeri e frasi che, attraverso un sistema di proiezioni, immergono gli spettatori in uno spazio aperto di relazione critica.

22.30 – 00.00 Aspettando Robot – Idee e visioni attorno a qualcosa che verrà, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Un progetto di Giovanni La Varra e Andrea Tabarroni per la Summer School di Filosofia diretta da Luca Taddio; con la collaborazione di Lara P. G. Gallonetto e Elisabetta Paviotti
Come i personaggi di Beckett attendiamo perplessi che la tecnologia faccia il passo che, al momento, ha solo promesso. Che uomini e donne di sintesi, esseri biomimetici, condividano con noi lo spazio e il tempo, la dimensione pubblica e quella domestica.
“Aspettando Robot” è una serata rassegna di idee e sguardi sul futuro che viene, un modo per aggredire questa attesa e iniziare a sviluppare forme di pensiero per prepararsi a questa convivenza.
Viene chiesto a imprenditori, storici, filosofi, architetti, ingegneri, artisti, giornalisti, scrittori, di raccontarci come si può stabilire una forma di relazione con il mondo che viene.
I Robot hanno iniziato a farci delle domande, è il caso di cominciare a immaginare delle risposte.

23.00 – 01.00 DJ concerto, Castello di Udine
Concerto con Crookers, Paula Mstp e Funkabit dj-set e video mapping di Federico Petrei al Castello di Udine prodotto da HomePage Festival in collaborazione con Conoscenza in Festa e il Comune di Udine.

DOMENICA 03 LUGLIO 2016

9.00 – 12.00 I Passeggeri del Vagone 116 al caffè, Via Cavour
Via della Narrazione
Scambi di vedute, conoscenze e provocazioni tra spettatori, veri e finti intellettuali, artisti, poeti, musicisti e scrittori.

09.30 – 12.00 Progetto SuPreme, via Cavour
Epicentro di Saperi
Gian Luca Foresti (Uniud) illustrerà il progetto che prevede una collaborazione tra Università di Udine, Ministero della Difesa e Regione FVG per lo studio e sviluppo di sistemi visione basati su UAV (droni) per il monitoraggio ambientale, con possibili applicazioni sia in ambito militare che civile.

9.30 – 19.00 Taramòt, Casa Cavazzini (sede Museo d’Arte Contemporanea)
Taramot.it è un luogo destinato a condividere e a conservare il ricordo del Terremoto del Friuli, maggio-settembre 1976. Sono passati quarant’anni. Cosa è rimasto nella nostra memoria?
Raccogliamo qui brevi narrazioni orali. Quattro minuti. In quattro minuti si puó dire molto.
La storia, prima che nei libri, sta scritta nella memoria di ognuno di noi. La voce di ognuno è importante.
Cosí come siete invitati a lasciare qui il vostro ricordo, siete invitati ad ascoltare. Dal coro delle voci personali nasce l’esperienza collettiva. Dalle narrazioni nasce la conoscenza. Caricate la vostra memoria sul terremoto del 1976 nel sito www.taramot.it
L’installazione Taramòt che si realizzerà in collaborazione con il Comune di Udine e il Museo di Arte Contemporanea di Casa Cavazzini, volta a valorizzare la collezione FRIAM, si potrà vivere durante tutto il corso della manifestazione, da venerdì 1 luglio a domenica 3 luglio presso Casa Cavazzini.

10.00 – 11.00 Verità nascoste sui muri vaticani, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Nessun nuovo giallo ma le verità rivelate riguardano i restauri che per oltre 15 anni sono stati effettuati sugli affreschi delle sale vaticane.
A raccontare i segreti ritrovati, nel corso dei laboratori di restauro, dietro gli intonaci e le malte sbiadite, è Maurizio De Luca che fino al 2010 è stato Ispettore e Capo restauratore dei Musei Vaticani. Dalla mano ritrovata dopo aver rimosso un pesante panneggio nel particolare delle donne in pianto nella Crocefissione di Pietro di Michelangelo o la scoperta del personaggio riflesso sulla corazza del soldato dormiente nella Resurrezione di Cristo del Pinturicchio nella Sala dei Misteri o dove la rimozione di antichi pannelli ha fatto svelare un’apertura a bocca di lupo che permetteva di vedere “inquadrata” l’effige di Papa Alessandro in una sala adiacente.

11.00 – 12.30 Racconti di difficile viaggio e di nuovo radicamento, via Cavour
Toriale Hashemi, Mehdi Limoochi, Amir Ehsan Rahimi, con l’accompagnamento di musica tradizionale persiana.

11.00 – 12.00 Le bugie al tempo della politica: Donald Trump e Hilary Clinton nella “macchina della verità”, Loggia del Lionello
Loggia dell’Innovazione
Chi sceglieranno gli americani come prossimo futuro presidente degli Stati Uniti è ancora tutto da vedere ma le loro campagne elettorali sono state messe sotto la lente d’ingrandimento di NeuroComScience, la società leader in Italia di Comunicazione non verbale e linguaggio dei segni.
I filmati delle primarie Usa tenute dai due candidati alla Casa Bianca sono stati analizzati per scoprire dettagli più profondi sulla personalità dei due politici e soprattutto sono stati setacciati i loro gesti “inconsapevoli” nei momenti in cui facevano delle affermazioni.

12.00 – 13.00 Concerto dell’Udine Jazz Collective, Loggia del Lionello
direttore Glauco Venier
Loggia dell’Innovazione

ALTRI EVENTI

VENERDI 01 LUGLIO e SABATO 02 LUGLIO 2016

Mostra fotografica e proiezione video della Pattuglia Acrobatica Nazionale FRECCE TRICOLORI – sede Fondazione CRUP

GuardareOltre: visionari con la matita – sede Fondazione CRUP
Quali caratteristiche deve avere oggi un visionario, politico o manager che sia? La capacità di guardare più in là e più in lungo di altri può determinare il futuro di una nazione o di una impresa. E’ questo il tema su cui saranno impegnati, in un concorso nazionale, illustratori e disegnatori a rappresentare i “moderni visionari”. I lavori selezionati da Gabriel Pacheco e dalla Scuola Internazionale di illustrazione di Sarmede andranno in mostra in via Manin ed alla Fondazione CRUP.

VENERDI 01 LUGLIO 2016
16.45 – 18.00 Competenze Informatiche ed Innovazione nelle Scuole, Enti ed Aziende. Nuove opportunità per gli studenti, per i lavoratori, per i professionisti e per i cittadini, Sede Excol, Via T. Ciconi 22 – Udine
In collaborazione con IT Club FVG di Udine, sezione AICA Nord-Est, ALSI, Ordine Ingegneri della Provincia di Udine, Seed Srl.
Relatori:
Antonio Piva: Costo dell’ignoranza informatica nell’uso dei sistemi: i possibili risparmi per le aziende, le scuole e la Pubblica Amministrazione attraverso il buon uso degli strumenti informatici secondo lo standard ECDL.
Valerio Libralato, IAL, e Leonardo dalle Rive, AICA: Competenze informatiche per specialisti: il nuovo standard e-CF, la norma UNI 11506 ed il repertorio nazionale e regionale delle professioni.
Federico Barcherini e Francesco Zorgno, SEED S.r.l.: Dalle competenze professionali innovative alla costituzione e lo sviluppo di start up innovative; l’incubatore certificato SEED.
Testimonianze da parte di Enti, scuole e start-up sul valore delle competenze informatiche dall’ECDL al e-CF.

SABATO 02 LUGLIO 2016
Scuola Nazionale di Fisica Moderna, Sala Gusmani (Palazzo Antonini)

DAL 18 AL 22 LUGLIO 2016
SAFest – First Edition – 20 minutes on earth Summer Academy 2016,
SAFest – prima edizione – 20 minuti sul tema della terra
Accademia Estiva della Civica Accademia d’Arte Drammatica dal 18 al 22 luglio 2016

facebook
2.270