La Camera di Commercio di Udine ha già liquidato le prime 157 domande di contributo (per un totale di 165 mila euro) richieste dai cittadini per l’acquisto di auto “ecologiche” ed Euro 5 con emissioni ridotte. Le Cciaa, che si sono attivate immediatamente per dare risposta alle disposizioni regionali, dimostrano dunque ottima operatività e velocità nell’erogazione dell’agevolazione, possibile grazie al trasferimento dei fondi da parte della Regione. Dal 22 settembre, giorno in cui si è ufficialmente dato avvio alla raccolta delle domande, al 25 ottobre, l’ente camerale udinese ha ricevuto in tutto 719 domande: per la stragrande maggioranza a valere sulla linea contributiva relativa alle auto Euro 5 e una ventina per quelle a emissioni zero o ibride (in cui almeno uno dei due motori sia elettrico). Si tratta infatti di due distinte linee, con caratteristiche e termini diversi, per quanto riguarda l’intervallo temporale in cui va acquistata l’auto e pure per quello di presentazione delle domande di contributo.
In ogni caso, le domande vengono presentate con una media di circa 35 al giorno e sono altrettante, in aggiunta, le richieste di informazioni che arrivano agli uffici in proposito. La Cciaa di Udine ha predisposto da subito uno “sportello” dedicato, il numero 9, che si trova nel Salone del Registro imprese, al piano terra, e una sezione specifica sul sito www.ud.camcom.it, con i modelli di domanda e le indicazioni di compilazione. Gli uffici hanno tempo 30 giorni dalla presentazione della richiesta per procedere all’istruttoria. I contributi poi possono essere “girati” dalla Cciaa, che li riceve dalla Regione. In vista dell’attivazione della nuova disciplina di agevolazioni sui carburanti prevista dalla stessa legge, che sarà operativa da novembre, già con questa misura sulle auto “ecologiche” si attesta la buona risposta degli enti camerali quali supporto operativo della regione per attività rivolte direttamente a cittadini e imprese.

Lascia un commento

627