Bearzi

Contributi fino a 4000 euro per strutture turistiche, commerciali, artigianali e dei servizi alla persona

Sostegno alle strutture ricettive turistiche, commerciali, artigianali e dei servizi alla persona, a ristoro dei danni conseguenti all’attuazione delle misure di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e per il corretto riavvio delle attività, in attuazione dell’articolo 5 della legge regionale 3/2020.

Il periodo di presentazione della domanda va dal 10 al 26 giugno

Sono contributi a fondo perduto a ristoro dei danni causati dall’emergenza COVID-19 a sostegno delle strutture ricettive turistiche, commerciali, artigianali nonché dei servizi alla persona, in attuazione dell’articolo 5, della legge regionale 12 marzo 2020, n. 3, recante “Misure a sostegno delle attività produttive”.

La procedura è disciplinata secondo i criteri approvati in via definitiva con deliberazione n. 779 della Giunta regionale del 29 maggio 2020 e secondo le modalità procedurali stabilite con decreto del direttore centrale attività produttive n. 1384/PROTUR del 4 giugno 2020.

Il termine di avvio del canale contributivo è il 10 giugno 2020 a partire dalle ore 8:00 e il termine di chiusura è il 26 giugno 2020 ore 20:00.

I soggetti beneficiari di contribuzione sono i soggetti gestori di strutture ricettive turistiche, gli esercenti attività commerciali, artigianali, nonché gli esercenti ulteriori servizi (come meglio specificati nella tabella A allegata alla DGR 779/2020), che svolgono le attività codificate nei codici ATECO riportati nella tabella disponibile nella colonna a destra.

Il codice ATECO di riferimento è il codice primario/prevalente. I codici ATECO da prendere a riferimento sono quelli posseduti alla data di avvio della linea contributiva e cioè al 10 giugno 2020.

I soggetti beneficiari devono essere iscritti al Registro imprese o, in subordine, devono essere:
– inseriti nell’elenco dei bed and breakfast tenuto dalla Direzione regionale competente in materia di turismo;
– iscritti negli albi, registri e/o elenchi delle guide turistiche, accompagnatori turistici, guide naturalistiche o ambientali-escursionistiche:
– guide alpine – maestri di alpinismo e aspiranti guide alpine;
– guide speleologiche – maestri di speleologia o aspiranti guide speleologiche tenuti dalla Direzione regionale competente in materia di turismo.

Si precisa inoltre che sono ammissibili a contribuzione tutti gli affittacamere (sia nella forma di imprese che come privati non iscritti al registro imprese) e le unità abitative a uso turistico (case vacanze) ma solo in forma imprenditoriale.

Ai soggetti beneficiari, esclusivamente con erogazione a mezzo bonifico bancario, è riconosciuto un contributo a fondo perduto da 500 euro a 4.000 euro sulla base del prospetto che segue.

I contributi sono concessi e contestualmente erogati sulla base della sola presentazione della domanda secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, determinato dal numero progressivo di protocollo attribuito dal sistema informatico. I contributi sono concessi fino ad esaurimento delle risorse disponibili; dell’esaurimento delle risorse e dell’eventuale disponibilità di ulteriori risorse finanziarie è data comunicazione ai soggetti interessati mediante avviso pubblicato sul sito istituzionale della Regione, nella sezione dedicata alla presente linea contributiva.

Le risorse assegnate dalla LR 3/2020 alla linea contributiva in oggetto sono pari a 34 Meuro.

I contributi sono concessi in applicazione della sezione 3.1. (Aiuti sotto forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili o agevolazioni fiscali) del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19 di cui alla comunicazione della Commissione europea C(2020) 1863 final del 19 marzo 2020

La domanda di contributo è trasmessa alla Direzione centrale attività produttive tramite il sistema Istanze On Line (IOL) a cui si accede dal link presente a destra (dove c’è anche la modulistica con il fac simile della domanda compilato a titolo di esempio e il modulo di delega) previa autenticazione con una delle modalità previste dall’articolo 65, comma 1, lettera b) del Codice dell’Amministrazione digitale (SPID-Sistema Pubblico di Identità Digitale, CNS-Carta Nazionale dei Servizi, CRS-Carta Regionale dei Servizi).

Il richiedente deve aver ottemperato al pagamento dell’imposta di bollo pari a 16 euro PRIMA dell’invio della domanda di contributo, tramite acquisto della marca da bollo o versamento con modello F23, da conservare presso i propri uffici per eventuali controlli (si vedano istruzioni pubblicate nella colonna a lato).

È ammessa la presentazione della domanda anche da parte di un soggetto delegato con procura.

La delega può essere conferita anche a soggetti non professionisti, purché in possesso di identità digitale (es. anche familiare).

In caso di presentazione autonoma da parte del legale rappresentante/titolare del soggetto richiedente la domanda NON prevede allegati.

In caso di presentazione da parte del soggetto delegato, deve essere allegata alla domanda specifica procura, redatta secondo il modulo pubblicato a lato nella sezione modulistica, unitamente alla copia di un documento di identità, in corso di validità, in caso di firma autografa.

l provvedimento di concessione e contestuale erogazione dei contributi verrà adottato entro 45 giorni dal termine finale di chiusura della procedura di presentazione di tutte le domande di contributo.

Ai soggetti beneficiari, esclusivamente con erogazione a mezzo bonifico bancario, è riconosciuto un contributo a fondo perduto da 500 euro a 4.000 euro sulla base del prospetto sotto riportato.

I contributi sono concessi e contestualmente erogati sulla base della sola presentazione della domanda secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, determinato dal numero progressivo di protocollo attribuito dal sistema informatico.

I contributi sono concessi fino a esaurimento delle risorse disponibili; dell’esaurimento delle risorse e dell’eventuale disponibilità di ulteriori risorse finanziarie è data comunicazione ai soggetti interessati mediante avviso pubblicato in questa pagina.

Le risorse assegnate dalla legge regionale 3/2020 alla linea contributiva in oggetto sono pari a 34 Meuro.

I contributi sono concessi in applicazione della sezione 3.1. (Aiuti sotto forma di sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili o agevolazioni fiscali) del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19 di cui alla comunicazione della Commissione europea C(2020) 1863 final del 19 marzo 2020.

TABELLA BENEFICIARI E INTENSITÀ DEI CONTRIBUTI

RICEZIONE E TURISMO
Strutture ricettive alberghiere4.000 euro
Campeggi, villaggi turistici, marina resort4.000 euro
Agriturismi1.400 euro
Parchi tematici4.000 euro
Bed and breakfast700 euro
Affittacamere700 euro
Rifugi alpini, rifugi escursionistici e bivacchi1.400 euro
Agenzie di viaggio e tour operator1.400 euro
Guide turistiche500 euro
Guide alpine, speleo, naturalistiche500 euro
Accompagnatori turistici500 euro
COMMERCIO E ARTIGIANATO
Ristoranti1.400 euro
Bar/gelaterie/pasticcerie1.400 euro
Commercio ambulante1.000 euro
Taxi e NCC (auto)700 euro
Agenti di commercio500 euro
Attività sportive (comprese palestre)1.400 euro
Scuole guida1.400 euro
Gestori carburante1.400 euro
Manutenzione e riparazione di autoveicoli700 euro
NCC (bus)1.400 euro
Agenzie immobiliari1.400 euro
Estetica e benessere1.400 euro
Laboratori artigianali700 euro
Commercio al dettaglio diverso
dal commercio di generi alimentari
1.400 euro

Per chiarimenti relativi ad aspetti amministrativi relativi alla linea contributiva è possibile richiedere assistenza ai seguenti recapiti:

Direzione centrale attività produttive: direttore centrale dott.ssa Magda Uliana 334 6205459; 366 9338178; 335 7223828

Per informazioni sul commercio
Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario (CATT FVG): segreteria 0432 1745189; direttore dott. Luca Penna 338 9251496

Per informazioni sull’artigianato
Centro di assistenza tecnica alle imprese artigiane (CATA): segreteria 040 636565; direttore dott. Alessandro Quaglio 347 5994444; 040 774576 

Esclusivamente per problematiche tecniche relative alla procedura di compilazione e invio della domanda è possibile richiedere assistenza tecnica ad Insiel ai seguenti recapiti:
– Service Desk Insiel: 800 098 788 post selezione 4 e poi 2 (lun-ven 8.00 – 20.00)
– e-mail Insiel: [email protected]

Per la formulazione di quesiti scritti: [email protected]


facebook
1.902