Controesodo: in coda sulla A4, 15 km fra Villesse e San Giorgio

E’ ancora molto sostenuto il traffico sulla rete autostradale di Autovie Venete che da questa mattina (sabato 24 agosto) è sotto pressione. Un lunghissimo serpentone di auto, caravan e roulottes ha occupato quasi ininterrottamente tutta la A23 da Udine Nord a Palmanova, il nodo di interconnessione con la A4 con code che, alle 17 e 30 erano ancora di 11 chilometri. Il flusso di vacanzieri di ritorno dalle coste della Dalmazia e dal Centro ed Est Europa si è intensificato invece nel pomeriggio incrementando la congestione alla barriera di Trieste Lisert.  Intasato il raccordo che da Prosecco (TS) raggiunge la barriera con una coda di 16 chilometri in direzione Venezia E’ di 15 chilometri l’incolonnamento registrato, sempre alle 17 e 30 fra Villesse (GO) e San Giorgio di Nogaro, in direzione Venezia. Molto intenso il transito ai caselli dai quali si raggiungono le località balneari: 20 mila 308 le entrate e 11 mila 487 le uscite – nella fascia oraria compresa fra mezzanotte e le 15,00 alla barriera di Trieste Lisert: 11 mila 386 le entrate 11 mila 884 le uscite al casello di Latisana (direzione Lignano e Bibione); 3 mila 336 le entrate e 3 mila 111 le uscite al casello di San Stino di Livenza (direzione Jesolo); 5 mila 232 le entrate e 5 mila 060 le uscite al casello di San Donà di Piave (direzione Caorle), dati sostanzialmente in linea con quelli dell’estate precedente. Un elemento che conferma il trend registrato fino ad ora durante i week end estivi che non presentano il tanto temuto calo. Secondo Autovie Venete la circolazione sulla rete autostradale, nel tratto Trieste-San Giorgio di Nogaro (A4) non tornerà alla normalità prima della tarda serata, mentre la coda in A23 è in fase di rapida risoluzione.

582