Bearzi

COOPERAZIONE: SHAURLI, IDEALSERVICE ESEMPIO DI SUCCESSO

Torreano di Martignacco (Ud), 25 giu – Un esempio positivo di
cooperazione, una storia di successo dimostrata dai dati positivi
del bilancio annuale ma soprattutto da una storia di
lungimiranza, di scelte oculate e continua crescita, che nasce e
cresce nella nostra regione e che viene riconosciuta a livello
nazionale.

A definire in questo modo la cooperativa Idealservice è stato
l’assessore alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli
durante l’assemblea annuale dei soci che si sono riuniti a
Torreano di Martignacco all’Ente Udine e Gorizia fiere spa per
approvare il bilancio d’esercizio 2015 ed eleggere il nuovo
consiglio di amministrazione, che ha confermato Enzo Gasparutti
alla presidenza.

Nel suo intervento l’assessore ha ripercorso la storia di questa
realtà, nata nel 1953 e cresciuta negli anni, che fa della
partecipazione un atto importante, capendo prima di altri che
quelli che sembravano solo vincoli per la tutela dell’ambiente,
potevano invece essere un’opportuna scelta di sostenibilità ma
anche un’opportunità economica.

Shaurli ha ricordato, inoltre, come il Paese in generale e il
Friuli Venezia Giulia in particolare ha difficoltà a raccontare
le esperienze positive, quelle di successo. Ed ha messo in
risalto la sfida dell’Aci (Alleanza delle cooperative italiane) e
quella dell’economia circolare e si è detto convinto che
Idealservice arriverà preparata prima di altri ad affrontare
anche le novità del codice degli appalti. Ha evidenziato, poi,
come la grande maggioranza delle cooperative sono sane ed alcune,
come Idealservice, sono degli esempi di capacità imprenditoriale,
storia e forza aggregativa; esempi di cui la nostra regione ha
davvero bisogno.

“E’ stato un anno importante durante il quale la cooperativa è
cresciuta qualitativamente con servizi innovativi che hanno
previsto importanti investimenti in attrezzature e impianti con
alto tasso innovativo” ha precisato il suo presidente, Enzo
Gasparutti. “Abbiamo affrontato e consolidato la nostra
esperienza sul mercato nazionale puntando sull’innovazione e
sulle tecnologie avanzate e abbiamo proseguito nella ricerca di
nuovi mercati internazionali con prodotti ispirati ai dettami
della green economy”.

La cooperativa di Pasian di Prato è oggi un’azienda articolata e
mutlisettoriale, in grado di offrire servizi integrati, quali le
pulizie civili e speciali e servizi ecologici ed industriali.

Cresciuta di oltre il 14% rispetto all’anno precedente, chiude il
bilancio con un utile, pagate le imposte, di 3 milioni di euro e
presenta un patrimonio netto che supera ormai i 36 milioni; ha
realizzato oltre 12 milioni di investimenti nell’anno
focalizzando l’attenzione in particolare su innovazione, ricerca
e sviluppo.

Per quanto concerne l’organico, sono 1.215 i lavoratori
dipendenti e 1.261 i soci lavoratori per un totale complessivo di
2.476 addetti, cresciuti nel 2015 di 582 unità.

La presenza femminile in azienda mantiene livelli elevati
evidenziando una cooperativa votata al rosa: nel 2015 le
lavoratrici hanno raggiunto 1.481 unità rispetto alle 1.190 del
2014. La composizione di Idealservice vede anche una nutrita
presenza multietnica proveniente da ben 45 Paesi con una
predominanza di popolazioni africane e dei Balcani. I due aspetti
sono stati sottolineati nell’intervento del vicesindaco di Udine,
Carlo Giacomello, intervenuto all’assise che ha sottolineato come
la cooperativa di Pasian di Prato dia anche una risposta
all’integrazione.
ARC/Com

Powered by WPeMatico

facebook
553